TFA e reclutamento insegnanti 2017: ultime novità

TFA e reclutamento insegnanti 2017: ultime novità

Veronica Santini - Scuola

Reclutamento insegnanti: il TFA sarà abolito nel 2017? Quali sono le nuove modalità per diventare insegnanti? Le novità.

In pieno clima di riflessione sulla legge della Buona Scuola 107/2015, si apre la strada a nuove possibilità di formazione e reclutamento insegnanti nel 2017.
Il 2017 dovrebbe essere l’anno dell’ultimo ciclo del TFA, che verrebbe sostituito da lauree abilitanti, di durata biennale, che porterebbero alla possibilità di accedere al concorso e, quindi, al tirocinio di durata triennale.
Ecco le ultime novità in materia di formazione e reclutamento dei docenti.

Tfa 2017: ci sarà un nuovo ciclo?

In seguito alle dimissioni di Renzi dopo l’insuccesso del Referendum Costituzionale del 2016, l’orizzonte politico ha subito numerosi cambiamenti. Tra questi, la scelta di eleggere un nuovo Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che ha visto sostituire l’ex Ministro Stefania Giannini con l’attuale Ministro Valeria Fedeli.
Le conseguenze, quindi, sono percepibili in un rallentamento delle decisioni concernenti il TFA e il reclutamento insegnanti nel 2017.
A differenza del TFA sostegno, la questione TFA nel 2017 è, al momento, in stand-by.

La ragione dell’attuale situazione relativa al TFA è dovuta alla richiesta del nuovo Ministro Fedeli di poter prorogare di due mesi la messa in opera delle deleghe della legge 107/2015, che aveva invece come termine limite il 15 Gennaio 2017.

Tuttavia, è certo che nel 2017 si saprà con certezza quale sarà il destino del TFA e, quindi, della formazione e del reclutamento di tutti coloro che aspirano a diventare futuri docenti.

Addio TFA nel 2017: via alle lauree abilitanti

Il TFA avrà comunque vita breve: anche nel caso in cui si decidesse di avviare un nuovo ciclo TFA nel 2017, questo dovrebbe essere l’ultimo.
Difatti, si sta aprendo una nuova strada per le modalità di formazione e di reclutamento insegnanti nel 2017: le lauree magistrali abilitanti.

Addio al TFA nel 2017, dunque: il nuovo sistema di formazione e di reclutamento degli insegnanti prevede un nuovo percorso da intraprendere.
Il futuro docente dovrà infatti frequentare un corso di laurea magistrale abilitante, di durata biennale, in coerenza con le discipline che si intendono insegnare.

Terminato il corso magistrale abilitante, si potrà accedere al concorso nazionale per il reclutamento dei futuri docenti. Superato il concorso nazionale, il futuro docente dovrà affrontare un tirocinio, un percorso formativo di durata triennale retribuito, con il quale apprenderà nozioni di didattica, psicologia e pedagogia, il primo anno di tirocinio, e pratica, gli ultimi due anni.

Tfa 2017: una novità importante
Una novità considerevole riguarda la possibilità di partecipare al tirocinio anche a coloro che non hanno superato il concorso nazionale, ma ciò sarà possibile solo a pagamento.

Una volta terminato e superato il tirocinio con successo, l’insegnante-apprendista otterrà il contratto a tempo indeterminato e diventerà insegnante di ruolo.
Tuttavia, al momento, è ancora tutto da stabilire.

Si invitano i lettori interessati a continuare a seguirci: vi terremo costantemente aggiornati su tutte le novità relativa al TFA 2017.

Iscriviti alla nostra newsletter


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03