Ultime novità pensioni: per precoci sconto di 10 mesi

Ultime notizie pensioni: le novità della riforma 2017 garantiscono con Quota 41 un'uscita anticipata fino a 1 anno e 10 mesi sui requisiti normali di pensionamento. Ecco tutte le news per i lavoratori precoci.

Ultime novità pensioni: per precoci sconto di 10 mesi

Ultime notizie pensioni: la riforma pensioni 2017 garantisce ai lavoratori precoci uno sconto di almeno 10 mesi sull’età di pensionamento. Sarà questo l’effetto della novità pensioni rappresentata da Quota 41 che abbatte fino a 41 anni il requisito contributivo per la normale pensione anticipata.

Le ultime notizie e news pensioni per precoci infatti indicano come le novità su requisiti apportate da Quota 41 permettano agli uomini di anticipare di 1 anno e 10 mesi sull’ingresso alla pensione. La quota di riferimento in questo caso è quella fissata dalla normale pensione anticipata che, allo stato attuale, fissa l’uscita dal lavoro a 41 anni e 10 mesi di versamenti contributivi (42 anni e 10 mesi per gli uomini).

Ecco tutte le novità e ultime notizie sulle pensioni precoci per Quota 41 della riforma, con l’indicazione dei requisiti aggiornati e delle scadenze per la domanda.

Pensioni precoci, ultime notizie: scadenza per domanda e novità sui tempi

Dopo le ultime notizie pensioni che hanno reso pubblico il contenuto dei decreti attuativi per Quota 41 e Ape social è stato possibile determinare anche per i precoci le scadenze e le date entro le quali inviare domanda di pensione anticipata. Per l’anno in corso le news e novità sulle pensioni oggi indicano il 15 luglio come il termine ultimo per poter presentare domanda all’Inps.

Secondo le novità sulle pensioni per precoci diffuse dai decreti attuativi le domande di Quota 41 potranno essere fatte pervenire fino al 30 novembre ma la loro accettazione dovrà essere subordinata alla verifica sulle risorse ancora disponibili.

L’Inps dovrà provvedere ad indicare l’esito della domanda (accoglimento, rifiuto o decorrenza differita) secondo le ultime notizie entro e non oltre il 15 ottobre per chi ha fatto richiesta di pensione anticipata prima della scadenza di luglio.

Le ultime notizie e news pensioni oggi confermano la decorrenza di Quota 41 a partire dal 1° maggio 2017 per chi avrà maturato i requisiti entro quella data.

Ultime notizie pensioni: per precoci via al cumulo dei contributi

Tra le ultime notizie e novità su Quota 41 per lavoratori precoci spicca la possibilità di usufruire del cumulo dei contributi ai fini del raggiungimento della soglia dei 41 anni di anzianità contributiva. La news sulle pensioni è arrivata con i decreti attuativi firmati da Gentiloniil 23 maggio.

La facoltà era stata già stata estesa dalla Legge di Bilancio 2017 e con le novità dai decreti attuativi per lavoratori precoci è stata disposta anche per Quota 41. Il cumulo dei contributi permette di sommare i periodi di contribuzione non coincidenti: l’importo della pensione verrà liquidato sulla base delle regole di ciascun fondo o cassa previdenziale.

Le ultime notizie pensioni per precoci confermano la possibilità di usufruire del cumulo anche per Quota 41. L’istituto potrà essere utilizzato per contributi versati presso l’Ago e forme sostitutive o inclusive, presso la Gestione separata dell’Inps e in casse per liberi professionisti.

Ultime notizie pensioni precoci: i requisiti e novità per l’accesso a Quota 41

I requisiti aggiornati con le ultime notizie pensioni e novità sono i seguenti:

  • aver effettuato prima del compimento dei 19 anni di età almeno 12 mesi di lavoro anche non continuativo,
  • aver raggiunto i 41 anni di anzianità contributiva,
  • essere nel regime misto, ovvero avere effettuato dei versamenti in data precedente al 31 dicembre 1995.

In aggiunta ai requisiti segnalati le novità per la pensione precoci di Quota 41 possono essere fruite unicamente da chi rientra in alcune categorie. Nonostante le richieste di vari comitati che premevano per news e novità a favore di una pensione anticipata a 41 anni di versamenti contributivi, le ultime notizie segnalano come possano richiedere Quota 41 unicamente le persone che rientrano in una di queste cinque categorie:

  • disoccupati che hanno concluso integralmente la prestazione per la disoccupazione loro spettante da almeno 3 mesi;
  • chi assiste, al momento della richiesta e da almeno 6 mesi, il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap in situazione di gravità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 104 del 5 febbraio 1992;
  • persone che si sono visti accertare un’invalidità civile superiore o uguale al 74 per cento;
  • lavoratori dipendenti e addetti ad attività usuranti che abbiano svolto mansioni considerate gravose per almeno 6 anni nei 7 antecedenti alla presentazione della domanda;
  • lavoratori che rientrano all’interno delle condizioni dettate dall’articolo 1, commi 1,2 e 3 del D.lgs. 67/2011 (lavoratori addetti ad attività usuranti, conducenti del trasposto pubblico, lavoratori notturni).