Informativa periodica FNC del 6 febbraio 2020

FNC, Fondazione Nazionale Commercialisti, in accordo con il CNDCEC ha pubblicato l'informativa periodica sul piano di investimenti per un'Europa più sostenibile. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Informativa periodica FNC del 6 febbraio 2020

La Fondazione Nazionale dei Commercialisti in accordo con il CNDCEC, Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, ha pubblicato un nuovo numero dell’informativa periodica “Attività Internazionale”: il piano di investimenti per un’Europa sostenibile e la digitalizzazione per le PMI nel Mediterraneo sono i temi centrali.

Il Parlamento europeo ha infatti approvato il Piano di investimenti sostenibili che dovrebbe supportare la strategia del Green Deal europeo, dedicando particolare attenzione al “meccanismo per una transizione giusta”, per garantire che il passaggio a un’economia climaticamente neutra avvenga in modo equo e non lasci indietro nessuno.

Ma vediamo nel dettaglio quali argomenti sono stati trattati nell’informativa periodica pubblicata dall FNC il 6 febbraio 2019.

Informativa periodica FNC: i piani di investimento per un Europa sostenibile

La FNC in accordo con il CNDCEC il 6 febbraio 2020 ha pubblicato l’informativa periodica “Attività Internazionale”, uno strumento incentrato sulle novità e gli sviluppi in ambito internazionale, su cui si è focalizzata maggiormente l’attenzione e l’analisi della categoria.

Il documento analizza il Piano di investimenti sostenibili che il Parlamento europeo ha approvato per supportare la strategia del Green Deal europeo, dedicando particolare attenzione al “meccanismo per una transizione giusta”, per garantire che il passaggio a un’economia climaticamente neutra avvenga in modo equo e non lasci indietro nessuno.

Nel dettaglio, il piano si articola su tre livelli. Per quanto riguarda il finanziamento si prevede di mobilitare almeno 1.000 miliardi di euro di investimenti sostenibili nei prossimi dieci anni.

Il bilancio UE destinerà all’azione per il clima e l’ambiente una quota di spesa pubblica senza precedenti, attirando i fondi privati, con un ruolo di primo piano della Banca europea per gli investimenti.

Sono attesi incentivi per sbloccare e riorientare gli investimenti pubblici e privati.

L’UE fornirà strumenti utili agli investitori, facendo della finanza sostenibile un pilastro del sistema finanziario.

Infine, per quanto riguarda il sostegno pratico, la Commissione fornirà supporto alle autorità pubbliche e ai promotori in fase di pianificazione, elaborazione e attuazione dei progetti sostenibili.

Informativa periodica FNC e CNDCEC: il ruolo della digitalizzazione

L’attenzione dell’informativa si focalizza poi sulla recente adozione da parte del Comitato economico e sociale europeo della relazione informativa sulla digitalizzazione delle PMI nella regione del Mediterraneo che evidenzia il ritardo accumulato in campo digitale da questo tipo di imprese e l’urgente necessità di rimettersi al passo per poter affrontare le sfide poste da una realtà sempre più digitalizzata.

Secondo l’Indice DESI (Digital Economy and Society Index = Indice di digitalizzazione dell’economia e della società) della Commissione europea, oltre il 50 % delle imprese negli Stati membri dell’UE che si affacciano sul Mediterraneo (quali Grecia, Spagna, Italia e Francia) presenta livelli di intensità digitale estremamente bassi rispetto a paesi in cima alla classifica come Finlandia, Danimarca e Paesi Bassi, dove tale percentuale è inferiore al 20%.

La relazione che accompagna l’Indice DESI rivela che le PMI sono in ritardo rispetto alle grandi imprese nell’adozione di modelli aziendali e tecnologie digitali, compresi quelli più basilari, come la condivisione elettronica delle informazioni (adottata dal 30% delle PMI rispetto all’80% delle grandi imprese) e il marketing dei prodotti o servizi sui social media (47% rispetto al 75%).

Informativa periodica FNC e CNDCEC: il piano di investimenti per un’Europa sostenibile
INFORMATIVA PERIODICA DEL CONSIGLIO E DELLA FONDAZIONE NAZIONALE DEI COMMERCIALISTI: FARI ACCESI SUL PIANO DI INVESTIMENTI PER UN’EUROPA SOSTENIBILE E SULLA DIGITALIZZAZIONE PER LE PMI NEL MEDITERRANEO

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network