Assegnazione beni ai soci entro il 2 ottobre 2017, possibile proroga

Redazione - Dichiarazioni e adempimenti

Assegnazione beni ai soci, scade il 2 ottobre il termine per le cessioni agevolate prorogate con la Legge di Bilancio 2017 ma secondo quanto affermato da Padoan è al vaglio una nuova proroga al 2018.

Assegnazione beni ai soci entro il 2 ottobre 2017, possibile proroga

Assegnazione beni ai soci vicina alla scadenza: si potrà usufruire dell’agevolazione entro il 30 settembre, che essendo di sabato slitta per legge a lunedì 2 ottobre 2017.

Ad annunciare una possibile ulteriore proroga della cessione agevolata beni ai soci è stato il Ministro dell’Economia Padoan durante il question time alla Camera. Attualmente è al vaglio dei tecnici del MEF l’analisi sulla possibilità o meno di prorogare l’assegnazione agevolata oltre la scadenza - tra l’altro già oggetto di proroga - prevista dalla Legge di Bilancio 2017.

Il tutto, qualora confermato, potrebbe arrivare prima del 30 settembre 2017, ovvero prima della scadenza per esercitare l’opzione dell’assegnazione beni ai soci agevolata ma, visti i tempi stretti, a riaprire la procedura potrebbe essere anche la Legge di Bilancio 2018, come tra l’altro già accaduto lo scorso anno.

Il punto sul quale starebbe lavorando il MEF riguarda proprio la quantificazione dei soggetti che potrebbero beneficiare dell’assegnazione agevolata beni ai soci e i nodi da sciogliere riguarderebbero le risorse da mettere a disposizione nella Legge di Bilancio 2018.

Assegnazione beni ai soci entro il 2 ottobre 2017, possibile proroga

La possibilità di una nuova proroga delle agevolazioni per cessioni e assegnazioni beni ai soci è stata affermata da Padoan durante il question time alla Camera del 20 settembre 2017.

Si tratta del regime di agevolazioni fiscali introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 e prorogate fino al 30 settembre 2017 dalla scorsa Legge di Bilancio. Le società commerciali titolari di beni patrimoniali possono optare per l’assegnazione di tali beni ai soci, estromettendoli dal regime di impresa e beneficiando di importanti agevolazioni fiscali.

Le agevolazioni fiscali riguardano beni immobili, fabbricati o terreni che non siano strumentali per destinazione e i beni mobili iscritti i pubblici registri che non siano utilizzati come beni strumentali all’attività di impresa.

L’assegnazione e cessione beni ai soci agevolata prevede la possibilità di pagare un’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e l’Iva all’8% (e al 10,50% qualora la società risulti non operativa in almeno due dei tre periodi di imposta precedenti l’assegnazione) calcolata sulla differenza fra il valore normale dei beni assegnati e il costo fiscalmente riconosciuto.

La proroga dell’assegnazione agevolata beni ai soci, con scadenza attualmente fissata a lunedì 2 ottobre 2017, potrebbe arrivare già nei prossimi giorni con un decreto del MEF.

Proroga cessione agevolata beni ai soci, ecco cosa ha detto Padoan

Nel rispondere all’interrogazione del 20 settembre 2017 formulata durante il question time dall’onorevole Daniele Alfreider del Gruppo Misto, il Ministro dell’Economia Padoan ha affermato che:

“Le predette agevolazioni sono state prorogate dalla legge di bilancio 2017, che ha disposto la riapertura dei termini per l’assegnazione di beni ai soci fino al 30 settembre 2017. In merito alla richiesta di adottare iniziative volte a disporre una nuova proroga del regime agevolato in argomento eventualmente prima della scadenza già prevista per il 30 settembre 2017, sono in corso i necessari approfondimenti presso i competenti uffici dell’amministrazione in modo da verificare la platea dei soggetti interessati e, conseguentemente, poter valutare gli effetti sui saldi di finanza pubblica.”

Quello sul quale il Ministero starebbe valutando è la valutazione dell’impatto economico per le casse dello Stato, di modo da chiarire se sarà possibile o meno concedere un’ulteriore proroga all’assegnazione agevolata beni ai soci anche per il 2018.