Ultime notizie pensioni, Ape e Quota 41: rinvio ormai realtà. Quali novità e scadenze dai decreti attuativi?

Ultime notizie pensioni, Ape e Quota 41: se, passato il 1° maggio, il rinvio della riforma pensioni è di fatto realtà, indiscrezioni dell'ultima ora definiscono i dettagli sui decreti attutativi. Quali sono le novità?

Ultime notizie pensioni, Ape e Quota 41: rinvio ormai realtà. Quali novità e scadenze dai decreti attuativi?

Ultime notizie pensioni: su Ape social e quota 41 sono molte le novità e le indiscrezioni lasciate trapelare negli ultimi giorni. Nonostante la data preventivata per l’avvio della riforma pensioni (il 1° maggio 2017) sia già passata i contorni dei decreti attuativi non sono del tutto chiari e hanno ancora bisogno di alcune limature.

Le ultime notizie pensioni vengono dal Consiglio di Stato che ha reso noto il parere sui decreti attuativi per Ape social e quota 41. Tra le correzioni e le novità dell’ultima ora anche un rinvio della scadenza per la prima finestra delle domande, un allargamento delle categorie coinvolte e la possibilità di accedere al cumulo gratuito dei contributi.

Ecco tutte le novità e le ultime notizie pensioni per quanto riguarda requisiti e scadenze di Ape social e quota 41 per precoci.

Ultime notizie pensioni, per Ape social e Quota 41 allo studio un allargamento dei beneficiari nei decreti attuativi

Dalla parere del Consiglio di Stato sui decreti attuativi di Ape social e quota 41 per precoci emergono non solo delle novità di rilievo sulle misure che saranno messe in campo dall’esecutivo, ma anche l’indicazione di correttivi sulla prima bozza proposta da Palazzo Chigi.

Le ultime notizie pensioni infatti indicano come all’interno della platea di Ape social e di quota 41 potranno rientrare anche chi è disoccupato ma non rispetta i requisiti per aver diritto alla Naspi. Tra le novità per Ape social si segnala anche quella sugli operai agricoli: anche loro potranno accedere all’indennità ma solo se in stato di non occupazione da almeno 3 mesi.

Per introdurre le novità sui requisiti non sono però sufficienti i decreti attuativi. Se permane la volontà di Palazzo Chigi in questo senso, le ultime notizie sull’estensione della platea di richiedenti dovranno attendere dei decreti legge che ne garantiscano l’effettiva copertura legislativa. Auspicabilmente questi strumenti normativi dovrebbero essere varati nel brevissimo periodo.

Per quanto riguarda chi assiste il coniuge o parenti con grave disabilità, le novità dai decreti attuativi specificano che può essere richiesta una sola indennità per una singola persona in situazione di handicap.

Ultime notizie pensioni, Ape e Quota 41: rinvio ormai realtà. Quali novità e scadenze nei decreti attuativi?

Come annunciato dalle novità pensioni degli scorsi giorni, lo schema di decreto attuativo per Ape social recava il termine ultimo del 30 giugno per la prima finestra utile per presentare le richieste. Le ultime notizie dal Palazzo Spada pongono all’ordine del giorno una proroga della scadenza che dovrebbe invece essere fissato almeno per il 31 luglio 2017.

Ulteriore novità sia per Ape social che per precoci è quella sulla decorrenza retroattiva delle misure. Le indennità dovranno essere calcolate a partire dal momento in cui si sono maturati i requisiti per la pensione anticipata, anche se mai in data precedente il 1° maggio 2017. Ciò verrebbe ad implicare che la percezione dell’assegno potrebbe avvenire anche in forma di arretrato dal momento che ad oggi non sono ancora state abilitate le modalità di pagamento.

Stop parziale anche sulla graduatoria per anzianità che ad oggi non sarebbe armonizzata con la legislazione attuale in materia. Le ultime notizie pensioni in materia potrebbero passare anche in questo caso per un intervento del Governo mediante decreto legge.

Per i precoci invece i decreti attuativi indicano la possibilità di poter accedere al cumulo gratuito dei contributi; una novità questa che alleggerisce l’onere rappresentato dal requisito contributivo necessario per poter accedere a quota 41.