Pensioni, ultime novità: scivolo di 7 anni per le imprese con più di 1.000 dipendenti

Guendalina Grossi - Pensioni

Il Movimento 5 stelle e la Lega hanno presentato un emendamento al DL crescita che consentirebbe ai dipendenti di aziende che hanno al loro interno più di 1.000 lavoratori, di andare in pensione con un anticipo di 7 anni.

Pensioni, ultime novità: scivolo di 7 anni per le imprese con più di 1.000 dipendenti

Il Movimento 5 stelle e la Lega hanno presentato un emendamento al DL crescita che consentirà ai lavoratori di andare in pensione con 7 anni di anticipo. Questa possibilità però verrà concessa solo a coloro che lavorano in aziende con più di mille dipendenti.

L’azienda che vorrà consentire ai propri dipendenti di andare in pensione anticipata dovrà raggiungere un accordo sindacale che preveda un programma di assunzioni e dovrà poi assumersi l’onere del pagamento della pensione anticipata.

Tale misura avrà effetto per un solo biennio quello relativo al 2019-2020. Ma vediamo nel dettaglio quanto costerà la misura qualora dovesse essere approvata.

Pensioni, ultime novità: pensione anticipa per i dipendenti che lavorano nelle grande aziende

La Lega e il Movimento 5 stelle hanno presentato un emendamento al DL Crescita che consentirebbe ai dipendenti di aziende con più di mille impiegati, di andare in pensione con 7 anni di anticipo.

Tale misura, qualora fosse promossa, durerebbe per il solo biennio 2019-2020 e le aziende per consentire il pensionamento anticipato ai propri dipendenti dovrebbero firmare un contratto di consultazione con il ministero del Lavoro e i sindacati più rappresentativi.

In pratica grazie a questo tipo di contratto sarà l’azienda ad erogare al lavoratore un’indennità mensile che può essere liquidato anche in un’unica soluzione, commisurata al trattamento pensionistico lordo maturato dal lavoratore al momento della cessazione del suo contratto, così come determinato dall’INPS.

Il Governo per realizzare questa misura ha dichiarato che serviranno circa tra i 30 e i 40 milioni di euro per il 2019 e il 2020.

Pensioni, ultime novità: scivolo di 7 anni per le imprese con più di 1.00 dipendenti, ma con una clausola

Nell’emendamento presentato dal Movimento 5 stelle e dalla Lega è stata inserita anche una clausola per evitare un esodo di massa dal mondo del lavoro.

Questo perché nel testo viene precisato che le leggi e altri atti aventi forza di legge non possono in ogni caso modificare i requisiti per conseguire il diritto alla pensione vigenti al momento dell’adesione» all’uscita con scivolo aziendale.

La differenza tra l’isopensione ed il contratto di espansione è che quest’ultimo dovrebbe essere meno costoso per le aziende rispetto alla misura introdotta dalla Legge Fornero.

Non ci resta ora che aspettare e vedere se l’emendamento proposto dal Governo giallo - verde verrà approvato, visto che il DL crescita dovrebbe essere convertito in legge entro il 30 giugno 2019.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it