Tredicesima pensionati 2021, quando arriva? Date e regole di calcolo

Alessio Mauro - Pensioni

Tredicesima pensionati, a dicembre 2021 il pagamento della gratifica natalizia. Quando spetta e come fare il calcolo? Si attende il calendario delle date per chi effettua il ritiro presso gli sportelli di Poste Italiane, mentre nulla cambia in caso di accredito in banca. Facciamo il punto delle regole previste.

Tredicesima pensionati 2021, quando arriva? Date e regole di calcolo

Tredicesima pensionati 2021: si avvicina la data di pagamento della gratifica natalizia.

Con l’avvicinarsi delle festività di dicembre è bene vedere quando arriva e soprattutto come si calcola la tredicesima sulle pensioni.

Così come previsto per i lavoratori dipendenti, anche i pensionati hanno diritto a ricevere un importo aggiuntivo nel mese di dicembre, che si aggiunge a quello erogato dall’INPS o dal proprio ente di previdenza con il cedolino mensile della pensione.

Ad aver diritto alla tredicesima sono i titolari di pensione di vecchiaia, anzianità, così come ad esempio i titolari di trattamenti di invalidità o inabilità civile, per i quali l’accredito è effettuato contestualmente all’assegno pensionistico del mese.

Per chi si chiede quando arriva la tredicesima, si evidenzia che è atteso l’ormai consueto calendario della Protezione Civile che, alla luce dell’emergenza Covid-19, fisserà i termini anticipati per il ritiro dell’assegno presso gli sportelli di Poste Italiane.

Non cambia invece la data per chi ha l’accredito in banca.

Tredicesima pensionati 2021, quando arriva? Date e regole di calcolo

Se per i lavoratori dipendenti la tredicesima è pagata a ridosso delle festività natalizie, l’accredito per i pensionati è previsto già ad inizio del mese di dicembre.

Come di consueto, sarà insieme al cedolino INPS di dicembre 2021 che chi percepisce una pensione riceverà la gratifica natalizia, la tredicesima mensilità.

La data di pagamento è quindi collegata a quella della pensione, ed è su questo aspetto che si resta in attesa di novità a stretto giro. Si ricorda infatti che per effetto dell’emergenza Covid-19 i pagamenti vengono effettuati in anticipo, secondo il calendario predisposto dalla Protezione Civile.

Solitamente, è dall’ultima settimana del mese precedente a quello di riferimento che viene avviata la procedura di ritiro delle pensioni, ma solo per chi riceve l’assegno tramite Poste Italiane.

Per chi ritira la pensione allo sportello, la data per il pagamento della tredicesima sarà quindi scaglionata in ordine alfabetico, in base alle iniziali del cognome del soggetto titolare della prestazione.

In attesa del calendario specifico, si ricorda invece che nulla cambia per chi ha richiesto l’accredito sul proprio conto in banca, che riceverà l’importo della tredicesima, insieme a quello della pensione, il primo giorno bancabile del mese, ossia il 1° dicembre 2021.

Tredicesima pensionati 2021: come fare il calcolo

Per effettuare il calcolo della tredicesima mensilità, i pensionati dovranno tener conto delle mensilità di ratei di pensione erogati nel corso del 2021.

Se il calcolo è quindi semplice per chi è andato in pensione a gennaio, diverso è il caso in cui l’erogazione dell’assegno previdenziale o assistenziale sia partito da un mese successivo.

Prendiamo ad esempio il caso di un pensionato a partire da marzo 2021: in tal caso l’assegno della tredicesima sarà calcolato in base alle mensilità di rateo corrisposte e sarà ovviamente inferiore rispetto ad un pensionato a partire dal 1° gennaio.

Il calcolo della tredicesima, sia per i pensionati che per i lavoratori dipendenti, può essere effettuato in base alla seguente formula:

Retribuzione lorda mensile x numero di mesi lavorati / 12

Riprendendo l’esempio di cui sopra, nel caso di pensione erogata da marzo, con importo pari a 1.500 euro lordi al mese, l’importo della tredicesima erogata a dicembre sarà pari a 1.250 euro lordi.

Al contrario, chi ha percepito la pensione da gennaio avrà diritto ad un importo corrispondente al lordo dell’assegno erogato nelle 12 mensilità dall’INPS.

Attenzione però: come sopra ricordato la tredicesima per i pensionati non sarà mai dello stesso e identico importo dell’assegno mensile.

A fare la differenza sono le diverse regole di tassazione IRPEF, che prevedono la non applicazione di detrazioni e bonus sulla gratifica natalizia e che rendono inferiore l’importo netto riconosciuto.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network