Equitalia, pignoramento conto corrente già dal 2005. I chiarimenti del Fisco

Redazione - Fisco

Pignoramento conto corrente a partire dal 1° luglio 2017, Equitalia pubblica un comunicato stampa: si tratta di una norma del 2005 ma con le banche dati dell'Agenzia delle Entrate sarà tutto più semplice. Ecco le novità.

Equitalia, pignoramento conto corrente già dal 2005. I chiarimenti del Fisco

Pignoramento conto corrente, le notizie apparse su diversi giornali negli ultimi giorni in merito alle novità che verranno introdotte a partire dal 1° luglio 2017 non sono passate inosservate e Equitalia ha pubblicato un comunicato stampa per chiarire la situazione.

Le norme sul pignoramento diretto del conto corrente non sono state introdotte con il DL 193/2016 ma si tratta di regole introdotte con decreto legge 203/2015: il potere di agire direttamente sul conto corrente del debitore è una possibilità già concessa ad Equitalia che con il passaggio del ruolo di riscossore all’Agenzia delle Entrate verrà soltanto rafforzato.

Equitalia risponde alle critiche mosse negli ultimi giorni e alle reazioni dei contribuenti: con l’Agenzia delle Entrate - Riscossione sarà davvero più semplice il pignoramento del conto corrente?

Pur trattandosi di una facoltà già a disposizione di Equitalia a partire dal 2005 è nello stesso comunicato stampa che trovano conferma alcuni dei timori dei contribuenti: l’integrazione delle banche dati introdotta con il DL 193/2016 va nella direzione di poter migliorare l’attività di riscossione ma, prosegue, mira a limitare al minimo, grazie ad informazioni più puntuali, l’impatto sul debitore e sulle sue attività professionali.

Ecco il comunicato stampa di Equitalia pubblicato il 5 giugno 2017 e alcuni chiarimenti sulle novità relative al pignoramento conto corrente 2017.

Equitalia, pignoramento conto corrente già dal 2005. I chiarimenti del Fisco

PDF - 70.4 Kb
Comunicato Stampa Equitalia 5 giugno 2017, Norme pignoramenti nate nel 2005
Clicca sull’icona per scaricare il testo del comunicato stampa pubblicato da Equitalia in merito alle norme sul pignoramento diretto del conto corrente e alle novità in vigore dal 1° luglio 2017

Equitalia risponde a tono alle critiche mosse dalla stampa nelle ultime settimane sulle nuove regole relative al pignoramento diretto del conto corrente a partire dal 1° luglio 2017.

Non si tratta di una possibilità introdotta con il Decreto Legge 193/2016 e a valere soltanto dal 1° luglio 2017. Equitalia specifica che il pignoramento diretto è una norma prevista dal D.L. 203/2005 che ha introdotto l’art. 72 bis del DPR 602/1973. Si tratta di un procedura di carattere stragiudiziale per cui Equitalia può notificare a terzi l’ordine di pagamento del debito evaso, e quindi anche alle banche nel caso in cui il debitore sia titolare di conto corrente pignorabile.

Equitalia specifica che il pignoramento del conto corrente diretto e la riscossione coattiva viene effettuata soltanto qualora il contribuente debitore non abbia dato seguito ad atti notificati (cartella di pagamento, solleciti, avvisi di intimazione) contestato il debito o provveduto al pagamento dell’importo.

Nonostante si tratti di una norma in vigore già da tempo, è la stessa Equitalia che nel comunicato stampa del 5 giugno 2017 chiarisce che la vera novità sarà la possibilità per l’Agenzia delle Entrate - Riscossione di conoscere in toto la “storia di crediti e debiti” del contibuente:

L’interazione delle banche dati introdotta dal dl 193/2016 va nella direzione di poter migliorare l’attività di riscossione che non si muoverà più ‘a fari spenti’ relativamente alle azioni esecutive ma soprattutto di limitare al minimo, grazie ad informazioni più puntuali, l’impatto sul debitore e sulle sue attività professionali

Pignoramento conto corrente, quali sono le novità in arrivo dal 1° luglio 2017?

Se per Equitalia non si tratta di una nuova norma, lo è di certo per i contribuenti. La vera novità non riguarda tanto la possibilità di pignoramento del conto corrente diretto ma il nuovo “Grande Fratello fiscale”: dal 1° luglio 2017, con il passaggio all’Agenzia delle Entrate del potere di riscossione viene introdotta l’interazione delle banche dati.

L’Agenzia delle Entrate - Riscossione potrà conoscere quali sono i crediti pignorabili, la storia fiscale del contribuente debitore e, usando le parole contenute nel comunicato stampa di Equitalia, non muoversi più a “fari spenti”. Timori fondati o soltanto l’ennesimo polverone alzato dalla stampa?

Per capire quali saranno gli effetti reali delle novità in vigore a partire dal 1° luglio 2017 non resta che attendere, consapevoli che di pignoramento diretto del conto corrente e della nuova Agenzia delle Entrate - Riscossione se ne parlerà molto, soprattutto in vista della prossima campagna elettorale.

Per conoscere quali sono le novità e cosa cambia dal 1° luglio 2017 i lettori possono leggere l’approfondimento dedicato alle regole per il pignoramento conto corrente.