Assunzioni scuola, scendono a 53.627 i nuovi docenti per l’anno scolastico 2019/2020

Rosy D’Elia - Scuola

Assunzioni scuola, i nuovi docenti per l'anno scolastico 2019/2020 passano da 58.627 a 53.627. I posti saranno coperti al 50% da chi è nelle graduatorie di merito e dall'altro 50% da chi si trova nelle graduatorie ad esaurimento. A circa 20 giorni dall'annuncio del Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, Marco Bussetti, il MEF ha dato il via libera, ma con un taglio.

Assunzioni scuola, scendono a 53.627 i nuovi docenti per l'anno scolastico 2019/2020

Assunzioni scuola, i 58.627 nuovi docenti per l’anno scolastico 2019/2020 sono diventati 53.627. Il 2 luglio 2019 Marco Bussetti, Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, ha annunciato la novità in prima persona tramite la sua pagina Facebook. Dopo circa 20 giorni è arrivata l’autorizzazione del Ministero dell’Economia e delle Finanze, con un’amara sorpresa: un taglio di 5.000 posti disponibili.

La corrispondenza tra i due dicasteri è nata dall’esigenza di evitare la situazione degli anni scorsi con nuove risorse: accade spesso che, al suono della prima campanella, ci sono meno docenti che cattedre da riempire e si provvede ricorrendo ai supplenti.

Assunzioni scuola, scendono a 53.627 i nuovi docenti per l’anno scolastico 2019/2020

Ma, come si legge nel comunicato stampa numero 144 del 29 luglio 2019 del MEF, quest’anno al Ministero dell’Istruzione c’è stato un errore di calcolo:

“Nella predetta richiesta non veniva tenuto in considerazione la marcata riduzione delle iscrizioni degli alunni, registrata specie nell’ultimo biennio, connessa con il calo della natalità. Al riguardo, il MEF ha più volte evidenziato quanto previsto dal DPR 20 marzo 2009, n. 81 e, in particolare, che le dotazioni organiche complessive e la distribuzione delle stesse tra le regioni sono definite specificamente in base al grado di densità demografica e alla previsione dell’entità e della composizione della popolazione scolastica.

Alla luce delle interlocuzioni tecniche, il Ministero dell’Istruzione ha fatto pervenire il 23 luglio scorso una nuova richiesta per complessive 53.627 unità sulla quale la RGS lo scorso 25 luglio ha comunicato di non avere ulteriori osservazioni da formulare”.

PDF - 149.2 Kb
Ministero dell’Economia e delle Finanze - Comunicato stampa numero 144 del 29 luglio 2019
Via libera del MEF all’assunzione di oltre 53.000 docenti

Assunzioni scuola, nell’annuncio di Bussetti 58.627 nuovi docenti per l’anno scolastico 2019/2020

Secondo i dati riportati dalla Federazione Lavoratori della Conoscenza, FLC CGIL, lo scorso anno erano previste circa 57 mila assunzioni, ma la scuola è cominciata con 32.217 docenti in meno, un vuoto colmato con le supplenze annuali.

Nel flusso di comunicazione diretta con docenti, studenti e comunità scolastica in generale, che Marco Bussetti ha costruito sui canali social, il 2 luglio aveva scritto:

“Ho appena firmato la richiesta al Mef di autorizzazione ad assumere in ruolo 58.627 docenti per il prossimo anno scolastico. Di questi, 14.552 saranno docenti di sostegno.

Il nostro obiettivo è avere tutti gli insegnanti in classe dal primo giorno di scuola. Siamo convinti sia doveroso nei confronti dei nostri ragazzi.

Stiamo lavorando per concludere con largo anticipo tutte le procedure necessarie per avviare il nuovo anno. Abbiamo anticipato di un mese la mobilità degli insegnanti. Ora procederemo rapidamente con le assunzioni e, subito dopo, con le supplenze.
Siamo al lavoro per i nostri studenti, al servizio della scuola”
.

Il ministro stesso aveva posto l’accento sulla necessità di evitare il vuoto degli anni precedenti, che porta il lavoro dei docenti verso la precarietà.

E dopo solo 20 giorni, arriva l’autorizzazione al reclutamento del personale docente per il prossimo anno scolastico 2019/2020, ma non per tutti: 5.000 in meno sono i posti disponibili.

Assunzioni scuola, nuovi docenti da vecchie graduatorie per l’anno scolastico 2019/2020

Sebbene non ci siano ancora dettagli specifici sulle nuove assunzioni nelle scuola per l’anno scolastico 2019/2020, stando alla normativa vigente, le nuove ammissioni in ruolo del personale docente devono avvenire tenendo conto di una ripartizione precisa:

  • 50% provenienti dalle graduatorie per titoli ed esami;
  • 50% provenienti dalle graduatorie ad esaurimento.

I numeri delle assunzioni nella scuola annunciati per l’anno scolastico 2019/2020 vanno inquadrati tenendo conto anche del dato dei docenti che hanno abbandonato le aule scolastiche al termine della carriera, tra quota 100 e pensionamenti ordinari, si stima possano essere circa 42mila.

In questa ottica, il gioco a ribasso del MEF non è sicuramente una notizia positiva e il fatto che sia stata la “marcata riduzione delle iscrizioni degli alunni, registrata specie nell’ultimo biennio”, a determinare un taglio di 5.000 posti disponibili lascia perplessi.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it