Diventare Notaio nel 2017 sarà più semplice? Ecco le proposte del sindacato

Diego Denora - Leggi e prassi

Chi è e come si diventa notaio nel 2017? Le nuove proposte del sindacato Federnotai: esame più semplice ed esito certo, strumenti informatici e pratiche digitali. Ecco la novità.

Diventare Notaio nel 2017 sarà più semplice? Ecco le proposte del sindacato

Come diventare notaio nel 2017? Le nuove proposte del sindacato Federnotai per combattere il calo dei praticanti sono state presentate. La professione va incontro ad un calo della vocazione, per quale motivo?

Diventare notaio non è mai stata cosa semplice: la laurea è solo il primo passo, il successivo è superare l’esame di abilitazione per ricevere il timbro. Il calo dei praticanti sembra dovuto alla scarsa evoluzione del sistema di accesso, non corrispondente alla preparazione universitaria.

Le nuove proposte del sindacato Federnotai sembrano riferite proprio alla modalità di accesso, ma anche al ricorso a nuovi strumenti digitali, di cui la professione sembra completamente sprovvista. Vediamo quali sono le proposte e come si potrà diventare notaio in futuro.

Diventare Notaio nel 2017 sarà più semplice? Ecco le proposte dal sindacato

Come diventare notaio nel 2017? Le nuove proposte del sindacato Federnotai cercano di arginare il calo vertiginoso degli iscritti alla pratica per la professione. L’accesso, però, passa anche per un durissimo esame di abilitazione tramite concorso.

Il sindacato intende innanzitutto riconfigurare l’apparato del concorso: la commissione esaminatrice, le sue funzioni e il limite delle tre consegne dovranno cambiare. Inoltre, il percorso di studi dovrà essere riempito di nuovi contenuti.

Per diventare notaio, occorre che il praticante stipuli un numero minimo di atti per ogni bimestre: non basta osservare per imparare, lo studio teorico deve corrispondere ad una pratica reale. Questo è il primo dei punti presentati da Federnotai.

Diventare Notaio 2017: le proposte di Federnotai

Diventare Notaio deve comunque passare per un concorso: secondo il sindacato, tuttavia, le modalità dovranno cambiare, poiché deve essere ristabilita la prova preselettiva. Inoltre, essa deve poter essere svolta in sedi decentrate.

Le nuove proposte di Federnotai interessano anche il funzionamento della commissione esaminatrice: i membri potranno riunirsi in videoconferenza e le commissioni dovranno suddividersi in 3 sotto-commissioni, operando simultaneamente.

Per diventare notaio nel 2017, inoltre, sarà necessaria la conoscenza di una lingua straniera: il mondo si è evoluto e anche per questa professione l’esigenza comincia a farsi sentire; se non altro per comunicare con i nuovi clienti stranieri.

Diventare Notaio 2017: le novità proposte da Federnotai

Per diventare notaio, il sindacato prevede anche due ultimi obiettivi: l’abbattimento dei limiti d’età per il praticante e per il notaio ospitante, limiti che creano una netta disparità con i praticanti delle altre professioni.

La nascita di una Scuola Nazionale del Notariato, che coordini le competenze dei giovani tirocinanti e delle scuole preparatorie, sembra il presupposto essenziale per il rinnovamento della professione. Eppure, appare anche il traguardo più arduo da raggiungere.

Il sindacato Federnotai ha dato un notevole contributo: queste proposte, se accettate, potrebbero fungere da incentivo per i nuovi praticanti. Tuttavia, appare abbastanza evidente che il calo di praticanti notai sia dato da tutt’altro motivo, piuttosto facile da intuire.