Riordino carriere Forze Armate 2017: la fase finale è incostituzionale

Riordino carriere Forze Armate 2017: la fase finale è incostituzionale

Diego Denora - Forze armate

Il riordino delle carriere nelle Forze Armate 2017 si avvia alla fase finale: nessun avanzamento per sovrintendenti, funzionari e ispettori. Ecco la novità.

Forze Armate 2017: il riordino delle carriere si avvia alla fase finale: le novità non smettono di affollare le pagine di sindacati e rappresentanti. I concorsi interni saranno bloccati fino al 2026 e l’accesso al grado superiore sembra sempre più un miraggio.

Le Forze Armate attendono un riordino dei gradi da tempo: malgrado i fondi siano stati stanziati dalla Legge di Bilancio e il processo sia iniziato, la fase finale del riordino procede verso l’illegittimità costituzionale. Passare al grado di funzionario e ispettore sarà difficile.

La fase finale avrebbe dovuto prevedere un metodo chiaro di passaggio al ruolo tramite concorso interno: l’età limite di accesso in questi concorsi, tuttavia, viola i principi legali e sembra che non sia l’unico passo falso del processo di riordino. Vediamo nello specifico di cosa si tratta.

Riordino carriere Forze Armate 2017: la fase finale è incostituzionale

Il riordino delle carriere nelle Forze Armate 2017 si avvia verso la fase finale, tuttavia sembra che il processo stia varcando il limite della legittimità. L’accesso al grado di sovrintendente, ad esempio, sembra dover procedere per scrutinio.

Le Forze Armate dispongono l’accesso a ruolo di sovrintendente tramite domanda, valutata con una comparazione del merito ottenuto in servizio. Questo sarà possibile per i più anziani nel ruolo e passerà l’80% degli aventi diritto per ogni anno.

La fase finale del riordino però ha anche imposto un limite di età nel caso di concorsi interni, in quanto l’accesso al grado così proposto sarebbe sproporzionato. l termine massimo è fissato a 40 anni.

Riordino carriere Forze Armate 2017: la fase finale per i funzionari

Il riordino delle carriere nelle Forze Armate 2017 per quanto riguarda il grado di funzionario sembra avere criteri completamente illegittimi: i limiti di età imposti precludono l’accesso al grado per tutti gli aventi diritto.

La fase finale del riordino per i funzionari, infatti, prevede che l’accesso sia per chi possiede già il ruolo di ispettore, che abbia conseguito la laurea triennale, che non abbia più di 35 anni con almeno 5 di servizio nel ruolo.

Le Forze Armate, tuttavia, stimano un’età media degli aventi diritto di circa 50 anni: per questo motivo sembra del tutto illegittimo il processo di avanzamento prospettato nella fase finale del riordino carriere.

Riordino carriere Forze Armate 2017: la fase finale per ispettori

Il riordino delle carriere nelle Forze Armate 2017 nel grado di ispettore, invece, propone dei vantaggi per gli aventi diritto: un ruolo costruito ad hoc per la categoria, con benefici economici notevoli; inoltre la possibilità di accedere al ruolo di funzionario con concorso interno fino al 2026.

Le Forze Armate tuttavia hanno permesso che il precedente concorso per Ispettore, iniziato nel 2013, terminasse solo quest’anno e ciò ha creato uno sbilanciamento riguardo ai limiti di età e requisiti.

La fase finale di questo riordino carriere, quindi, dovrebbe prevedere un adeguamento dei requisiti per accedere ai ruoli. Occorre considerare le effettive disponibilità dei corpi: l’età degli agenti, infatti, sembra rendere illegittimo il processo. A questo punto, altre novità non si lasceranno attendere.

Iscriviti alla nostra newsletter


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03