Esenzioni ticket per fasce di reddito: guida completa

Carla Mele - Imposte

Esenzione ticket: prestazioni, soggetti interessati e modalità di fruizione

Esenzioni ticket per fasce di reddito: guida completa

Il ticket è un contributo che il cittadino paga in compartecipazione alla spesa pubblica per coprire una parte specifica di alcune prestazioni sanitarie.

Non tutti i cittadini devono pagarlo, esistono dei casi di esenzione dal ticket garantite in base a particolari situazioni: reddito, età, condizione sociale, presenza di particolari malattie, stato di invalidità, gravidanza etc.

Analizziamo di seguito la fattispecie dell’esenzione dal ticket per fasce di reddito.

Esenzione dal ticket per fasce di reddito: soggetti legittimati

Il ticket è un contributo pagato per compartecipare alla spesa sanitaria in caso di specifiche prestazioni specialistiche (esami strumentali e di laboratorio, visite) pronto soccorso, cure termali o acquisto di farmaci.

Alcuni cittadini sono esentati dal pagamento del ticket in presenza di alcune condizioni reddituali:

  • Codice E01: cittadini età inferiore a 6 anni o superiore a 65 appartenenti a famiglie il cui nucleo familiare ha un reddito complessivo annuo non superiore a € 36.151,98;
  • Codice E02: disoccupati e relativi familiari appartenenti ad un nucleo familiare con reddito annuo non superiore euro 8.263,31 incrementato a euro 11.362,05 in presenza di coniuge a carico e ulteriori euro 516,46 per ciascun figlio a carico;
  • Codice E03: titolari di pensioni sociali e loro figli a carico;
  • Codice E04: titolari di pensione al minimo di età superiore a sessant’anni e i loro familiari a carico, con reddito annuo del nucleo familiare non superiore euro 8.263,31 incrementato ad euro 11.362,05 in presenza di coniuge a carico e ulteriori euro 516,46 per ciascun figlio a carico.

Esenzione dal ticket per fasce di reddito: modalità di fruizione

I soggetti in esenzione dal ticket per ragioni di reddito vengono annotati periodicamente in una lista tenuta dall’Anagrafe Tributaria attraverso il sistema della Tessera Sanitaria; il medico di famiglia o il pediatra potrà accedere a questa lista e individuare se l’interessato, su richiesta, ha diritto all’esenzione, riportando il relativo codice (E01, E02, E03, E04) sulla ricetta medica.

Se l’assistito non risulta nell’elenco degli esenti, il medico contrassegna la casella relativa all’esenzione con la lettera "N" (non esente) presente nella ricetta.

In via generale l’esenzione per fasce di reddito non riguarda mai l’assistenza farmaceutica. Per l’esenzione a particolari categorie di farmaci occorre rivolgersi all’ Asl di competenza.

I soggetti non obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi, (ad esempio pensionati minimi, pensionati sociali, disoccupati) non compaiono direttamente nella lista di esenzione e per tanto sono tenuti a recarsi periodicamente presso l’Asl di competenza per autocertificare la loro condizione reddituale e comunicare tempestivamente i cambiamenti intervenuti in tal senso.