Durc, rilascio regolare in caso di adesione alla rottamazione Equitalia. Ecco la circolare Inps

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Il rilascio del Durc per chi ha presentato domanda di adesione alla rottamazione delle cartelle Equitalia sarà regolare e immediato. Ecco la circolare Inps del 2 maggio 2017 che recepisce le novità introdotte dal DL 50/2017.

Durc, rilascio regolare in caso di adesione alla rottamazione Equitalia. Ecco la circolare Inps

Regolare rilascio del Durc per le imprese che hanno presentato domanda di rottamazione delle cartelle Equitalia entro il 21 aprile 2017. Le novità riguardano il rilascio del Durc online a partire dal 24 aprile 2017 nei confronti dei contribuenti con debiti nei confronti dell’Istituto affidati ad Equitalia.

A specificarlo e a fornire istruzioni sul rilascio del documento unico di regolarità contributiva è l’Inps con la circolare n. 80 del 2 maggio 2017 che illustra le novità introdotte dal DL 50/2017 ed entrate in vigore il 24 aprile, proprio in relazione al Durc e ai contribuenti che hanno aderito alla rottamazione Equitalia.

La novità introdotta dalla Manovra, ovvero il Decreto Legge 50/2017 è rilevante: le imprese che hanno aderito alla definizione agevolata dei ruoli introdotta con il DL 193/2016 potranno richiedere il Durc prima del pagamento dell’importo totale del debito o della prima delle rate della rottamazione Equitalia nel caso di debiti nei confronti dell’Inps affidati all’Ente di riscossione.

Dopo un “tira e molla” durato mesi, la norma che consente il rilascio immediato del Durc per chi ha presentato domanda di rottamazione Equitalia è state inserita all’art. 54 del DL 50/2017 e a fini esplicativi e attuativi l’Inps pubblica la circolare n. 80 del 2 maggio 2017 con tutte le novità.

L’Inps specifica, tuttavia, che in caso di mancato pagamento dell’importo dovuto per chi ha presentato domanda di rottamazione Equitalia o anche in caso di ritardo nel pagamento di una sola delle rate previste verranno sospesi i Durc rilasciati a partire dal 24 aprile 2017, ovvero dalla data di entrata in vigore delle disposizioni contenute nel Decreto Legge 50/2017.

Di seguito una sintesi dettagliata delle istruzioni dell’Inps sul rilascio del Durc per chi ha presentato domanda di rottamazione delle cartelle Equitalia e delle novità contenute nell’art. 54 del DL 50/2017.

Durc, rilascio regolare in caso di adesione alla rottamazione Equitalia. Ecco la circolare Inps

Durc regolare per le imprese che hanno aderito, entro la scadenza del 21 aprile 2017, alla definizione agevolata dei ruoli trasmessi ad Equitalia. La novità è stata introdotta con l’articolo 54 del DL 50/2017 e prima l’Inail e poi l’Inps illustrano istruzioni e regole per il rilascio del Durc online.

Il Durc, il documento di regolarità contributiva, viene rilasciato alle imprese nel caso di rispetto degli obblighi legislativi e contrattuali nei confronti di Inps, Inail e Cassa Edile e serve per tutti gli appalti e subappalti di lavori pubblici, per i lavori privati soggetti al rilascio della concessione edilizia o alla DIA, per le attestazioni SOA.

Per i contribuenti che hanno aderito alla rottamazione Equitalia prima dell’entrata in vigore del DL 50/2017 era previsto che il rilascio regolare potesse avvenire soltanto al pagamento del debito oggetto di definizione agevolata Equitalia e della prima rata in caso di importo rateizzato.

L’Inps, nella circolare n. 80 del 2 maggio 2017, recepisce le novità introdotte dal Decreto Legge 50 del 2017: Durc regolare nel caso di imprese con debiti nei confronti dell’Istituito per i quali è stata presentata domanda di rottamazione delle cartelle Equitalia.

Le disposizioni sul rilascio regolare del Durc hanno effetto dal 24 aprile 2017, data di entrata in vigore del Decreto. Ecco quali sono le novità illustrate dall’Inps con la circolare del 2 maggio 2017.

Durc, le novità introdotte dal DL 50/2017 e le istruzioni della circolare Inps n. 80

Al comma 1, articolo 54 del DL 50/2017 è previsto che il Durc, in caso di presenza di domanda di adesione alla rottamazione delle cartelle Equitalia:

“è rilasciato, a seguito della presentazione da parte del debitore della dichiarazione di volersi avvalere della suddetta definizione agevolata effettuata nei termini di cui al comma 2 del citato articolo 6, previa verifica della sussistenza di tutti gli altri requisiti di regolarità previsti dall’articolo 3 del DM 30 gennaio 2015.

In sostanza, il legislatore ha ricondotto la sussistenza della condizione di regolarità contributiva alla manifestazione di volontà del debitore di avvalersi della definizione agevolata, ferma restando la verifica della sussistenza di tutti gli altri requisiti previsti dalla normativa in materia di DURC.

Ricorrendo tale ultima condizione, il contribuente potrà ottenere, rispetto ai carichi contenuti nelle cartelle di pagamento/avvisi di addebito oggetto di definizione agevolata dei crediti contributivi, un esito di regolarità ove i medesimi rappresentino l’unica irregolarità rilevata in sede di verifica automatizzata.”

Tuttavia, la circolare dell’Inps specifica non soltanto le novità sul rilascio regolare del Durc per chi ha presentato domanda di rottamazione delle cartelle Equitalia, ma ricorda che la definizione agevolata si perfeziona soltanto con il pagamento dell’intero importo o della prima rata in caso di pagamento rateale del debito.

Pertanto, in attuazione di quanto previsto dal comma 2 del DL 50/2017, l’Inps specifica che nel caso di mancato o tardivo versamento dell’importo o di una sola delle rate della rottamazione Equitalia, tutti i Durc rilasciati a partire dal 24 aprile 2017 saranno annullati.

Di seguito la circolare Inps n. 80 del 2 maggio 2017 da scaricare con ulteriori istruzioni operative sul Durc online.

PDF - 122.3 Kb
Circolare Inps n. 80 del 02/05/2017
Scarica la circolare Inps del 2 maggio 2017 con le istruzioni sul rilascio del Durc per chi ha presentato domanda di adesione alla rottamazione Equitalia