Pensione anticipata 2017, Ape social e Ottava salvaguardia: numeri su posti e fondi disponibili

Pensione anticipata 2017: per l'Ottava salvaguardia sono stati di recente resi noti i primi dati sulle domande accolte. Cosa si sa sui numeri di esodati e Ape social?

Pensione anticipata 2017, Ape social e Ottava salvaguardia: numeri su posti e fondi disponibili

Pensione anticipata 2017: Ape social e Ottava salvaguardia si rivolgono a classi differenti di futuri pensionati e mettono in campo misure di pensionamento anticipato differenti. Sono entrambe il prodotto della stessa Legge di Bilancio 2017 e possono vantare un numero di possibili richiedenti molto simile.

Sono infatti circa 30 mila per tutti e due gli strumenti di pensione anticipata le persone che potrebbero essere interessate a farne domanda. Se per l’Ottava salvaguardia il vincolo è istituito in base ai posti disponibili, per l’Ape social al contrario si dovrà prestare attenzione alla quantità dei fondi stanziati dal Governo per anno.

Per le novità sulla pensione anticipata 2017 ecco i dati su Ape social e Ottava salvaguardia in relazione alle risorse stanziate e al numero di richiedenti.

Pensione anticipata 2017, Ape social e Ottava salvaguardia: numeri su posti e fondi

Le paltee dei possibili richiedenti per queste due tipologie di pensione anticipata sono per l’anno in corso dello stesso ordine di grandezza. I posti messi a disposizione per gli esodati dell’Ottava salvaguardia nel 2017 potranno raggiungere il numero massimo di 30.700 per un totale di fondi stanziati di 442 milioni per gli anni 2017-2018.

Secondo le ultime stime invece i possibili richiedenti di Ape social per lo stesso anno potrebbero oscillare tra i 30 e i 35 mila. Per gli ‘apisti’ però, al contrario dell’Ottava salvaguardia, a fare la differenza sarà il tetto massimo di fondi messi in campo dal Governo.

Per questo tipo di pensione anticipata infatti non è consentito sforare una quota massima di stanziamenti che per il 2017, il primo anno di avvio della sperimentazione, saranno 300 milioni mentre per il successivo l’asticella degli stanziamenti si alzerà di più del doppio arrivando fino ai 609 milioni.

Pensione anticipata 2017: posti disponibili per Ape social e Ottava salvaguardia

Se quindi fondi previsti per Ape social sono ben determinati lo è di meno il numero dei cittadini che ne farà richiesta. Se le stime sulle domande sono simili all’Ottava salvaguardia, è pur vero che si dovrà verificare nei prossimi mesi quanto il clima di incertezza sui tempi e sulle modalità di accesso abbia influito o influirà sulla quantità di domande per la pensione anticipata.

I decreti attuativi per Ape social sono infatti ancora in cantiere mentre la misura formalmente è già in vigore dal 1° maggio. Le platee che potrebbero fruire della pensione anticipata hanno inoltre alcuni margini di incertezza e potrebbero arrivare ad includere nuovi profili precedentemente esclusi, come i disoccupati senza requisiti per la Naspi e gli operai agricoli.

Per quanto riguarda l’Ottava salvaguardia per esodati al contrario sono già a disposizione i dati definitivi sulle domande presentate e sono stati diffusi i numeri parziali relativi alle richieste accettate per la pensione anticipata. Il numero delle persone che si sono rivolte all’Inps per poter usufruire dei vecchi requisiti per la pensione sono infatti 31.852.

Delle oltre 15 mila domande per l’accesso ai benefici dell’Ottava salvaguardia già vagliate oltre la metà è stata ad oggi rifiutata dall’Inps. I numeri parano infatti di 7.674 richieste accolte contro le 7.902 respinte.

Una percentuale di richieste per la pensione anticipata rispedite al mittente notevole quindi mentre al più tardi il prossimo anno sarà la volta dei dati su Ape social. La misura infatti è in vigore unicamente in via sperimentale e per valutare una sua eventuale prosecuzione dovranno essere resi noti i dati scaturiti dal suo monitoraggio.