Srls: costi per costituzione, notaio e Camera di Commercio

Redazione - Società di capitali

Costi costituzione Srls: quanto costa costituire una società a responsabilità limitata semplificata? Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Srls: costi per costituzione, notaio e Camera di Commercio

Quanto costa costituire una società a responsabilità limitata semplificata? Ecco il dettaglio dei costi da sostenere per avviare una S.r.l.s.

Le società a responsabilità limitata semplificata (Srls) sono state introdotte nell’ordinamento giuridico italiano con il D.L. 1/2012. Successivamente, con il D.L. 76/2013, il «decreto lavoro» del Governo Letta, la disciplina originaria è stata completamente riscritta per poi confluire nella Legge 99 del 9 agosto 2013, principale riferimento normativo della materia.

In questo articolo ci soffermeremo sui costi necessari per la costituzione di una S.r.l. semplificata.

Società a responsabilità limitata semplificata (S.r.l.s.): quanto costa?

Per la costituzione di una Srls non sono dovute né spese notarili né imposta di bollo sull’atto costitutivo o per l’iscrizione al registro delle imprese. Lo stesso modello standard di atto costitutivo, tipizzato dal decreto del Ministro della Giustizia n. 138/2012, è stato ideato proprio a tale scopo.

L’unica imposta dovuta inizialmente è l’imposta di registro; contestualmente alla costituzione occorre versare i diritti di segreteria CCIAA e l’imposta di bollo.

Ecco l’ elenco dei costi necessari per la costituzione di una Srls:

  • euro 200,00 imposta di registro per l’atto costitutivo;
  • euro 100,00 per il diritto camerale (dal 2017);
  • euro 309,87 tassa vidimazione annuale libri sociali da versare prima della costituzione mediante bollettino postale intestato all’Agenzia delle Entrate;
  • circa 100 euro per l’acquisto, la vidimazione e la bollatura dei libri sociali obbligatori (libro decisioni soci e libro decisioni amministratori), attività che può essere effettuato presso gli uffici della Camera di Commercio competente (soluzione generalmente più economica) ovvero dal notaio.

Subito dopo l’inizio dell’attività operativa - normalmente individuata con l’emissione della prima fattura - occore inviare un ulteriore pratica camerale per l’attivazione dell’oggetto sociale - modulo S5. Per questa pratica le spese camerali sono pari ad euro 30,00; per gli studi commerciali o le agenzie di servizi il compenso richiesto è in media pari a 100/150 euro + IVA.

In totale la costituzione di una Srls richiede un esborso di circa 700/800 euro di spese vive più i costi legati all’attività di consulenza prestata dal professionista incaricato per la valutazione della forma e della struttura dell’impresa (business plan, analisi costi benefici, valutazione giuridica comparativa, ecc.). Questi ultimi variano dalla complessità dell’incarico affidatogli.

Società a responsabilità limitata semplificata: quali sono i requisiti previsti per le S.r.l.s.?

Con la riforma, tre sono i requisiti fondamentali per la costituzione di una Srls:

  • accesso riservato alle sole persone fisiche, quindi una Srls non potrà mai avere come socio un’altra società di capitali o di persone;
  • costituzione secondo un modello standard di atto costitutivo, avendo contemporaneamente però la possibilità di risparmiare sugli oneri notarili;
  • indicazione obbligatoria dell’aggettivo «semplificata» nella denominazione.

Società a responsabilità limitata semplificata: gli obblighi di pubblicità previsti nella Srls

La normativa sulle Srls prevede particolari obblighi di pubblicità.

In particolare, occorre indicare negli atti, nella corrispondenza e nel sito internet della società:

  • la denominazione di Società a responsabilità limitata semplificata (Srls);
  • l’ammontare del capitale sottoscritto e versato;
  • la sede della società;
  • l’ufficio del registro delle imprese presso cui questa è iscritta.