Dichiarazione Tasi 2017 immobili in locazione: ecco come si compila e quando si presenta

Dichiarazione Tasi 2017: ecco le istruzioni del MEF su come si compila il modello per gli immobili in locazione è quando si deve trasmettere obbligatoriamente entro il 30 giugno 2017.

Dichiarazione Tasi 2017 immobili in locazione: ecco come si compila e quando si presenta

Dichiarazione Tasi 2017: percentuale di possesso da indicare anche nel caso di immobili in locazione da parte di persone fisiche ed enti commerciali.

Il MEF con la risoluzione n. 4/E del 21 giugno 2017 illustra come si compila la dichiarazione Tasi che, ricordiamo, dovrà essere presentata entro la scadenza del 30 giugno 2017.

La dichiarazione Tasi 2017 si presenta anche quando gli immobili non sono di proprietà ma sono condotti in locazione da persone fisiche e enti commerciali utilizzando lo stesso modello previsto per la dichiarazione Imu.

Anche per quanto riguarda la dichiarazione Tasi 2017 resta ferma la scadenza del 30 giugno, giorno in cui in caso di variazioni nella situazione immobiliare non note al Comune bisognerà consegnare a mano, tramite raccomandata o a mezzo PEC il modello di dichiarazione ai fini Imu e Tasi presso l’Ufficio tributi in cui è ubicato l’immobile.

La risoluzione n. 4/E del MEF pubblicata il 21 giugno 2017 chiarisce quali sono le regole e come compilare la dichiarazione Tasi nella sezione dedicata all’indicazione della quota percentuale di possesso dell’immobile in caso di locazione e, quindi, abitazione non di proprietà. Ecco le istruzioni.

Dichiarazione Tasi 2017: immobili in locazione. Ecco come si compila

Per la dichiarazione Tasi 2017 la persona fisica o l’ente commerciale che detiene immobili in locazione deve indicare nel modello dichiarativo la quota percentuale di possesso specificando tuttavia che si tratta di immobile non di proprietà nelle successive annotazioni.

Il dubbio chiarito dal MEF con la risoluzione in oggetto riguarda proprio la percentuale da indicare in caso di immobili non di proprietà, per i quali vige l’obbligo di trasmettere la dichiarazione ai fini Tasi 2017 in quanto l’imposta è determinata in percentuale tra proprietario titolare dei diritti reali e dall’inquilino persona fisica o ente commerciale che lo possiede in locazione.

Nel modello di dichiarazione Tasi 2017, che ricordiamo essere lo stesso da utilizzare anche per la dichiarazione Imu, nel campo “% possesso” dovrà essere indicata la quota percentuale del 100% anche per immobili non di proprietà e specificare che si tratta di immobile in locazione nella sezione “Annotazioni” presente all’ultima pagina del modello.

Come specificato dalle Finanze nella risoluzione n. 4/E del 21 giugno 2017:

“Il contribuente dovrà indicare nel campo “% possesso” il valore “100” e al contempo nel campo “Annotazioni” inserire il seguente periodo:
“Si evidenzia che si tratta di dichiarazione ai fini TASI, che l’unità immobiliare è condotta in locazione e che pertanto nei campi in cui è richiesta l’indicazione della “% poss” il valore inserito è da intendersi come “% di detenzione”.”

PDF - 278.3 Kb
Dichiarazione Tasi 2017 immobili in locazione - Risoluzione 4/E MEF
Scarica il testo integrale della risoluzione delle Finanze n. 4/E del 21 giugno 2017 in merito alle modalità di compilazione per gli immobili in locazione

Dichiarazione Tasi 2017 immobili in locazione, ecco quando si presenta

Oltre a chiarire le regole per la compilazione della dichiarazione Tasi 2017 chiariamo di seguito in quali casi si presenta per gli immobili in locazione.

A chiarirlo è stata una precedente circolare del MEF, n. 2/2015 che ha chiarito che l’inquilino non deve presentare la dichiarazione Tasi se il contratto di locazione è stato registrato a partire dal 1° luglio 2010 poiché a partire da tale data è previsto l’obbligo di comunicare al momento della registrazione del contratto di locazione i dati catastali dell’immobile all’Agenzia delle Entrate.

Si deve invece presentare la dichiarazione Tasi 2017 entro la scadenza del 30 giugno per immobili presi in affitto prima di luglio 2010, salvo i casi in cui i relativi dati catastali non siano stati comunicati al momento della cessione, della risoluzione o della proroga del contratto di locazione o qualora il Comune abbia previsto modalità diverse per la determinazione della quota percentuale d’imposta tra inquilino e proprietario.

Per scaricare il modello di dichiarazione Imu Tasi 2017 i lettori possono consultare la guida specifica con tutte le istruzioni sulla compilazione.