Assicurazione: torna il tacito rinnovo. Cosa cambia e novità 2017

Redazione - Leggi e prassi

Assicurazione: con un emendamento al DdL Concorrenza 2017 è stato ripristinato il tacito rinnovo per le assicurazioni ramo danni, precedentemente abolito dal Governo Monti nel 2012. Riguarda anche l'Rc auto? Ecco le novità e cosa cambia nel 2017.

Assicurazione: torna il tacito rinnovo. Cosa cambia e novità 2017

Assicurazione con tacito rinnovo, è questa una delle più discusse novità approvate in sede di discussione del DdL Concorrenza 2017 alla Camera. Il tacito rinnovo, abolito nel 2012, torna nel 2017 ma esclusivamente per le assicurazioni ramo danni.

Il tacito rinnovo riguarda anche l’Rc auto? Si tratta di una domanda che in molti si pongono in queste ore dato che la notizia del ripristino del tacito rinnovo per l’Rc auto ha causato non poche polemiche.

L’emendamento che ripristina il tacito rinnovo sulle assicurazioni è stato presentato da Laura Puppato del PD ed è stata lei stessa a ribadire che le novità che verranno introdotte con il DdL Concorrenza 2017 non riguarderanno l’Rc auto, per il quale resta vigente il divieto di tacito rinnovo per le assicurazioni.

Quali sono le novità e cosa cambia nel 2017? Ecco di seguito tutti i chiarimenti necessari sul tacito rinnovo delle assicurazioni e cosa prevede il DdL Concorrenza in merito al Rc auto.

Assicurazione: torna il tacito rinnovo. Cosa cambia e novità 2017

Per le assicurazioni il DdL Concorrenza ripristina il tacito rinnovo esclusivamente per le polizze del ramo danni. Le novità introdotte nel 2017 non riguarderanno dunque l’assicurazione Rc auto, per le quali il tacito rinnovo è stato abolito nel 2012 dal Governo Monti.

Torna invece il tacito rinnovo per l’assicurazione ramo danni non obbligatoria, ovvero le polizze danni stipulate volontariamente a tutela di eventi che possono danneggiare il proprio patrimonio (auto o abitazione), malattie, infortuni o anche responsabilità civile professionale o d’impresa.

Si tratta di assicurazioni con caratteristiche molto diverse dalle Rc auto e la novità introdotta con l’emendo di Laura Puppato al DdL Concorrenza 2017 potrebbe essere tutt’altro che negativa per i consumatori.

Assicurazione: torna il tacito rinnovo ma non per l’Rc auto

Con il DdL Concorrenza 2017, che attualmente non è ancora legge ma dovrà affrontare l’ultimo passaggio al Senato, è pur vero che torna il tacito rinnovo sull’assicurazione ma, a smentita delle notizie diffuse negli ultimi giorni anche da giornali autorevoli, le novità non hanno ad oggetto le Rc Auto.

Come ribadito il tacito rinnovo riguarderà le assicurazioni non obbligatorie del ramo danni. Precedentemente, nel corso della discussione in Senato del DdL Concorrenza, era stato approvato un emendamento opposto presentato da NCD, con il quale si disponeva il divieto di tacito rinnovo per tutte le polizze danni.

Per la senatrice Puppato del PD sarebbe stato un vero e proprio smacco nei confronti di consumatori e i clienti. A differenza dell’Rc auto, per le quali dall’abolizione del tacito rinnovo nel 2012 ad oggi si è registrata una diminuzione costante dei prezzi applicati, le assicurazioni del ramo danni risultano più vantaggiose se stipulate per periodi lunghi e continuativi.

Con l’abolizione del tacito rinnovo sull’assicurazione danni volontaria una delle criticità denunciata dalla Puppato sarebbe quella di dover stipulare una nuova assicurazione a condizioni peggiori dovute, ad esempio, ad un aumento del rischio nel corso dell’anno e a condizioni peggiori ad ogni scadenza della polizza assicurativa.

Assicurazione: cosa cambia con il tacito rinnovo nel 2017?

A scanso di ulteriori modifiche in Senato, con il DdL Concorrenza 2017 il tacito rinnovo dell’assicurazione interesserà i contribuenti che hanno stipulato una polizza volontaria su danni al proprio patrimonio o alla propria persona.

Cosa cambia con la norma sul tacito rinnovo dell’assicurazione è abbastanza semplice: alla scadenza della polizza assicurativa annuale questa verrà automaticamente rinnovata per un ulteriore anno. I consumatori che non intendono rinnovare la propria assicurazione dovranno inviare esplicita richiesta ed entro termini stabiliti di norma in 60 o 30 giorni prima.

Stando alle novità diffuse ad oggi, il tacito rinnovo non riguarderà l’Rc auto, per le quali così come stabilito a partire dal 2012, il contratto sarà a scadenza secca e il cliente dovrà presentare richiesta di rinnovo alla compagnia assicurativa oppure potrà stipulare un contratto più conveniente senza ulteriori costi e adempimenti.