Comunicazione amministratore di condominio: proroga al 7 aprile 2022 per le ristrutturazioni 2021

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Comunicazione amministratore di condominio: proroga al 7 aprile 2022 della scadenza per le ristrutturazioni relative al 2021. A disporlo è l'Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 16 marzo 2022, termine ordinario di scadenza.

Comunicazione amministratore di condominio: proroga al 7 aprile 2022 per le ristrutturazioni 2021

Comunicazione dell’amministratore di condominio, proroga dal 16 marzo al 7 aprile 2022 relativamente alle spese per ristrutturazione del 2021.

A disporlo è l’Agenzia delle Entrate, che con il provvedimento pubblicato il 16 marzo 2022 rinvia la data ultima di scadenza per la comunicazione dei lavori condominiali.

La proroga non è una sorpresa, ed era stata richiesta dagli amministratori di condominio alla luce del nuovo termine per la comunicazione delle opzioni per la cessione del credito e lo sconto in fattura.

Il provvedimento allinea quindi i due adempimenti alla scadenza del 7 aprile 2022. Una novità che però è già superata, alla luce della nuova proroga in arrivo nel decreto Sostegni ter ai fini della comunicazione per la cessione del credito.

Comunicazione amministratore di condominio: proroga al 7 aprile 2022 per le ristrutturazioni 2021

Per gli amministratori di condominio tenuti a trasmettere i dati delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica delle parti comuni, così come delle spese per mobili e arredi, la scadenza ultima per l’invio della comunicazione all’Agenzia delle Entrate slitta al 7 aprile 2022.

A disporlo è il provvedimento pubblicato il 16 marzo 2022, giorno ordinario di scadenza per l’invio della comunicazione delle spese sostenute da ciascun condomino.

La proroga accoglie le richieste dei soggetti obbligati all’invio della comunicazione dei dati, che come si legge nel documento:

“hanno manifestato l’esigenza di una proroga dei termini per assicurare la trasmissione di informazioni il più possibile corrette e complete ai fini della predisposizione della dichiarazione precompilata e tenuto conto che le specifiche tecniche per la trasmissione dei dati sono variate rispetto all’anno precedente al fine di recepire le modifiche normative introdotte agli articoli 119 e 121 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. Decreto Rilancio)”.

La richiesta di una proroga della scadenza del 16 marzo 2022 si lega anche al maggior termine concesso per la comunicazione della cessione del credito.

Il disallineamento dei tempi previsti per l’esercizio delle opzioni e per la comunicazione dell’amministratore di condominio avrebbe portato al rischio di indicare dati incompleti, e di conseguenza ad errori nella dichiarazione dei redditi precompilata.

Agenzia delle Entrate - provvedimento del 16 marzo 2022
Proroga dei termini per la comunicazione all’anagrafe tributaria, ai fini della elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata 2022, dei dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati su parti comuni di edifici residenziali.

Proroga comunicazione amministratore di condominio e cessione del credito: tempi ancora disallineati

Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 16 marzo 2022 nasce quindi con il fine di allineare i tempi, per consentire agli amministratori di predisporre le comunicazioni delle spese sostenute nel 2021 con dati completi ed esatti.

La nuova scadenza viene difatti fissata al 7 aprile 2022, stesso termine previsto attualmente per la comunicazione delle opzioni di cessione del credito e sconto in fattura per le spese sostenute lo scorso anno.

Il calendario degli adempimenti legati alla fruizione dei bonus fiscali sulla casa è però in continuo mutamento, così come la normativa di riferimento, e le novità contenute nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate sono di fatto già vecchie.

L’intento di allineare i tempi, per consentire agli amministratori di condominio di comunicare dati completi e accurati, è superato dai fatti.

Con un emendamento approvato dalla Commissione Bilancio del Senato nel corso dei lavori per la conversione in legge del decreto Sostegni ter è stata infatti prorogata al 29 aprile 2022 la comunicazione per la cessione del credito e lo sconto in fattura.

Una scadenza che non è ancora ufficiale, tenuto conto che il testo della legge di conversione del decreto Sostegni ter dovrà essere approvato in Senato, e poi alla Camera entro il 28 marzo 2022, ma è difficile ipotizzare passi indietro.

Ancora una volta, quindi, si renderà necessario un nuovo intervento per riallineare i tempi.

Un nuovo ritocco al calendario delle scadenze per gli amministratori di condominio, che appare plausibile anche alla luce della nuova scadenza per la messa a disposizione del modello 730 precompilato 2022, che passa dal 30 aprile al 23 maggio.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network