Esame scuola media 2017: prova Invalsi, materie e commissione

Esame scuola media 2017: prova Invalsi, materie e commissione

Diego Denora - Scuola

La commissione e la prova Invalsi sono la novità del 2017: l'esame di scuola media cambia con il decreto in approvazione. Ecco tutte le informazioni.

L’esame della scuola media cambia nel 2017: la prova Invalsi e la commissione presentano delle novità. Il decreto in approvazione apporterà dei cambiamenti sostanziali all’ammissione e soprattutto nella valutazione.

La prova Invalsi è divenuta requisito essenziale anche negli istituti superiori, nella scuola media c’era già. Tuttavia sembra che anche su questo punto il decreto presentato inserisca delle novità.

La commissione d’esame di scuola media, inoltre, sarà modificata: l’esaminatore esterno non ci sarà più, sostituito da una valutazione interna all’istituto. La scuola italiana continua ad annunciare cambiamenti, vediamo quali sono le proposte.

Esame scuola media 2017: prova Invalsi e commissione

L’esame di scuola media potrà cambiare con un decreto presentato in questo inizio di 2017 (Atto n°384): il sistema della valutazione è in esame al MIUR, soprattutto per ciò che riguarda l’ammissione dello studente.

La scuola media ammetterà l’ammissione all’esame solo se il consiglio di classe lo approverà: è necessario avere un voto di media superiore a sei su dieci, compreso il voto di condotta scolastica. Sotto questo punteggio non sarà possibile accedere all’esame.

La commissione subirà modifiche anche in coerenza con questo principio, in quanto il consiglio di classe aumenta il suo peso nella valutazione del ragazzo, slegata dalla performance dell’esame. Analogo cambiamento lo riscontriamo nell’esame di maturità.

Prova Invalsi e commissione nell’esame di scuola media 2017

L’esame di scuola media 2017 quindi non sarà più contemporaneo della prova Invalsi, che sarà svolta durante l’anno e non sarà più considerata un esame. Il rischio di accavallare due prove, in effetti, rende il processo di valutazione meno efficace.

Le prove Invalsi consistono in prove di valutazione delle conoscenze acquisite dallo studente. Si tratta di un test di verifica, non un esame e serve alla valutazione oggettiva delle nozioni apprese.

L’Invalsi riguarda soltanto tre discipline:

  • Matematica;
  • Italiano;
  • Inglese.

Il confronto che ne farà il MIUR, confrontando i dati di tutti gli istituti, servirà ad indirizzare gli studenti verso l’istituto superiore più adatto all’alunno.

La commissione e l’esame di scuola media 2017

La commissione nell’esame di scuola media non sarà più composta da un membro esterno ma solo da docenti appartenenti all’istituto. Ciò che più conterà, tuttavia, sarà il cambiamento dell’esame stesso.

L’esame di scuola media 2017, attualmente svolto su 6 discipline, si ridurrà. Saranno svolte solo tre prove:

  • una prova scritta di italiano;
  • una per rilevare le competenze logico matematiche;
  • infine una valutazione delle competenze del livello di conoscenza della lingua straniera.

L’esame si concluderà con un colloquio in cui saranno accertate la padronanza d’espressione e le competenze trasversali. La valutazione, in sostanza, sembra essersi liberata dell’ossessione della performance d’esame, optando per una maggiore attenzione al rendimento scolastico, generalmente più affidabile in caso di adolescenti.

Iscriviti alla nostra newsletter


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03