Contributi Inps 2017 autonomi e collaboratori, le nuove aliquote Gestione separata

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

Gestione separata Inps 2017, aliquote contributi autonomi e collaboratori comunicate dall'Inps con circolare n. 21 del 31 gennaio 2017. Ecco tutte le novità.

Contributi Inps 2017 autonomi e collaboratori, le nuove aliquote Gestione separata

Contributi Inps 2017 autonomi e collaboratori, fissate le aliquote degli iscritti alla Gestione separata Inps 2017 con la circolare n. 21 del 31 gennaio 2017.

La circolare Inps, da scaricare in fondo all’articolo, stabilisce oltre alla nuova aliquota della Gestione separata Inps 2017 anche i minimali e massimali di reddito sul quale calcolare i contributi che autonomi, ovvero soggetti titolari di partita Iva non iscritti a Casse professionali, e collaboratori coordinati o occasionali, dovranno versare all’Inps per il 2017.

Tra le novità, confermato che per i titolari di partita Iva iscritti alla Gestione separata Inps è ridotta al 25% l’aliquota per il calcolo dei contributi da versare per il 2017. Al contrario, per collaboratori coordinati e occasionali l’aliquota aumenta: passa dal 31% del 2016 al 32% per il 2017.

Gli iscritti alla Gestione separata Inps 2017 dovranno aggiungere all’aliquota il contributo aggiuntivo dello 0,72% destinato a finanziare indennità di maternità, assegni per il nucleo familiare, previdenza sanitaria e congedo parentale.

Per gli iscritti alla Gestione separata Inps 2017 titolari di reddito da pensione o provvisti di altra tutela pensionistica l’aliquota dei contributi previdenziali da versare all’Ente è fissata al 24%.

Ecco tutte le novità e le nuove aliquote per collaboratori e autonomi iscritti alla Gestione separata Inps 2017 e la circolare n. 21 del 31 gennaio 2017 da scaricare.

Potrebbe interessarti anche -> Contributi Inps 2017 artigiani e commercianti: aliquote, importi e scadenze

Contributi Inps 2017 autonomi e collaboratori, le nuove aliquote Gestione separata

Per i lavoratori autonomi titolari di partita Iva e non iscritti a Casse di categoria la circolare Inps n. 21 del 31 gennaio 2017 stabilisce che l’aliquota dei contributi per gli iscritti alla Gestione separata Inps 2017 scende al 25%, così come disposto dalla Legge di Bilancio 2017 per il prossimo triennio. L’aliquota Gestione separata Inps 2016, ricordiamo, era fissata al 27%, più il contributo aggiuntivo dello 0,72%.

L’aliquota per i collaboratori continuativi e occasionali è invece fissata per il 2017 al 32% + 0,72% di contributo aggiuntivo.

Per titolari di reddito da pensione o provvisti di altra tutela pensionistica l’aliquota della Gestione separata Inps 2017 è fissata al 24%.

Riassumendo:

Gestione separata Inps 2017Aliquote
Lavoratori autonomi titolari di Partita Iva 25,72%
Collaboratori continuativi o occasionali 32,72%
Titolari di pensione o iscritti ad altro fondo previdenziale 24%

Nella circolare Inps n. 21 del 31 gennaio sono stati stabiliti anche i minimali e massimali di reddito su cui applicare l’aliquota per il calcolo dei contributi autonomi e collaboratori 2017.

Il minimale di reddito è di 15.548,00 euro e il massimale è di 100.324,00 euro; gli iscritti alla Gestione separata Inps 2017 qualora supeirano la soglia del massimale di reddito non dovranno pagare i contributi sulle somme eccedenti.

Ricordiamo che all’aliquota contributiva per gli iscritti alla Gestione separata Inps 2017 si aggiunge il contributo aggiuntivo dello 0,72% destinato a finanziare indennità di maternità, assegni per il nucleo familiare, malattia, degenza in ospedale e congedo parentale.

Contributi Inps 2017 collaboratori o parasubordinati iscritti alla Gestione separata

Per collaboratori o parasubordinati iscritti alla Gestione separata Inps 2017 i contributi devono essere corrisposti per 1/3 dal lavoratore e per 2/3 dal datore di lavoro.

L’azienda committente ha l’obbligo di versare i contributi entro il 16 del mese successivo a quello di corresponsione del compenso, tramite il modello F24 telematico per i datori privati e modello F24 EP per le Amministrazioni Pubbliche

Per i liberi professionisti, lavoratori autonomi titolari di partita Iva invece l’obbligo è a carico degli stessi ed il versamento deve essere eseguito, tramite modello F24 telematico, alle scadenze delle imposte sui redditi (saldo 2016, primo e secondo acconto 2017).

Ecco la circolare Inps n. 21 del 31/01/2017 con riferimenti normativi e dettagli su contributi Inps per collaboratori e professionisti e le aliquote della Gestione separata Inps 2017.

PDF - 122.9 Kb
Circolare Inps n. 21 - 31 gennaio 2017
Scarica la circolare Inps con le aliquote per gli iscritti alla Gestione separata Inps 2017