Saldo e acconto Ires 2017: istruzioni, calcolo e scadenza

Ires: scadenza versamenti saldo 2016 e primo acconto 2017 il prossimo 30 giugno. Ecco le istruzioni per il calcolo ed il modello F24.

Saldo e acconto Ires 2017: istruzioni, calcolo e scadenza

Il prossimo 30 giugno 2017 è il termine di scadenza del saldo 2016 e del primo acconto 2017 dell’Ires, l’imposta sul reddito delle società.

In questo intervento analizzeremo insieme le istruzioni previste per il calcolo dei versamenti da effettuare.

Innanzitutto ricordiamo che l’Ires è dovuta dalle società di capitali, dagli enti commerciali e dagli enti non commerciali. Il saldo 2016 viene calcolato applicando l’aliquota del 27,50% sull’utile risultante dal bilancio di esercizio, considerando ovviamente le eventuali variazioni in aumento e/o diminuzione. A partire dal periodo d’imposta 2017, invece, l’aliquota da applicare sarà pari al 24 per cento.

Calcolo acconto Ires 2017 e doppia scadenza a giugno e novembre

L’acconto Ires 2017 è dovuto quando il contribuente considerato, società di capitali o ente che sia, presenta un importo superiore ad euro 20,66:

  • nel rigo RN17 della dichiarazione dei redditi delle società di capitali;
  • nel rigo RN28 della dichiarazione dei redditi degli enti non commerciali.

Attenzione però, l’acconto Ires è dovuto:

  • in un’unica rata con scadenza 30 giugno qualora l’importo della prima rata non superi 103 euro;
  • in due rate qualora l’importo della prima rata superi 103 euro. In questo caso le scadenze sono le seguenti:
    • 30 giugno 2017 o 31 luglio 2017 con maggiorazione dello 0,40% per il 40% dell’acconto dovuto;
    • 30 novembre 2017 per il secondo acconto del restante 60%.

Il calcolo dell’acconto Ires nel caso delle S.r.l. in regime di trasparenza

Nel caso delle società di comodo le regole di calcolo dell’acconto dipendono dalla singola situazione prevista.

Acconto Ires 2017 S.r.l. trasparente primo anno di opzione
Nel caso di primo anno di opzione, l’acconto sarà attribuito ai singoli soci, in proporzione alla quota di partecipazione, e da questi sottratto dai propri redditi, quindi nella dichiarazione dei redditi persone fisiche 2018 sul reddito 2017 ad essi imputato per trasparenza.

Acconto Ires 2017 S.r.l. trasparente opzione anni successivi
Le S.r.l. in regime di trasparenza nel triennio 2015-2017 e nel triennio 2016-2018 non devono versare alcun acconto Ires, poiché l’obbligo è in capo ai soci cui è attribuito pro quota il reddito.

Acconto Ires 2017 1° anno successivo alla scadenza del triennio
Nel caso di Srl che ha optato per il regime di trasparenza per il triennio 2014 – 2016 e che non rinnoverà l’opzione per il triennio 2017 – 2019, l’acconto IRES 2017 deve essere calcolato sulla base dell’imposta 2016 che si sarebbe determinata senza considerare l’opzione.

Acconto Ires 2017 in caso di S.r.l. con decadenza del regime
L’acconto IRES 2017 deve essere calcolato sull’imposta 2016 rideterminata senza tener conto del regime di trasparenza nel caso di Srl decaduta dal regime di trasparenza.

Modello F24 pagamento Ires e codice tributo da utilizzare

Il saldo 2016 e l’acconto Ires 2017 devono essere pagati tramite modello F24, utilizzando i seguenti codice tributo:

  • 2001 - IRES - acconto prima rata - art.72 del dpr 917/86 cosi come modificato dal dlgs 344/03 - risoluzione n.76/e del 27/05/04;
  • 2002 - IRES- acconto seconda rata o in unica soluzione-art.72 del dpr 917/86 cosi come modificato dal dlgs 344/03- risoluzione n.76/e del 27/05/04;
  • 2003 - IRES saldo- articolo 72 del dpr 917/86 cosi come modificato dal dlgs 344/03- risoluzione n.76/e del 27/05/04.