Rottamazione cartelle Equitalia: riapertura termini per presentare domanda

Proroga rottamazione cartelle Equitalia: possibile riapertura dei termini per presentare domanda. Lo chiedono più emendamenti alla Manovra presentati in sede di conversione del DL 50/2017. Ecco tutte le novità e le possibili scadenze.

Rottamazione cartelle Equitalia: riapertura termini per presentare domanda

Proroga rottamazione cartelle Equitalia: sono molti gli emendamenti al DL 50/2017 che chiedono la riapertura dei termini per presentare domanda. La Manovra potrebbe consentire nuovamente ai contribuenti di presentare domanda e sulla base delle novità entro al 31 ottobre 2017.

Dopo la proroga della rottamazione delle cartelle Equitalia al 21 aprile 2017 i contribuenti che non hanno rispettato i termini potrebbero beneficiare di una nuova riapertura del condono dei ruoli trasmessi ad Equitalia; si tratterebbe, in ogni caso, delle cartelle trasmesse tra il 2000 e il 31 dicembre 2016 per le quali come noto si può beneficiare dello sgravio di sanzioni e interessi di mora.

La rottamazione delle cartelle Equitalia ha fatto registrare un notevole numero di domande, molte delle quali trasmesse proprio a ridosso della scadenza, prorogata dal 31 marzo al 21 aprile 2017. Entro la metà del mese di giugno i contribuenti si vedranno recapitare la somma condonata da pagare, in un massimo di 5 rate ed entro settembre 2018.

Anche sulle rate della rottamazione Equitalia gli emendamenti presentati in sede di conversione del DL 50/2017, la Manovra correttiva entrata in vigore il 24 aprile 2017, potrebbero cambiare le scadenze entro cui effettuare il pagamento della cartella oggetto di condono, consento una proroga della rottamazione fino al 2019.

Firmatari degli emendamenti sono Enrico Zanetti di Scelta Civica e il M5S, che chiede però la riapertura e la proroga della rottamazione delle cartelle Equitalia fino a metà settembre. Sullo stesso fronte arrivano anche le richieste di modifica alla scadenze delle rate per chi ha aderito alla rottamazione dei debiti con Equitalia. Ecco tutte le novità e le possibili nuove scadenze per la rottamazione.

Rottamazione cartelle Equitalia: riapertura termini per presentare domanda

La riapertura dei termini per presentare domanda di rottamazione delle cartelle Equitalia e l’ulteriore proroga fino ad ottobre 2017 è la proposta presentata da Scelta Civica e dal M5S con due emendamenti alla Manovra, pronti per essere discussi in vista della conversione del DL 50/2017.

La rottamazione dei debiti fiscali torna ad essere il piatto forte della Manovra fiscale e per i contribuenti la riapertura dei termini consentirebbe di aderire alla rottamazione delle cartelle fino al 31 ottobre 2017. Con la nuova scadenza, oltre ad essere modificati i termini originariamente previsti dal DL 193/2016 verrebbero come diretta conseguenza modificate le scadenze per il pagamento.

Sulla base di quanto disposto dagli emendamenti alla Manovra, per pagare l’importo rottamato del debito con Equitalia si avrebbe tempo fino al 2019, mentre attualmente è previsto che la scadenza, per chi ha scelto il pagamento a rate, sia fissata a settembre 2018.

La prima rata sarebbe oggetto di una proroga a febbraio 2018, seconda e terza nei mesi di aprile e giugno e le ultime due rate rispettivamente a gennaio e giugno del 2019. Proprio questo potrebbe essere uno dei punti critici dell’emendamento: come noto, il condono delle cartelle Equitalia è stato introdotto dal Governo con l’obiettivo di recuperare parte della liquidità richiesta per riequilibrare i conti pubblici, ragion per cui è stata introdotta con il DL 50/2017 anche la rottamazione delle liti fiscali con l’Agenzia delle Entrate.

Tuttavia è proprio questo il motivo per il quale in molti sostengono che la proroga della rottamazione, con la riapertura dei riapertura dei termini per presentare domanda potrebbe essere accolta con favore: le domande di rottamazione delle cartelle Equitalia sono state più di 600 mila, con la possibilità per l’Erario di recuperare una buona percentuale dell’evaso.

Proroga rottamazione cartelle Equitalia: il “nodo” di importo e scadenze delle rate

Oltre alla riapertura dei termini e la proroga delle domande di rottamazione delle cartelle Equitalia, quello che in molti auspicano è che vengano approvati gli emendamenti che richiedono la proroga delle scadenze per il pagamento delle rate.

Come noto, i contribuenti che hanno aderito alla rottamazione delle cartelle e che si vedranno recapitare il conto da pagare entro il 15 giugno 2017, dovranno prestare particolare attenzione alle rate e alle date entro cui completare il pagamento. In caso di ritardo si decadrà automaticamente dalla rottamazione e la cartella Equitalia verrà ricalcolata con sanzioni e interessi di mora.

Più che al numero complessivo di domande di adesione alla rottamazione Equitalia il vero banco di prova sarà proprio il 15 giugno, giorno in cui alcuni contribuenti potrebbero decidere di rinunciare alla definizione agevolata proprio per via dell’importo da pagare in tempi strettissimi.

La scadenza per il pagamento delle rate è, attualmente, così suddivisa:

  • prima rata 24% entro luglio 2017;
  • seconda rata 23% entro settembre 2017;
  • terza rata 23% entro novembre 2017;
  • quarta rata 15% entro aprile 2018;
  • quinta rata 15% entro settembre 2018.

Nei prossimi giorni si avranno ulteriori notizie sulle novità della Manovra che potrebbero portare alla proroga e alla riapertura dei termini per presentare domanda di rottamazione delle cartelle Equitalia e modificare la scadenza delle rate.