Controlli formali dichiarazioni 2015 e lettere di compliance: più tempo per rispondere

Anna Maria D’Andrea - Scadenze fiscali

Controlli formali sulle dichiarazioni 2015 e lettere di compliance: con comunicato stampa del 2 agosto l'Agenzia delle Entrate stabilisce che si potrà rispondere entro il 2 ottobre 2017.

Controlli formali dichiarazioni 2015 e lettere di compliance: più tempo per rispondere

Controlli formali sulle dichiarazioni 2015 e lettere di compliance: le risposte dovranno essere inviate all’Agenzia delle Entrate entro il 2 ottobre 2017.

A stabilirlo è la stessa Agenzia delle Entrate che, con comunicato stampa del 2 agosto 2017 dispone una sorta di “proroga feriale dei termini fiscali lunga” per i contribuenti che hanno ricevuto lettere di controlli formali o inviti alla compliance nei mesi di maggio, giugno e nei primi giorni di luglio.

Il comunicato stampa ufficiale dell’Agenzia delle Entrate si aggiunge al precedente avviso pubblicato in merito alle risposte degli intermediari sulle segnalazioni trasmesse tramite il portale In.Te.Sa. che dovranno essere trasmesse entro il 16 ottobre 2017.

Ecco il comunicato ufficiale dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 2 agosto che rinvia al 2 ottobre la scadenza per rispondere alle richieste di documenti su controlli formali sulle dichiarazioni 2015 e sulle lettere di compliance.

Comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate: risposte entro il 2 ottobre su controlli formali sulle dichiarazioni 2015 e lettere di compliance

Ecco cosa ha stabilito l’Agenzia delle Entrate con il comunicato stampa del 2 agosto 2017 in merito a controlli formali e lettere di invito alla compliance:

“C’è tempo fino al 2 ottobre 2017 per rispondere alle richieste di documentazione per i controlli formali sulle dichiarazioni dei redditi del 2015. Entro lo stesso termine, riconosciuto per evitare ai cittadini e ai professionisti ulteriori adempimenti durante le vacanze estive, è possibile rispondere alle comunicazioni inviate per rimediare a errori o dimenticanze sui redditi dichiarati.

Si tratta in particolare di comunicazioni inviate dall’Agenzia nei mesi di maggio, giugno e nei primi giorni di luglio:

  • relative a varie tipologie di reddito, per il periodo d’imposta 2013;
  • relative ai dati degli studi di settore presentati dai contribuenti per il triennio 2013-2015.

Chi ha ricevuto queste comunicazioni ha due opzioni: se ritiene corretti i dati riportati nella sua dichiarazione, potrà comunicarlo all’Agenzia entro il 2 ottobre, indicando eventuali elementi, fatti e circostanze non conosciuti dal Fisco, evitando che l’anomalia si traduca in futuro in un avviso di accertamento vero e proprio. Se invece riconosce di aver commesso gli errori segnalati dall’Agenzia, può correggerli tramite ravvedimento operoso, regolarizzando cioè in maniera agevolata la propria posizione con sanzioni e interessi ridotti.”

Di seguito si allega il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate.

PDF - 277.4 Kb
Comunicato stampa Agenzia delle Entrate 2 agosto 2017
Scarica il testo del comunicato stampa che rinvia al 2 ottobre 2017 il termine entro cui rispondere alle lettere di compliance e inviare la documentazione richiesta a seguito di controlli formali su dichiarazioni dei redditi 2015

Controlli formali dichiarazioni 2015 e lettere di compliance: risposte e assistenza dell’Agenzia delle Entrate

A seguito di controlli formali sulle dichiarazioni 2015 o di inviti alla compliance si potrà rispondere all’Agenzia delle Entrate o presentando la documentazione che attesti la regolarità ed evitare un successivo accertamento oppure ricorrere al ravvedimento operoso.

I contribuenti potranno richiedere assistenza all’Agenzia delle Entrate tramite i canali ufficiali:

  • si può telefonare i numeri 848.800.444 da telefono fisso e 06.96668907 da cellulare (costo in base al piano tariffario applicato dal gestore), dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, selezionando l’opzione “servizi con operatore-comunicazione direzione centrale accertamento”;
  • rivolgersi alla Direzione Provinciale di competenza o ancora a uno degli uffici territoriali della Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate;
  • accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate e alla nuova sezione dedicata alla promozione della compliance.

S ricorda che in virtù della sospensione feriale dei termini fiscali gli adempimenti del mese di agosto 2017 subiranno una modifica rispetto alle scadenze canoniche.