Novità pensioni: spunta una nuova ipotesi per riformare il sistema previdenziale

Guendalina Grossi - Pensioni

Il Ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha dichiarato che ci potrebbe essere un'altra soluzione oltre a quelle già proposte dal Governo per riformare il sistema previdenziale.

Novità pensioni: spunta una nuova ipotesi per riformare il sistema previdenziale

Come noto il Governo ha deciso di inserire nella Legge di Bilancio 2019 la Quota 100 per superare la Legge Fornero. Tale misura consentirebbe a chi ha compiuto 62 anni di età e che ha versato 38 anni di contributi di andare in pensione anticipatamente.

Intanto però il Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha dichiarato che si potrebbe pensare ad un’altra soluzione oltre a quelle già proposte per superare la Legge Fornero.

Intanto ci si inizia a domandare se Quota 100 varrà solo per il 2019 o anche per gli anni a seguire o se invece verrà monitorata per poi pensare di dedicarla solo ad alcune categorie di lavoratori.

Novità pensioni: spunta una nuova ipotesi per superare la Legge Fornero

Oltre alla Quota 100 che consentirebbe ai lavoratori che hanno compiuto 62 anni di età e che hanno versato 38 anni di contributi di lasciare prima il posto di lavoro, sembra che il Governo stia pensando ad altre soluzioni per riformare il sistema pensionistico.

Il Ministro dell’Intero, Matteo Salvini, ha infatti dichiarato durante la trasmissione televisiva Agorà che si potrebbe pensare di detassare le pensioni in alcune regioni del Sud Italia.

Questa ipotesi era già spuntata alcuni mesi fa ma poi non se ne era più parlato. In pratica l’idea sarebbe quella di erogare cospicue agevolazioni a quei pensionati che si trasferiscono nei paesi spopolati di Sardegna, Sicilia e Calabria.

A quanto dichiarato i pensionati potrebbero beneficiare di un’esenzione totale per un periodo di dieci anni. Questo consentirebbe di aiutare il PIL del Sud a decrescere.

Novità pensioni: dubbi sulla Quota 100 visti gli elevati costi che comporterebbe introdurre tale misura

Stanno nascendo sempre più dubbi sull’introduzione della Quota 100 per superare la Legge Fornero, i motivi sono molteplici ma quello principale è sicuramente relativo ai costi.

Infatti Quota 100 solo nel primo anno di attuazione costerebbe all’incirca 7/8 miliardi di euro. Proprio per questo motivo ci si domanda se questa misura verrà applicata solo per il 2019 o se continuerà ad esistere anche negli anni successivi.

L’alternativa potrebbe essere quella di pensare di rendere fruibile Quota 100 solo ad alcune categorie di lavoratori in modo tale da contenere i costi. É chiaro dunque che Quota 100 potrebbe essere una soluzione solo temporanea.