Agevolazioni fiscali, “ristrutturazione” del sistema nella riforma 2020

Rosy D’Elia - Imposte

Agevolazioni fiscali, “ristrutturazione” del sistema nella riforma 2020: l'attuale mosaico di benefici prevede 532 esenzioni, detrazioni, crediti di imposta, aliquote ridotte. Nelle linee programmatiche allegate alla Nadef 2020 prende forma l'idea di revisione che il governo intende portare avanti, partendo dall'ambiente.

Agevolazioni fiscali, “ristrutturazione” del sistema nella riforma 2020

Agevolazioni fiscali, “ristrutturazione” del sistema in arrivo partendo anche dall’attenzione all’ambiente: è questo uno dei pilastri dell’attesissima riforma 2020, insieme alla riduzione del cuneo fiscale sul lavoro per chi ha un reddito medio.

Piano piano i contorni della revisione assumono una forma più chiara: nuove indicazioni sono contenute nella Nadef 2020, la Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza, e negli allegati.

Nella formula che sta mettendo a punto il governo un posto di rilievo spetta alla riduzione, alla semplificazione e al riordino delle spese fiscali, cosiddette tax expenditures, che per i contribuenti si traducono in esenzioni, detrazioni, crediti di imposta, aliquote ridotte.

Nadef 2020 - Rapporto programmatico recante gli interventi in materia di spese fiscali
Scarica il Rapporto programmatico recante gli interventi in materia di spese fiscali allegato alla nota di aggiornamento al DEF.

Agevolazioni fiscali, “ristrutturazione” del sistema nella riforma 2020

Le agevolazioni fiscali accessibili, dai benefici sulla ristrutturazione della casa alle spese sanitarie, passando i casi in cui si applicano le imposte sostitutive, sono in totale 532.

La ristrutturazione del sistema delle agevolazioni fiscali, che attualmente ha un impatto di segno meno che supera i 62 miliari di euro e che negli anni diventa sempre più ampio e complesso, sarà coordinata con le altre azioni previste nell’ambito della riforma fiscale.

AnnoNumero di agevolazioniImpatto in milioni di euro
2018 466 -54,236
2019 513 -61.109,1
2020 532 -62.306,8

Le novità fiscali in arrivo riguarderanno, in primis, le imposte sul lavoro con una riduzione per i lavoratori con redditi medi, e in particolare per coloro “che, finora, hanno beneficiato solo parzialmente degli interventi di riduzione delle imposte degli ultimi anni”.

Il documento sembra alludere, quindi, alla volontà di fare un ulteriore passo rispetto alla revisione del bonus Renzi della Legge di Bilancio 2020, che ha portato al riconoscimento di un credito Irpef fino a 100 euro per chi ha un reddito entro i 28.000 euro.

In questo quadro generale si inserisce la volontà di rivedere il sistema delle agevolazioni fiscali.

Nel testo si legge:

“L’attività di riordino terrà conto delle conseguenze in termini di efficienza economica, di efficacia, di equità e dei costi amministrativi, anche in relazione ai possibili programmi di spesa che perseguono finalità sovrapponibili con quelle delle spese fiscali oggetto di riordino”.

Di seguito una fotografia di detrazioni, deduzioni, esenzioni e altri benefici previsti inserita nel “Rapporto programmatico recante gli interventi in materia di spese fiscali” allegato alla Nota di aggiornamento al DEF, Documento di Economia e Finanza.

Agevolazioni fiscali, la “ristrutturazione” del sistema parte dall’ambiente

Un altro punto fermo da cui partire per rivedere detrazioni, esenzioni, deduzioni e meccanismi agevolativi è l’attenzione all’ambiente.

In coerenza con il Green New Deal adottato dalla Commissione Europea, che sta particolarmente a cuore all’attuale governo, si farà ordine tra le agevolazioni fiscali per rivedere le imposte ambientali e i sussidi dannosi per l’ambiente.

La riforma fiscale 2020 sarà il cavallo di troia per arrivare alla transizione ecologica, con interventi anche a lungo termine.

Il prossimo appuntamento per un ulteriore sviluppo concreto delle linee programmatiche è fissato al 31 ottobre 2020.

Dalla commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei Sussidi Ambientalmente Dannosi, istituita con la Legge di Bilancio 2020, arriverà una proposta per la ridefinizione del sistema delle esenzioni a partire dall’anno 2021 in materia di trasporto merci, navale e aereo, di agricoltura e usi civili.

L’obiettivo finale è quello di abbattere le emissioni di gas serra entro il 2030 passando per una riduzione della spesa pubblica e un sostegno alle innovazioni e agli investimenti in ricerca, innovazione tecnologica, sviluppo e infrastrutture per la riconversione ecologica.

La strada è lunga sia per un fisco equo, efficiente e trasparente sia per un impatto reale sull’ambiente e, per ora, le linee programmatiche restano comunque solo un’idea. La vera sfida sarà passare dalla teoria alla pratica ed evitare che il numero di agevolazioni fiscali continui a crescere.

Nota di aggiornamento al DEF 2020
Scarica la nota di aggiornamento al DEF, Documento di Economia e Finanze, 2020.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network