Rottamazione cartelle 2017: domanda online con Fai D.A. Te. Ecco come fare

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Rottamazione cartelle 2017: online il servizio dell'Agenzia delle Entrate Riscossione per presentare domanda e richiedere il prospetto informativo sui carichi definibili. Ecco come fare e come funziona Fai D.A. Te.

Rottamazione cartelle 2017: domanda online con Fai D.A. Te. Ecco come fare

Rottamazione cartelle 2017: domanda online e senza code agli sportelli con il servizio Fai D.A. te messo a disposizione dei contribuenti dall’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Il nuovo servizio per presentare domanda online non è l’unica novità per i contribuenti intenzionati ad aderire alla rottamazione bis delle cartelle 2017: si potrà richiedere il prospetto informativo con l’elenco dei carichi definibili direttamente dal proprio computer.

Con Fai D.A. te l’Agenzia delle Entrate cerca di evitare che gli uffici territoriali vengano di nuovo invasi dai contribuenti, come avvenuto nei mesi che hanno preceduto la scadenza per la presentazione della domanda di rottamazione delle cartelle Equitalia 2016.

Presentare domanda e sapere se è possibile aderire alla nuova rottamazione delle cartelle è facile e veloce: vediamo come funziona Fai D.A. te e come sapere se i propri debiti sono tra quelli ammessi alla nuova definizione agevolata dei ruoli 2017.

Rottamazione cartelle 2017: domanda online con Fai D.A. Te. Ecco come fare

Fai D.A. Te è il servizio che l’Agenzia delle Entrate Riscossione ha messo a disposizione dei contribuenti che intendono aderire alla nuova rottamazione delle cartelle 2017.

Potranno presentare domanda online sia i contribuenti con carichi affidati nei primi sette mesi dell’anno, ovvero entro il mese di settembre 2017, che coloro che avevano presentato già domanda lo scorso anno ma che si sono visti respinta l’istanza.

Nei giorni scorsi ci siamo occupati di fornire le istruzioni per presentare domanda di rottamazione delle cartelle 2017 utilizzando i moduli DA-2017 e DA-R.

Vediamo ora come funziona Fai D.A. te.

Rottamazione cartelle 2017: come presentare domanda online

Secondo quanto previsto dal Decreto Legge fiscale 148/2017 i contribuenti con cartelle affidate all’Agenzia delle Entrate Riscossione tra il 1° gennaio e il 30 settembre 2017 potranno beneficiare dello sconto di sanzioni e interessi di mora presentando domanda di rottamazione entro il 15 maggio 2018.

Oltre alle modalità ordinarie di presentazione della domanda, a partire da oggi e fino alla scadenza prevista sarà possibile utilizzare il servizio Fai D.A. te e compilare l’istanza di adesione alla rottamazione direttamente online.

Per accedere non è necessario essere in possesso di Pin o password personali ma basterà compilare il form online con l’elenco dei dati richiesti.

Oltre ad inserire i dati anagrafici, bisognerà compilare il campo relativo al numero di cartelle\avviso che si intende rottamare e allegare alla domanda online il proprio documento di identità e il modulo relativo alla qualifica del richiedente.

Restano invariate le canoniche modalità di presentazione delle domande di rottamazione bis delle cartelle 2017.

Prospetto informativo: come conoscere quali debiti è possibile rottamare

La possibilità di presentare domanda online è soltanto uno dei nuovi servizi messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Per conoscere se i propri debiti sono tra quelli ammessi alla rottamazione bis delle cartelle 2017 basterà compilare il form di richiesta del prospetto informativo. Anche in questo caso non è richiesto il possesso di pin o password personali.

Il prospetto informativo indicherà quali sono i carichi “definibili” e quelli “non definibili”, in base alle informazioni fornite dagli enti creditori all’atto dell’affidamento all’Agente della riscossione.

Si ricorda che entro la scadenza del 31 marzo 2018 l’Agenzia delle Entrate Riscossione invierà ai contribuenti comunicazione dei carichi affidati dagli Enti entro il 30 settembre 2017 per i quali non è stata ancora notificata la relativa cartella o avviso e per i quali è possibile beneficiare della rottamazione e pagare il debito al netto di sanzioni e interessi.

Rottamazione cartelle 2017, regolarizzare le istanze respinte online: come presentare domanda

Anche per i contribuenti che avevano già presentato domanda di rottamazione delle cartelle Equitalia e si sono visti respinta l’istanza di adesione è possibile compilare la richiesta di regolarizzazione online con Fai D.A. te.

In questo caso la scadenza per presentare domanda di regolarizzazione delle istanze respinte è fissata al 31 dicembre 2017.

Si può compilare il form di riammissione alla rottamazione delle cartelle 2017 inserendo:

  • il numero della comunicazione di diniego trasmessa dall’Agente della riscossione (cosiddetta “Comunicazione delle somme dovute”) per chiedere di regolarizzare tutti i debiti - in essa contenuti - respinti esclusivamente per il mancato adempimento della previsione di cui all’art. 6, comma 8 del D.L. n. 193/2016.
  • il numero del documento (cartella e avviso) se, invece, scegli di presentare la domanda di regolarizzazione solo per alcune cartelle/avvisi contenuti nella comunicazione di diniego.

Si ricorda che la riammissione alla rottamazione delle cartelle 2017 è rivolta ai contribuenti precedentemente respinti dalla definizione agevolata 2016 perché non in regola con il pagamento delle rate scadute al 31 dicembre 2016 per piani di rateizzazione in essere al 24 ottobre 2016.

I requisiti necessari per poter accedere a questo ulteriore beneficio sono:

  • che i carichi per i quali si richiede l’adesione risultino respinti esclusivamente per il mancato adempimento della previsione di cui all’art. 6, comma 8 del D.L. n. 193/2016, come riportato nella comunicazione di diniego trasmessa dall’Agente della riscossione (cosiddetta “Comunicazione delle somme dovute”);
  • che entro e non oltre il 31 maggio 2018, venga effettuato il pagamento in un’unica soluzione dell’importo complessivo delle rate scadute.