Invitalia 2017, nuovi fondi per le imprese del Sud. Requisiti e domanda

Anna Maria D’Andrea - Incentivi alle imprese

Invitalia 2017: a partire dal 26 aprile le imprese del Sud potranno inviare domanda per l'accesso ai fondi previsti con decreto ministeriale del 7 dicembre 2016. Ecco requisiti e dettagli.

Invitalia 2017, nuovi fondi per le imprese del Sud. Requisiti e domanda

Invitalia 2017: nuove agevolazioni e fondi per le imprese del Sud che, come previsto dal Decreto Ministeriale del 7 dicembre 2016, potranno presentare domanda per accedere all’eco-bonus, l’agevolazione volta all’efficienza energetica e alla tutela ambientale.

Le domande dovranno essere inviate tramite il sito Invitalia a partire dal prossimo 26 aprile 2017 e potranno accedere agli incentivi le imprese con sede nelle regioni del Sud Italia, ovvero Puglia, Calabria, Basilicata, Campania e Sicilia.

Il Decreto Ministeriale del 7 dicembre 2016 prevede la possibilità, per le imprese del Sud che invieranno domanda tramite il sito Invitalia a decorrere dal 26 aprile 2017 e fino all’esaurimento delle risorse a disposizione, di accedere ad incentivi per programmi volti alla diminuzione delle emissioni e a migliorare le prestazioni energetiche.

Ecco tutti i dettagli su come presentare domanda e quali sono i requisiti richiesti alle imprese del Sud per accedere alle agevolazioni Invitalia 2017.

Invitalia 2017, nuovi fondi per le imprese del Sud. Requisiti e domanda

Per accedere agli incentivi e ai fondi Invitalia le imprese situate nelle regioni meno sviluppate dovranno rispettare specifici requisiti. Per l’invio della domanda, tramite la piattaforma dedicata del portale Invitalia e a decorrere dalle ore 12 del 26 aprile 2017, non è prevista una vera e propria scadenza. Le richieste saranno accettate fino all’esaurimento dei fondi messi a disposizione.

I finanziamenti messi a disposizione per il periodo 2014-2020 dal programma FESR “Imprese e competitività” ed erogati da Invitalia nel 2017 sono riservati a programmi volti all’efficienza energetica e alla tutela ambientale e, nello specifico, saranno assegnati in favore delle imprese del Sud che svilupperanno interventi volti alla riduzione dei consumi energetici e all’emissione di gas.

Le domande dovranno essere inviate esclusivamente in modalità telematica, attraverso il sito Invitalia e previa registrazione a partire dal 26 aprile 2017 e fino all’esaurimento dei fondi a disposizione.

Invitalia 2017, fondi per le imprese del Sud: requisiti

Potranno inviare domanda per accedere ai fondi Invitalia 2017 le imprese ubicate nelle regioni svantaggiate, ovvero Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Campania, nel rispetto di specifici requisiti.

Oltre alle indicazioni circa i programmi agevolabili, che ricordiamo dovranno essere finalizzati alla diminuzione dell’emissione di gas nocivi per l’ambiente e quindi finalizzati a migliorare le prestazioni energetiche, non sono richiesti specifici requisiti dimensionali alle imprese.

Specifici requisiti in merito ai programmi ammessi al finanziamento, che dovranno rientrare nei seguenti parametri:

  • programmi di sviluppo riferiti a settori d’impresa qualificabili come energivori;
  • imprese iscritte alla CSEA, Cassa per i servizi energetici e ambientali, come imprese e a forte consumo di energia.

L’importo minimo del progetto di riqualificazione energetica delle imprese del Sud è di 20 milioni di euro.

Invitalia 2017, fondi per le imprese del Sud: modalità di finanziamento

Le imprese che saranno ammesse all’erogazione dei fondi Invitalia beneficeranno di un finanziamento erogato sulla base del tipo di progetto presentato, della zona di ubicazione dell’impresa e dalle dimensioni della stessa.

Invitalia erogherà i fondi nelle seguenti modalità:

  • contributo a fondo perduto alla spesa;
  • finanziamento agevolato;
  • contributo in conto interessi;
  • contributo a fondo perduto in conto impianti.

Non saranno ammessi ai finanziamenti Invitalia 2017 i progetti di ricerca, sviluppo e innovazione.