Metasalute: novità in vigore dal 1° ottobre 2017 per lavoratori e aziende

Redazione - Leggi e prassi

Metasalute: iscrizione obbligatoria a partire dal 1° ottobre 2017 per i lavoratori assunti con CCNL Metalmeccanici. Ecco tutte le novità sul fondo sanitario integrativo.

Metasalute: novità in vigore dal 1° ottobre 2017 per lavoratori e aziende

Metasalute: dal 1° ottobre 2017 sarà obbligatoria l’iscrizione per tutti i lavoratori assunti con CCNL Metalmeccanici.

Si tratta di una delle novità introdotte dall’art. 16 dell’Ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL per l’industria metalmeccanica e della installazione di impianti, sottoscritto il 26 novembre 2016 dalle principali sigle sindacali.

In favore di lavoratori ai quali si applica il CCNL Metalmeccanici viene resa obbligatoria l’iscrizione ma la vera novità è che il contributo per l’iscrizione al fondo sanitario sarà totalmente a carico del datore di lavoro, rendendo di fatto gratuita l’adesione al fondo sanitario integrativo.

Potranno accedere alle prestazioni sanitarie del Fondo Metasalute anche coniuge, partner dell’unione civile, figli, conviventi more uxorio, purché non superino il reddito annuo di 2.840,51 euro e quindi risultino essere componenti del nucleo fiscalmente a carico del lavoratore.

Ecco tutte le novità Metasalute in vigore a partire dal 1° ottobre 2017 per i lavoratori e gli obblighi delle aziende previsti dal CCNL Metalmeccanici.

Metasalute: le novità in vigore dal 1° ottobre 2017 lavoratori e aziende

I lavoratori e le aziende che applicano il CCNL Metalmeccanici saranno obbligati all’iscrizione al Fondo Metasalute. Si tratta di una delle importanti novità introdotte dopo la difficile stagione di rinnovo contrattuale che è stata accompagnata da numerosi scioperi e proteste da parte dei lavoratori.

Il diritto all’assistenza sanitaria integrativa è stato uno dei traguardi raggiunti con il rinnovo del CCNL Metalmeccanici 2017.

Cosa cambia in concreto per i lavoratori?

L’iscrizione al Fondo Metasalute a partire dal 1° ottobre 2017 sarà gratuita per i lavoratori e per i familiari a carico, non solo la moglie e i figli ma anche il partner dell’unione civile e il convivente di fatto.

Il contributo sarà totalmente a carico dell’azienda e sarà pari ad un totale di 156 euro, pari a 13 euro per ciascuno dei 12 mesi. La copertura sanitaria, come ricordato, sarà estesa anche ai familiari fiscalmente a carico, ovvero con reddito annuo non superiore a 2.840,51 euro annui.

A partire dal 1° ottobre 2017 i lavoratori metalmeccanici non dovranno più corrispondere la quota di 3 euro al mese e l’iscrizione obbligatorio gratuita comprenderà anche le prestazioni offerte dal Piano inegrativo 1 del Fondo Metasalute.

Per le adesioni al Piano Integrativo 2 la quota mensile dovuta al Fondo per ogni lavoratore sarà di € 20,83. Di tale somma la parte a carico dell’azienda non potrà essere inferiore ai 13 € stabiliti dal CCNL.

Chi ha diritto all’iscrizione gratuita al Fondo Metasalute

Secondo quanto stabilito con il CCNL Metalmeccanici 2017, l’iscrizione gratuita al Fondo Metasalute a partire dal 1° ottobre 2017 riguarderà i seguenti lavoratori non in prova:

  • con contratto a tempo indeterminato, compresi i lavoratori part-time,
  • con contratto di apprendistato;
  • con contratto a tempo determinato con durata residua non inferiore a 5 mesi a decorrere dalla data di iscrizione;
  • i lavoratori in aspettativa per malattia, i lavoratori interessati dalla CIG in tutte le sue tipologie e, per un periodo massimo di 12 mesi, i lavoratori cessati a seguito di procedura di licenziamento collettivo che beneficiano della NASPI.

I dipendenti che non vorranno aderire al Fondo dovranno comunicare alla propria azienda tale volontà tramite apposita rinuncia scritta.

Metasalute, iscrizione gratuita anche per familiari fiscalmente a carico

Come previsto dal CCNL Metalmeccanici 2017, a partire dal 1° ottobre anche i familiari fiscalmente a carico comunicati dal lavoratore avranno accesso alla copertura sanitaria Metasalute.

Una delle novità è che a partire dal mese di ottobre entreranno in copertura gratuita anche i conviventi di fatto con le medesime condizioni reddituali dei familiari fiscalmente a carico.

I lavoratori che hanno già attivato un piano a pagamento per il convivente di fatto con analoghe condizioni reddituali dei familiari fiscalmente a carico dovranno comunicare all’azienda che a partire dal mese di ottobre non dovrà più trattenere dalla busta paga l’eventuale contributo a loro carico in precedenza previsto.

Adempimenti e obblighi del datore di lavoro

Tutti gli adempimenti e gli obblighi delle aziende sono stati illustrati dal Fondo Metasalute con una circolare 2/2017/AZ.

I nuovi lavoratori potranno essere iscritti al Fondo Metasalute esclusivamente online a partire dal 4 settembre 2017, data a partire dalla quale è stata messa a disposizione delle aziende le nuova area riservata.

Le aziende dovranno inserire, dopo aver effettuato l’accesso portale del Fondo Metasalute l’ultimo Uniemens inviato dall’Inps di modo da consentire l’inserimento delle informazioni anagrafiche dei dipendenti.

La nuova area riservata dedicata ai lavoratori sarà, invece, disponibile dal 1 ottobre.
Tutti gli utenti, aziende e lavoratori, anche se già iscritti al Fondo, dovranno effettuare la registrazione on-line per generare le nuove credenziali d’accesso. Le credenziali d’accesso attualmente in uso per le aziende e per i lavoratori non saranno più valide, infatti, dal 1° ottobre.

Le aziende, accedendo alla propria area riservata, potranno generare il bollettino MAV con l’importo da versare, entro la scadenza del giorno 10 di ciascun mese.

Per tutti i dettagli i lettori possono far riferimento alle istruzioni del Fondo Metasalute consultabili sul sito ufficiale.