Liquidazione IVA mensile o trimestrale? Istruzioni e codice tributo

Redazione - IVA

Liquidazione Iva mensile o trimestrale: ecco di seguito le istruzioni su calcolo, limiti e codici tributo per effettuare il versamento.

Liquidazione IVA mensile o trimestrale? Istruzioni e codice tributo

Liquidazione Iva mensile o trimestrale? I soggetti passivi Iva scelgono al momento dell’avvio della propria attività la periodicità di liquidazione dell’Iva.

La periodicità di versamento dell’Iva è mensile per la generalità dei soggetti passivi d’imposta ma per i contribuenti con volume d’affari non superiore a 400.000,00 euro nell’anno precedente per le attività di servizi e non superiore a 700.000,00 euro per le altre attività è possibile scegliere la liquidazione Iva trimestrale, opzione che dovrà essere espressa in sede di dichiarazione Iva annuale.

Tuttavia, per alcuni contribuenti è prevista la possibilità di liquidazione Iva trimestrale a prescindere dal volume d’affari registrato nell’anno precedente.

Di seguito tutte le istruzioni sulla liquidazione Iva mensile o trimestrale e sulle scadenze e modalità di versamento con codice tributo F24.

Liquidazione IVA trimestrale: ecco quando è possibile

La liquidazione Iva è un obbligo che di natura è a cadenza mensile ma i contribuenti passivi Iva, nel rispetto di determinati requisiti, possono esercitare l’opzione del versamento trimestrale.

La liquidazione Iva trimestrale è ammessa entro il limite di fatturato di 400.000,00 di euro (attività di prestazione di servizi) e 700.000,00 (altre attività).

Ci sono tuttavia dei casi in cui è ammessa senza considerazione dei limiti di fatturato registrati nel corso dell’anno d’imposta precedente e, nello specifico, l’opzione è libera per i seguenti soggetti individuati come contribuenti trimestrali speciali:

  • distributori di carburanti
  • autotrasportatori di merci conto terzi
  • esercenti attività di servizi al pubblico
  • esercenti arti e professioni sanitarie.

Istruzioni liquidazione Iva trimestrale

La scelta dell’opzione per la liquidazione Iva trimestrale, in sostituzione al versamento a cadenza mensile, dovrà essere esercitata con la prima dichiarazione annuale Iva da presentarsi successivamente alla scelta operata ed avrà effetto dall’anno in cui è esercitata e fino a revoca, salvo il superamento del limite sopra indicato.

Per chi aderisce all’opzione per la liquidazione Iva a cadenza trimestrale, oltre all’importo dovuto bisognerà calcolare l’1% aggiunto a titolo di interessi.

Gli interessi non si applicano, invece, ai contribuenti trimestrali speciali che abbiamo precedentemente elencato e che sono ammessi alla liquidazione trimestrale dell’Iva senza considerazione del limite di fatturato.

Liquidazione Iva trimestrale e mensile: scadenza versamento

I contribuenti che effettuano la liquidazione Iva mensile devono effettuare il versamento entro il giorno 16 del mese successivo.

Per i contribuenti trimestrali la liquidazione Iva dovrà essere effettuata secondo le seguenti scadenze:

  • 16 maggio - I trimestre (gennaio, febbraio, marzo);
  • 20 agosto - II trimestre (aprile, maggio, giugno);
  • 16 novembre - III trimestre (luglio, agosto, settembre);
  • il IV trimestre (ottobre, novembre, dicembre) dovrà essere versato, a conguaglio, entro il 16 marzo dell’anno successivo (16 febbraio per i contribuenti Iva speciali), salvo i casi in cui si scelga di usufruire di un’ulteriore dilazione dei termini, versando l’IVA insieme alle altre imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi.

Codice tributo F24 liquidazione Iva trimestrale

Per il versamento della liquidazione Iva mensile e della liquidazione Iva trimestrale bisognerà utilizzare differenti codici tributo nel modello F24.

Per la liquidazione Iva mensile il codice tributo è composto dal numero 60 seguito dal mese di riferimento (ad esempio 6001 per il mese di gennaio).

Il pagamento della liquidazione Iva trimestrale verrà invece effettuato con codice tributo composto dal numero 603 e seguito dal trimestre di riferimento (ad esempio 6032 per il secondo trimestre). Ogni codice tributo sarà seguito dall’anno di riferimento da indicare nell’apposita colonna sul modello F24.

Il modello F24 per il versamento della liquidazione Iva trimestrale o mensile dovrà essere presentato esclusivamente in via telematica tramite i canali ufficiali dell’Agenzia delle Entrate.