Pensioni, precoci e Ape social: ecco le ultime novità annunciate da Poletti

Novità pensioni 2017: ecco le ultime dichiarazioni del ministro Poletti su Ape social e precoci.

Pensioni, precoci e Ape social: ecco le ultime novità annunciate da Poletti

Ultime notizie pensioni: Ape social e precoci si apprestano a tagliare il traguardo della completa operatività. Sono queste le attesissime novità che si sono registrate in questa settimana e che indicano come per le due misure della riforma pensioni ad oggi si sia giunti alla formulazione definitiva dei rispettivi decreti attuativi.

La firma del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è stata apposta nella serata del 23 maggio, avvicinando così la data a partire dalla quale sarà possibile inviare domanda per i due strumenti della riforma delle pensioni. In parallelo con la news per Ape social e lavoratori precoci una nota del Ministero del Lavoro ha veicolato le dichiarazioni del Ministro Poletti in merito.

Quali sono le ultime notizie sulle pensioni di questa settimana in tema di Ape social e Quota 41 per lavoratori precoci? Facciamo il punto della situazione con le novità dell’ultima ora.

Ultime notizie pensioni: dai decreti attuativi novità per precoci e Ape social della riforma 2017

Le novità di rilievo per precoci e Ape social si sono registrate soprattutto sulle tempistiche. Le ultime notizie indicano infatti come per le due misure della riforma delle pensioni oggi si possano conoscere le scadenze per presentare domanda all’Inps.

Il primo termine per presentare le domande è quello del 15 luglio sia per Quota 41 che per apisti social. L’Inps dovrà provvedere a verificare se sussistono le condizioni per erogare l’indennità sia con riguardo al rispetto dei requisiti, sia in termini di fondi residui. L’Istututo quindi invierà ai richiedenti le notizie e novità sull’accoglimento della richiesta entro il 15 ottobre 2017

In caso di estio positivo l’Inps comunicherà anche le news circa la data della decorrenza del trattamento. A questo punto, stando alle ultime notizie dei decreti attuativi per precoci e Ape social, si potrà provvedere all’invio dell’effettiva richiesta per la pensione anticipata.

Al via anche il cumulo dei contributi per lavoratori precoci necessario per raggiungere la quota 41. Su questo ramo della riforma pensioni le ultime notizie sono state indicate dall’articolo 2 del decreto attuativo per lavoratori precoci, che include nella misura anche le casse professionali.

Tra le novità dei decreti attuativi della riforma pensioni figura anche la possibilità di usufruire del cumulo anche per Ape social. Le news in materia permetteranno di sommare versamenti contenuti in più casse previdenziali per raggiungere il requisito di 30 anni di contributo (36 se addetti a mansioni usuranti). Le ultime notizie per Ape social escludono dal cumulo le casse professionali.

Ultime notizie pensioni: le novità sulla riforma dalle dichiarazioni del Ministro Poletti

Nello stessa giornata nella quale è stata resa nota la news sulla firma del Premier Gentiloni sui decreti attuativi per Ape social e Quota 41 per lavoratori precoci, è intervenuto sul tema anche il Ministro Poletti. In un comunicato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali viene infatti espressa soddisfazione per le novità della riforma giunte finalmente all’ultimo giro di boa:

Con i decreti per l’Ape sociale ed i lavoratori precoci si consentirà a decine di migliaia di lavoratori, in condizioni di difficoltà, di anticipare fino a tre anni e sette mesi l’età di pensionamento, con potenziali effetti positivi sul ricambio generazionale in azienda e quindi sulle opportunità di ingresso al lavoro per i giovani. Viene reso così operativo un altro degli interventi sul sistema previdenziale definiti dal Governo, che poggiano su una consistente dotazione di risorse, volti ad introdurre elementi di flessibilità ispirati ad un principio di equità e, al contempo, rispettosi degli obiettivi e degli equilibri di finanza pubblica.

Nelle notizie fornite dalla nota il Ministro Poletti viene fornito ulteriormente una panoramica sugli interventi del governo in materia di pensioni: dalla no tax area uniformata a quella dei lavoratori dipendenti al cumulo gratuito, fino all’estensione di opzione donna e all’ottava salvaguardia.

Un ricordo va anche all’Ape volontaria, la novità aggiuntiva della riforma delle pensioni ancora in fase di elaborazioni. Il Ministro Poletti infatti conclude indicando come:

Con i prossimi provvedimenti di attuazione dell’Ape volontaria si concluderà il percorso di concreta attuazione di questi interventi di riforma del sistema previdenziale; un tema di grande importanza sul quale resta aperto il confronto tra Governo e organizzazioni sindacali