APE volontaria: le istruzioni INPS per il rimborso dal Fondo di garanzia

Tommaso Gavi - Pensioni

APE volontaria, con la circolare INPS numero 63 del 27 maggio 2020, l'INPS fornisce le istruzioni per l'accesso al Fondo di garanzia nei casi di liquidazione dei trattamenti pensionistici prima del diritto alla pensione di vecchiaia e in quelli di rimborso al soggetto per l'estinzione anticipata del finanziamento.

APE volontaria: le istruzioni INPS per il rimborso dal Fondo di garanzia

APE volontaria, l’INPS dà indicazioni organizzative, operative e contabili sull’accesso al Fondo di garanzia.

Nella circolare numero 63 del 27 maggio 2020, l’Istituto fornisce le istruzioni da seguire nei casi di liquidazione dei trattamenti pensionistici prima del diritto alla pensione di vecchiaia e in quelli di rimborso al soggetto per l’estinzione anticipata del finanziamento.

All’interno del documenti di prassi una parte è dedicata anche al decesso del soggetto che usufruiva dell’APE volontaria ed ai successivi adempimenti.

APE volontaria: le istruzioni INPS per l’accesso al Fondo di garanzia e il rimborso per decesso

Con la circolare INPS numero 63 del 27 maggio 2020, l’Istituto fornisce nuove indicazioni sull’APE volontaria.

Nel testo le istruzioni per l’accesso al Fondo di garanzia in due casi particolari: le lettere k e n dell’articolo della convenzione tra l’INPS, il Ministro dell’Economia e delle finanze e il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali.

INPS - Circolare numero 63 del 27 maggio 2020
Gestione delle istanze di rimborso della commissione di accesso al Fondo di Garanzia per l’accesso all’anticipo pensionistico (APE volontaria). Istruzioni operative. Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti.

I due casi presi in considerazione sono i seguenti:

  • k) nei casi di cui all’art. 3, comma 5, del D.P.C.M., ovvero la liquidazione di trattamenti pensionistici diretti prima del perfezionamento del diritto alla pensione di vecchiaia, in cui si deve corrispondere al soggetto finanziato la quota parte non utilizzata della commissione per l’accesso al Fondo secondo le modalità previste dalle istruzioni operative;
  • n) il caso di rimborso al soggetto finanziato, a seguito dell’estinzione anticipata del finanziamento, della quota parte non goduta della commissione per l’accesso al Fondo. Tale rimborso avviene secondo le modalità previste nelle istruzioni operative.

Il documento di prassi fornisce le istruzioni organizzative per i soggetti che hanno estinto in anticipo il finanziamento. Nello specifico viene stabilito che:

  • la gestione dei rimborsi della commissione di accesso al Fondo di Garanzia viene attribuita alle Strutture territoriali, nell’ambito delle linee di prodotto e servizio a presidio della funzione “Assicurato pensionato, che hanno in carico la pensione del soggetto ex “apista”;
  • qualora l’estinzione del finanziamento sia avvenuta prima del pensionamento, la gestione dei rimborsi della commissione di accesso al Fondo è attribuita alla Struttura territoriale, nell’ambito delle linee di prodotto e servizio a presidio della funzione “Assicurato pensionato”, che ha accolto la domanda di certificazione dell’Ape presentata al momento della richiesta del finanziamento.

APE volontaria, le istruzioni INPS: i tre casi presi in esame dal documento di prassi

Le istruzioni operative dell’INPS si riferiscono a tre diversi casi:

  • la liquidazione di trattamenti pensionistici diretti prima del perfezionamento del diritto alla pensione di vecchiaia;
  • l’estinzione anticipata del finanziamento;
  • il decesso del soggetto Apista.

Nel primo caso, l’INPS invia una comunicazione dell’avvenuta liquidazione all’Ente finanziatore che provvede a:

  • sospendere l’erogazione mensile dell’APE;
  • elaborare e trasmettere all’INPS il nuovo piano di ammortamento rimodulato;
  • calcolare e comunicare all’INPS l’importo della quota non utilizzata della commissione di accesso al Fondo di Garanzia che dovrà essere rimborsata al pensionato.

Attraverso il codice fiscale del pensionato ex-apista, in “quote quinto” saranno visualizzati due piani, il primo chiuso per “riduzione età pensionabile”, il secondo attivo.

Per quanto riguarda l’estinzione anticipata del finanziamento, l’iter avviene secondo i seguenti passaggi:

  • l’INPS comunica alla banca la domanda;
  • la banca comunica al soggetto, tramite l’INPS, la somma da versare;
  • il soggetto versa alla banca la somma;
  • la banca comunica all’INPS e alla compagnia assicurativa l’avvenuto pagamento;
  • la compagnia assicurativa comunica all’INPS il rimborso del premio assicurativo che deve al soggetto;
  • l’INPS calcola il rimborso del Fondo di Garanzia da versare al soggetto.

Attraverso il codice fiscale del soggetto, nell’applicativo “Quote quinto” saranno presenti i seguenti piani, in base alla situazione:

  • nel caso in cui il soggetto abbia effettuato l’estinzione totale sarà visibile il piano nello stato "Chiuso per estinzione totale";
  • nel caso in cui il soggetto abbia effettuato l’estinzione parziale saranno visualizzabili due piani: il primo nello stato “Chiuso per estinzione parziale” e il secondo nello stato “Attivo” o "Giacente".

Il terzo caso è il decesso del soggetto apista. Quando la struttura territoriale riceve la domanda di rimborso della commissione di accesso al Fondo, dopo il decesso del soggetto apista per il quale esiste un piano chiuso per estinzione o per pensionamento anticipato e per il quale non è stato erogato il rimborso, la struttura procederà al rimborso dopo le opportune verifiche.

APE volontaria, le istruzioni INPS: le istruzioni operative e contabili per il pagamento

Nel documento di prassi sono riportate anche le indicazioni che le strutture territoriali competenti devono seguire per predisporre il provvedimento di liquidazione del rimborso a favore del beneficiario o dei suoi eredi.

Il provvedimento dovrà contenere:

  • i riferimenti legislativi/regolamentari;
  • i requisiti del beneficiario;
  • la quantificazione;
  • la disposizione del rimborso.

La circolare INPS riporta le istruzioni pratiche per finalizzare la procedura, le azioni da eseguire e gli importi da inserire.

I dettagli sulle istruzioni operative e contabili sono presenti nel testo del documento di prassi, scaricabile dal sito dell’INPS.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network