Rottamazione Equitalia: domanda, scadenza e istruzioni

Redazione - Imposte

Rottamazione cartelle Equitalia: come fare domanda, istruzioni e scadenza (con probabile proroga al prossimo 21 aprile). Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Rottamazione Equitalia: domanda, scadenza e istruzioni

Rottamazione cartella esattoriale di pagamento Equitalia: come fare domanda?
La rottamazione delle cartelle Equitalia con riduzione di sanzioni e interessi per i carichi iscritti tra il 2000 ed il 2016 si estende agli avvisi di accertamento esecutivi dell’Agenzia delle Entrate e agli avvisi di addebito INPS.

In questo articolo forniamo ai nostri lettori tutte le istruzioni su come fare domanda per ottenere la rottamazione Equitalia di cartelle di pagamento e non solo.

Non solo cartella di pagamento Equitalia ma anche avvisi Agenzia delle Entrate e INPS. Lo si apprende dalla lettura della pagina dedicata alla richiesta di definizione agevolata sul sito www.gruppoequitalia.it nella quale è possibile reperire modulo per fare domanda e contatti di posta elettronica certificata (pec) ai quali fare riferimento.

La notizia è stata anticipata da fonti autorevoli come Luigi Lovecchio del Sole 24 Ore con l’aticolo dello scorso 5 novembre 2016 “Avvisi esecutivi, sanatoria ammessa” nel quale si legge che:

La norma di riferimento menziona unicamente i carichi iscritti in ruoli coattivi. La formazione del ruolo, tuttavia, non è contemplata né negli atti di accertamento esecutivi, notificati dall’Agenzia delle Entrate, né negli avvisi di addebito dell’Inps. Non vi erano, però, motivi per dubitare che anche tali provvedimenti rientrassero nella sanatoria, in primo luogo, per evitare evidenti irragionevoli disparità di trattamento. Non va inoltre dimenticato che l’articolo 29 del Dl 78/2010, contiene una disposizione di salvaguardia che estende tutte le norme di riscossione tramite ruolo alla speciale procedura di affidamento dei carichi tributari. Il modello di istanza conferma tale impostazione, richiamando l’indicazione per l’appunto tanto degli accertamenti esecutivi che degli avvisi di addebito.”

Ecco tutte le istruzioni, il modulo da utilizzare per fare domanda ed i contatti con gli indirizzi di posta elettronica certificata (pec) da utilizzare.

I lettori interessati che vogliono aderire alla rottamazione delle cartelle di pagamento Equitalia (cd. “adesione agevolata”), degli avvisi esecutivi Agenzia delle Entrate e degli avvisi di addebito INPS possono richiedere eventuali maggiori informazioni e/o segnalare dubbi e casi particolari scrivendoci a [email protected], iscrivendosi alla nostra newsletter o al nostro gruppo Facebook "Informazione Fiscale".

Rottamazione cartella Equitalia 2017, avviso di accertamento esecutivo Agenzia delle Entrate ed avviso di addebito INPS: ecco fac simile modulo di domanda

Equitalia ha pubblicato sul sito istituzionale www.gruppoequitalia.it il modulo per fare domanda di rottamazione cartella Equitalia, avviso di accertamento esecutivo Agenzia delle Entrate ed avviso di addebito INPS con relativa eliminazione di sanzioni e riduzione interessi.

Ecco il modulo DA1 - versione aggiornata a dicembre 2016 con l’opzione cinque rate - per fare domanda di rottamazione ad Equitalia:

PDF - 547.6 Kb
Domanda di adesione agevolata DA1_aggiornato all’ultima versione (dicembre 2016)
Clicca sull’icona per eseguire il download del modulo contenente la domanda di adesione agevolata per la rottamazione delle cartelle Equitalia

Il modulo si divide quindi in sei sezioni:

  • Dati anagrafici e indicazione della domiciliazione del contribuente che Equitalia dovrà utilizzare (indirizzo pec, ufficio, abitazione o altro);
  • la dichiarazione di adesione alla definizione agevolata con analitica indicazione della cartella Equitalia, avviso di accertamento esecutivo Agenzia delle Entrate ed avviso di addebito INPS che si vuole rottamare;
  • la dichiarazione di adesione parziale alla definizione agevolata. Si pensi al caso in cui una cartella o un avviso contenga anche imposte e/o contributi che si vuole mantenere fuori dalla richiesta poiché prescritti;
  • definizione della modalità di pagamento in un’unica soluzione o a rate. Su questa sezione occorre prestare particolare attenzione. Il pagamento può avvenire in un’unica soluzione, in due, tre o quattro rate (secondo modalità e tempi indicati nella tabella allegata al modulo DA1) ovvero cinque rate (in termini di scadenza fissi);
  • dichiarazione di rinuncia ai giudizi pendenti aventi ad oggetto i carichi ai quali si riferisce la richiesta di definizione agevolata;
  • eventuale compilazione della delega ove si tratti di un professionista che opera per conto di un proprio cliente.

Rottamazione cartella Equitalia 2017, avviso di accertamento esecutivo Agenzia delle Entrate ed avviso di addebito INPS: contatti indirizzi di posta elettronica certificata pec

Equitalia ha pubblicato sul proprio sito anche l’elenco completo dei contatti ovvero degli indirizzi di posta elettronica certificata (pec) delle Direzioni Regionali di Equitalia Servizi di Riscossione S.p.A. dedicate esclusivamente alla ricezione delle Dichiarazioni di adesione alla definizione agevolata.

Ecco il file con l’elenco degli indirizzi pec cui inoltrare il modulo di domanda Equitalia DA1:

PDF - 137.8 Kb
Contatti Equitalia: ecco l’elenco degli indirizzi mail di posta elettronica certificata pec cui inoltrare la domanda
Elenco completo delle pec da utilizzare per inviare il modulo di domanda Equitalia suddiviso in base alle regioni. Per la Sicilia occorre fare riferimento a Riscossione Sicilia

Rottamazione cartella Equitalia 2017, avviso di accertamento esecutivo Agenzia delle Entrate ed avviso di addebito INPS: scadenza termine di domanda e rateazione

Il Decreto Legge 193/2016 prevede le seguenti scadenze da rispettare in ordine alla presentazione della domanda di rottamazione cartella Equitalia, avviso di accertamento esecutivo Agenzia delle Entrate ed avviso di addebito INPS ed eventuale conseguente rateazione:

  • entro lo scorso 28 febbraio 2017 Equitalia avrebbe dovuto comunicare al contribuente eventuali carichi affidati all’ente di riscossione e non ancora comunicati e/o notificati (qualora non abbiate ancora ricevuto nulla potete comunque rivolgervi al contact center o agli sportelli dedicati);
  • entro il prossimo 31 marzo 2017 il contribuente potrà presentare la domanda di accesso agli sconti su sanzioni e interessi. Tuttavia, ad oggi pare oramai scontata la proroga della scadenza per la presentazione della domanda al prossimo 21 aprile 2017;
  • entro venerdì 15 dicembre 2017 dovrà essere stato versato almeno il 70% del debito complessivo;
  • entro settembre 2018 dovrà essere concluso il pagamento rateale con il pagamento del residuo 30%.

La rottamazione della cartella di pagamento Equitalia è diventata legge lo scorso 24 novembre 2016 con la conversione definitiva, da parte del Senato, del Decreto Legge 193/2016.