Decreto Milleproroghe 2020, dal bonus verde a PagoPA: tutte le novità in arrivo

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

Decreto Milleproroghe 2020: come di consueto emergono le prime novità sul provvedimento di rinvio delle scadenze. Tra queste, la proroga del bonus verde, dell'obbligo di PagoPA per i pagamenti verso le Pubbliche Amministrazioni ed il termine di iscrizione agli elenchi delle professioni sanitarie.

Decreto Milleproroghe 2020, dal bonus verde a PagoPA: tutte le novità in arrivo

Decreto Milleproroghe anche nel 2020: è in arrivo il testo del provvedimento omnibus che rinvia le scadenze imminenti. Sono la proroga del bonus verde, dell’obbligatorietà di PagoPA e del termine per l’iscrizione agli elenchi delle professioni sanitarie le principali misure previste.

In prima battuta si pensava che il testo del Milleproroghe sarebbe stato inserito all’interno della Legge di Bilancio 2020. Così non sarà e, come quasi ogni anno dal 2005, il Governo Conte bis rispetterà la tradizione confermando l’imminente approvazione del decretone di fine anno.

L’obiettivo del decreto Milleproroghe è quello di intervenire sulle scadenze imminenti, molte delle quali con effetti già dal 1° gennaio 2020, per rinviarle a “data da destinarsi”.

È la proroga del bonus verde una delle novità previste, accanto al rinvio al 30 giugno 2020 del termine per l’iscrizione agli elenchi delle professioni sanitarie e, molto probabilmente, dell’avvio del mercato libero per le bollette di luce e gas.

Proroga in arrivo anche per l’obbligo di effettuare i versamenti verso gli Enti pubblici esclusivamente tramite PagoPA, la piattaforma statale che dal 2020 ospiterà anche il bollo auto. Non è chiaro se il rinvio riguarderà anche la nuova modalità di versamento della tassa automobilistica o meno.

Proroga anche per la riforma delle intercettazioni, che verrà rinviata al 30 giugno 2020, così come per la class action che nella bozza del Milleproroghe è rinviata al mese di ottobre.

In attesa dell’approvazione del decreto Milleproroghe 2020, passiamo in rassegna le principali novità in arrivo e le scadenze per le quali si preannuncia un rinvio.

Decreto Milleproroghe 2020, dal bonus verde a PagoPA: tutte le novità in arrivo

Saranno circa una cinquantina le scadenze rinviate dal decreto Milleproroghe 2020. Tra le anticipazioni che emergono sulle novità in arrivo, c’è il salvataggio del bonus verde, in scadenza il 31 dicembre, che verrà rinnovato anche per il prossimo anno.

Non cambia il perimetro dei soggetti beneficiari della detrazione fiscale, pari al 36% e fino a 5.000 euro, così come dei lavori incentivati: il bonus verde si applicherà ai lavori di sistemazione a verde sostenuti sia su edifici singoli che su condomini.

Insomma, nessuna modifica alle regole alla base della detrazione fiscale, la cui proroga conferma il pacchetto dei bonus casa anche nel 2020, al quale si aggiungerà la detrazione fino al 90% per il rifacimento delle facciate prevista dalla Legge di Bilancio 2020.

Non saranno solo le detrazioni il fulcro del Milleproroghe, provvedimento che è diventato tradizione della politica italiana da quando, nel 2005, fu il Governo Berlusconi ad inaugurare l’ormai consueto decreto omnibus di fine anno.

Sarà rinviato anche l’obbligo di pagare i tributi dovuti alle amministrazioni pubbliche mediante PagoPA. Il passaggio alla piattaforma pubblica dei pagamenti prevista dal CAD è attualmente previsto come obbligatorio a partire dal 1° gennaio 2020. Il Governo punta al rinvio fino al 1° luglio. Ancora è poco chiaro se la proroga si applicherà anche al bollo auto, per il quale il DL Fiscale ha previsto l’obbligo di pagamento su PagoPA dal 1° gennaio.

Decreto Milleproroghe 2020: rinvio scadenza iscrizione elenchi professioni sanitarie

Come anticipato, sarà davvero variegato l’elenco delle scadenze che saranno ritoccate dal testo del decreto Milleproroghe 2020.

Tra queste, vi è quella prevista per l’iscrizione agli elenchi delle professioni sanitarie. Il termine del 31 dicembre 2019 sarà molto probabilmente rinviato al 30 giugno 2020. Il rinvio si applicherà a tutti i professionisti obbligati ad iscriversi agli elenchi speciali ad esaurimento.

Decreto Milleproroghe 2020, possibile rinvio anche per il mercato libero delle bollette luce e gas

Di possibile rinvio si parla anche in merito all’entrata in vigore del mercato libero per le bollette di luce e gas. L’addio al mercato a maggio tutela, attualmente previsto dal 1° luglio 2020 e già oggetto di proroga, potrebbe essere nuovamente spostato in avanti, ma ancora non è chiaro entro quale scadenza.

La valutazione sul possibile rinvio è dettata da questioni di ordine pratico: sono pochi i contribuenti che sono già passati al mercato libero, e tra le misure allo studio di ARERA e del MISE c’è quella di creare una sorta di doppio binario, con scadenze differenziate per famiglie ed imprese.

È a fronte del perimetro ampio dei soggetti interessati dalle novità annunciate che è particolarmente atteso il varo del Milleproroghe, provvedimento che insieme alla Legge di Bilancio 2020 sarà al centro dei lavori di chiusura d’anno del Parlamento.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it