Cessione del credito “jolly” per le comunicazioni fino al 16 febbraio 2022: novità dalle Entrate

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Una cessione del credito jolly per le comunicazioni inviate all'Agenzia delle Entrate entro il 16 febbraio 2022. La novità è contenuta in una FAQ pubblicata il 17 marzo, che coordina le misure anti frode introdotte dal decreto legge n. 13/2022 al periodo transitorio previsto dal decreto Sostegni ter.

Cessione del credito “jolly” per le comunicazioni fino al 16 febbraio 2022: novità dalle Entrate

Cessione del credito “jolly per le comunicazioni inviate fino al 16 febbraio 2022.

L’Agenzia delle Entrate fa il punto delle novità introdotte dal decreto legge n. 13/2022, coordinando la regola della prima cessione libera e delle due in ambiente controllato con le disposizioni previste dal decreto Sostegni ter.

Per tutelare l’affidamento dei contribuenti, alla luce delle molteplici modifiche alla disciplina della cessione del credito per i bonus casa, il superbonus e i bonus Covid, per le prime opzioni comunicate entro il 16 febbraio il credito potrà essere ceduto un’ulteriore volta a qualsiasi soggetto, e poi due volte a soggetti qualificati.

Stesso discorso anche per le cessioni successive alla prima comunicate all’Agenzia entro il 16 febbraio 2022, situazione per la quale viene concessa un’ulteriore cessione jolly a qualunque soggetto, per poi applicare la regola delle due cessioni esclusivamente a soggetti qualificati.

Anche per le cessioni successive alla prima comunicate dal 17 febbraio sarà possibile optare per due ulteriori operazioni a banche, intermediari finanziari e altri soggetti qualificati.

Si scoglie così il nodo del coordinamento tra le regole previste inizialmente dal decreto Sostegni ter, che stabiliva la possibilità di una sola cessione del credito, e le nuove disposizioni previste dal decreto Frodi n. 13/2022.

L’Agenzia delle Entrate illustra caso per caso come comportarsi, salvaguardando i contribuenti colpiti dai numerosi cambi di passo introdotti a distanza di poche settimane.

Cessione del credito jolly per le comunicazioni fino al 16 febbraio 2022: novità dalle Entrate

A fare ordine nel caos causato dal susseguirsi di interventi in ottica anti-frode ci pensa una FAQ pubblicata il 17 marzo 2022 dall’Agenzia delle Entrate, che coordina i due interventi previsti nell’ambito del superbonus e dei bonus casa dal decreto Sostegni ter e dal decreto n. 13 del 25 febbraio 2022.

Si ricorda che il decreto legge n. 4/2022 aveva introdotto il divieto di cessione del credito ulteriore alla prima, causando di fatto lo stallo di molti cantieri già avviati e il blocco dell’avvio dei nuovi lavori.

Una problematica per la quale il decreto legge n. 3 del 25 febbraio 2022, modificando per la quarta volta in pochi mesi le disposizioni previste dagli articoli 121 e 122 del decreto Rilancio, ha previsto a partire dal 26 febbraio la regola della prima cessione libera e delle ulteriori due ammesse esclusivamente verso soggetti qualificati, ossia banche, intermediari finanziari, società appartenenti a gruppi bancari e imprese di assicurazione operanti in Italia.

Nulla era stato previsto per i soggetti che, secondo quanto previsto dall’articolo 28 del decreto legge n. 4/2022, avevano potuto optare per un’ulteriore cessione del credito entro il 16 febbraio 2022, nel cosiddetto periodo transitorio.

Una mancanza di coordinamento normativo sulla quale interviene ora il chiarimento fornito dall’Agenzia delle Entrate, che a tutela dell’affidamento dei contribuenti e per evitare disparità di trattamento alla luce del “tira e molla” normativo, consente una cessione del credito jolly per le comunicazioni trasmesse nel periodo transitorio.

Regole differenziate si applicano quindi per le prime e le successive cessioni in base alla data delle stesse.

EventoTipoUlteriori cessioni
Prima cessione o sconto Prima cessione o sconto comunicati all’Agenzia entro il 16 febbraio 2022 Il credito può essere ceduto una sola volta a chiunque (jolly) e poi due volte a soggetti “qualificati”
Prima cessione comunicata all’Agenzia dal 17 febbraio 2022 Il credito può essere ceduto due volte a soggetti “qualificati”
Sconto comunicato all’Agenzia dal 17 febbraio 2022 Il credito può essere ceduto una volta a chiunque e poi due volte a soggetti “qualificati”
Cessioni successive alla prima Cessioni successive alla prima comunicate all’Agenzia entro il 16 febbraio 2022 Il credito può essere ceduto una sola volta a chiunque (jolly) e poi due volte a soggetti “qualificati”
Cessioni successive alla prima comunicate all’Agenzia entro il 16 febbraio 2022 e cessione jolly comunicata all’Agenzia dal 17 febbraio Il credito può essere ceduto due volte a soggetti “qualificati”

Cessione del credito prima o dopo il 16 febbraio 2022: dall’Agenzia delle Entrate le opzioni possibili

Dallo schema pubblicato nella FAQ dell’Agenzia delle Entrate si evince quindi che per le prime opzioni di cessione del credito o sconto in fattura comunicate all’Agenzia delle Entrate nel periodo transitorio, ossia entro il 16 febbraio 2022, sarà riconosciuta una operazione jolly a qualsiasi soggetto, per poi passare alle due opzioni verso soggetti qualificati.

La cessione già comunicata nel periodo ponte previsto dal decreto Sostegni ter non è quindi “bruciata”, alla luce della regole delle tre operazioni introdotte dal DL n. 13/2022.

Tre cessioni, la prima libera e le ulteriori due in ambiente controllato, saranno inoltre consentite anche per le opzioni comunicate dopo il periodo transitorio, e quindi dal 17 febbraio, e prima dell’entrata in vigore delle nuove regole anti-frode.

Nell’ambito dello sconto in fattura, viene inoltre confermata l’applicazione delle regole in materia di cessione del credito non in capo al contribuente che opta per l’applicazione della misura, ma per l’impresa cessionaria.

Questa avrà quindi la possibilità di optare per una cessione libera, e successivamente si avranno a disposizione due ulteriori cessioni in favore di banche e altri soggetti qualificati.

Nessuna penalizzazione neppure per le cessioni successive alla prima.

Per le comunicazioni inviate entro il 16 febbraio 2022 si applica la regola del jolly, e quindi sarà consentito cedere il credito liberamente a qualsiasi soggetto; successivamente, restano a disposizione le due operazioni vigilate.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network