Dichiarazione dei redditi ENC 2020: modello e istruzioni

Tommaso Gavi - Imposte

Dichiarazione dei redditi ENC 2020, approvato con il provvedimento del 31 gennaio il nuovo modello per il periodo di imposta 2019 degli enti non commerciali ed equiparati. I contribuenti interessati lo possono scaricare dal sito dell'Agenzia delle Entrate insieme alle istruzioni per la compilazione. Tutte le novità del modello Redditi ENC 2020.

Dichiarazione dei redditi ENC 2020: modello e istruzioni

Dichiarazione dei redditi ENC 2020, con il provvedimento del 31 gennaio è stato approvato il nuovo modello per il periodo di imposta 2019 degli enti non commerciali ed equiparati.

Il modello Redditi ENC 2020 e le relative istruzioni per la compilazione sono scaricabili dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Tra le novità della documentazione c’è lo spazio per le detrazioni relative a strutture di ricarica delle auto elettriche sostenute dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021.

Aggiunto inoltre uno spazio per il Patent Box, in cui si può indicare la quota annuale deducibile.

Ci sono anche modifiche per la sezione III del quadro RD: viene aggiunto uno spazio per i redditi che derivano dalla commercializzazione di piante e prodotti della floricoltura e attività di enoturismo.

Dichiarazione dei redditi ENC 2020: il nuovo modello e le istruzioni

Dichiarazione dei redditi ENC 2020, con il provvedimento Prot. n. 27979/2020 dell’Agenzia delle Entrate del 31 gennaio è stato presentato il nuovo modello.

Agenzia delle Entrate - Provvedimento Prot. n. 27979/2020 del 31 gennaio 2020
Approvazione del modello di dichiarazione “Redditi 2020–ENC”, con le relative istruzioni, che gli enti non commerciali residenti nel territorio dello Stato e i soggetti non residenti ed equiparati devono presentare nell’anno 2020 ai fini delle imposte sui redditi.

Il modello Redditi ENC 2020 deve essere utilizzato degli enti non commerciali ed equiparati per il periodo di imposta 2019.

La documentazione è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Agenzia delle Entrate - Modello REDDITI 2020, periodo d’imposta 2019
Enti non commerciali ed equiparati 2020.

Devono utilizzare tale modello i seguenti soggetti:

  • enti non commerciali residenti nel territorio dello Stato: enti pubblici e privati diversi dalle società, nonché i trust, che non hanno per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali;
  • organizzazioni non lucrative di utilità sociale, ONLUS, ad eccezione delle società cooperative (che devono usare il modello Redditi 2020 SC);
  • società ed enti non commerciali di ogni tipo, compresi i trust, non residenti nel territorio dello Stato;
  • curatori di eredità giacenti se il chiamato all’eredità è soggetto all’Ires e se la giacenza dell’eredità si protrae oltre il periodo di imposta nel corso del quale si è aperta la successione.

Le principali novità rispetto agli anni passati sono sintetizzate nella prima parte delle istruzioni per la compilazione, anch’esse scaricabili dal sito dell’amministrazione finanziaria.

Agenzia delle Entrate - Modello REDDITI 2020, periodo d’imposta 2019
Enti non commerciali ed equiparati 2020. Istruzioni per la compilazione.

Dichiarazione dei redditi ENC 2020: le novità del nuovo modello

Nella dichiarazione dei redditi ENC 2020, una delle novità è relativa ai nuovi spazi messi a disposizione per il Patent box, che prevede la deducibilità dei redditi in caso di opzione alternativa all’istanza di ruling.

Gli spazi che sono stati aggiornati sono i seguenti:

  • quadro RC, reddito d’impresa enti a contabilità pubblica;
  • quadro RF, reddito di impresa in regime di contabilità orinaria;
  • quadro OP, comunicazione per i regimi opzionali.

Un altro cambiamento riguarda l’introduzione degli spazi dedicati all’attività di enoturismo e di oleoturismo, che ha cambiato i quadri di seguito elencati:

  • quadro RG, reddito d’impresa in regime di contabilità semplificata e regimi forfetari;
  • quadro RD, reddito di allevamento di animali e reddito derivante da produzione di vegetali e da altre attività agricole.

Nuovi spazi anche per lo sport bonus, il credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche.

Il credito di imposta in questione è stato inserito nei seguenti quadri:

  • quadro RN, determinazione del reddito complessivo - calcolo dell’Ires;
  • quadri RS, RC, RD, RE, RF, RG, RH.

Ulteriori cambiamenti sono presenti nel quadro RF, reddito d’impresa in regime di contabilità ordinaria, in cui è stata inserita la voce “Altre variazioni in diminuzione”.

Due sono invece le voci aggiunte al quadro RQ, altre imposte:

  • Prospetto per la determinazione degli interessi passivi indeducibili, righi da RQ63 a RQ67;
  • Rivalutazione beni d’impresa e partecipazioni, sezioni XXIII-A, XXIII-B e XXIII-C.

Oltre allo sport bonus, nel quadro RN, determinazione del reddito complessivo - calcolo dell’Ires, sono stati previsti altri due spazi:

  • Spese infrastrutture ricarica veicoli elettrici, rigo RN20, colonna 5;
  • Bonus bonifica ambientale, rigo RN25, colonna 5.

Aggiunta anche la facoltà di rideterminare il valore dei terreni posseduti
alla data del 1° gennaio 2019 e del 1° gennaio 2020 al quadro RM, redditi di capitale, redditi derivanti da soggetti controllati non residenti - rivalutazione del valore dei terreni.

Il quadro RT, plusvalenze di natura finanziaria è stato arricchito dei seguenti spazi:

  • Rivalutazione del valore delle partecipazioni, sezione VII;
  • Plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni qualificate, sezione II.

I quadri RC, RD, RE, RF, RG, RH e RS con il nuovo modello comprendono altre due voci, oltre allo sport bonus:

  • Bonus bonifica ambientale, rigo RS254, il credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro effettuate per interventi su edifici e terreni pubblici per la bonifica ambientale;
  • Spese infrastrutture ricarica veicoli elettrici, righi da RS420 a RS422, con l’indicazione delle spese sostenute dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021 relative all’acquisto e alla posa in opera di infrastrutture di ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica.

Altri due quadri, infine, hanno recepito le modifiche di nuove disposizioni e di direttive europee:

  • il quadro FC, redditi dei soggetti controllati non residenti, con la voce interessi passivi non deducibili e c.d. Società di comodo;
  • il quadro TR, imposizione in uscita e valori fiscali in ingresso, con la voce prospetto relativo al trasferimento della residenza all’estero, righi da TR1 a TR20.

Dichiarazione dei redditi ENC 2020: il nuovo modello e le date di scadenza

Il modello Redditi ENC 2020 deve essere compilato dagli enti non commerciali ed equiparati per l’anno di imposta 2019.

Le scadenze che i contribuenti devono segnare in agenda sono fissate all’ultimo giorno dell’undicesimo mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta.

Si possono dunque verificare due casi:

  • in caso di anno solare: 30 novembre 2020;
  • nel caso di periodo di imposta, ad esempio, 1° luglio 2019 - 30 giugno 2020: il termine è fissato al 31 maggio 2021.

Le possibili scelte per la trasmissione della dichiarazione sono le seguenti:

  • per via telematica, direttamente dal dichiarante, attraverso i servizi Entratel o Fisconline;
  • per via telematica, tramite un intermediario abilitato;
  • presso un ufficio postale, solo per i soggetti che non hanno l’obbligo di presentazione telematica.

Dichiarazione dei redditi ENC 2020 e crediti in compensazione

La dichiarazione dei redditi, con le modifiche del Decreto fiscale 2020 collegato alla Legge di bilancio, è strettamente collegata alla possibilità di utilizzare crediti d’imposta in compensazione.

Su importi annui superiori a 5.000 euro è infatti obbligatoria la presentazione preventiva della dichiarazione di riferimento.

Tale obbligo vale per le seguenti imposte: Irpef, Ires ed Irap.

La compensazione dei crediti delle imposte sui redditi, relative addizionali e imposte sostitutive può essere effettuata al più presto il decimo giorno successivo a quello in la dichiarazione da cui emerge il credito è stata presentata.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network