Scadenze fiscali novembre 2016: Iva, Irpef, Ires e Irap. Ecco lo scadenzario completo

Anna Maria D’Andrea - Scadenze fiscali

Ravvedimento breve, modello 730/2016 rettificativo, Irap, Ires, Irpef, pagamento Iva: ecco tutti gli adempimenti e le scadenze fiscali di novembre 2016.

Scadenze fiscali novembre 2016: Iva, Irpef, Ires e Irap. Ecco lo scadenzario completo

Scadenze fiscali novembre 2016: in arrivo nuovi adempimenti fiscali per cittadini e imprese.

Il mese di novembre si presenta fitto di date e scadenze fiscali da rispettare per non incorrere in sanzioni e interessi sul pagamento delle imposte. Tra le principali scadenze del mese di novembre c’è la presentazione del 730 rettificativo relativo ad errori od omissioni nella dichiarazione dei redditi fissata per il 30 settembre scorso e - soprattutto - gli acconti di imposta Irpef, Ires ed Irap scadenti il prossimo 30 novembre 2016.

Entro il mese di novembre per i contribuenti arriva la possibilità di sanare errori od omissioni nella dichiarazione dei redditi: oltre al modello 730/2016 rettificativo, la possibilità di avvalersi del ravvedimento breve e usufruire dello sconto su interessi e sanzioni per le imposte non pagate.

Ma non è l’unico adempimento fiscale a carico dei contribuenti: entro la fine del mese di novembre dovrà essere versata la seconda parte del pagamento di Irpef, Irap, Ires e contributi Inps.

Tra il 15 e il 16 novembre inoltre adempimenti fiscali in arrivo per i soggetti Iva: scadenza per l’emissione delle fatture differite, le ritenute Irpef e INPS sui lavoratori dipendenti e autonomi e la liquidazione Iva mensile e trimestrale.

Ecco nel dettaglio le principali scadenze fiscali del mese di novembre 2016.

Scadenze fiscali 10 novembre: modello 730/2016 rettificativo

Entro il 10 novembre l’ultima possibilità per i contribuenti di presentare modello 730 rettificativo relativo alla dichiarazione dei redditi 2016.
La scadenza riguarda la possibilità di presentare il modello 730/2016 rettificativo nel caso di errore da parte del sostituto d’imposta, del Caf o dell’intermediario abilitato.

Il termine ultimo riguarda anche la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati contenuti nelle dichiarazioni integrative 730/2016 e i relativi modelli da parte dei Caf o dei professionisti abilitati.

Scadenze fiscali 15 novembre 2016: fattura differita soggetti passivi Iva

Scadenza fiscale per l’emissione e registrazione della fatture entro il 16 novembre. Per i soggetti Iva l’adempimento del mese riguarda le fatture differite relative ai beni consegnati o spediti nel mese solare di ottobre.

La scadenza riguarda, inoltre, le fatture riferite alle prestazioni di servizi individuabili attraverso documentazione di trasporto o altri elementi idonei.

Le fatture oggetto della scadenza dovranno indicare la data e il numero dei documenti di riferimento. Per le cessioni e le prestazioni di servizi effettuate fra gli stessi soggetti è possibile emettere un’unica fattura riepilogativa.

Scadenze fiscali 16 novembre 2016: Irpef su redditi lavoro dipendente e autonomo

IRPEF e INPS sui redditi di lavoro dipendente da pagare entro il 16 novembre 2016. In questo senso occorre effettuare il versamento delle ritenute alla fonte a titolo d’acconto operate dai sostituti d’imposta su:

  • redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese precedente. Oltre alle ritenute il sostituto d’imposta deve versare anche le addizionali comunali e regionali;
  • redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente. Il codice tributo da utilizzare in questo caso è 1040 con periodo di competenza 10/2016;
  • provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza corrisposte nel mese precedente. Il codice tributo in questo caso è 1038.

Nello stesso modello F24 è possible pagare anche i contributi INPS dovuti dal datore di lavoro sulle retribuzioni corrisposte nel mese di ottobre.

Scadenze fiscali 16 novembre 2016: ravvedimento breve e adempimenti soggetti Iva

Iva mensile

Per i soggetti passivi IVA entro il 16 novembre occorre versare l’imposta sul valore aggiunto relativa al mese di ottobre con modello F24 e codice tributo 6010.

Iva trimestrale

Entro il 16 novembre c’è anche l’adempimento fiscale relativo alla liquidazione trimestrale (luglio, agosto e settembre 2016) dei soggetti passivi Iva. Il pagamento riguarda il terzo trimestre dell’anno fiscale, ovvero il periodo compreso tra luglio e settembre 2016 e bisognerà utilizzare il modello F24 con codice tributo 6033.

Ravvedimento breve

I contribuenti tenuti al versamento unitario di imposte e contributi e gli enti ed organismi pubblici possono sfruttare la scadenza fiscale del 16 novembre per il ricorso al ravvedimento breve.

L’adempimento fiscale riguarda la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenuti non effettuati o effettuati in misura insufficiente scaduti il 17 ottobre 2016. Con il ravvedimento breve la maggiorazione degli interessi e la sanzione per ritardato o incompleto pagamento è calcolata in un decimo del minimo.

Per chi si chiede come fare per effettuare il pagamento per il ravvedimento breve, bisogna ricordare che la modalità è telematica, tramite modello F24 oppure attraverso la consulenza di un intermediario abilitato.

Per i contribuenti non titolari di partita Iva, il pagamento mediante modello F24 è consentito nel limite massimo di 1.000 euro.

Scadenze fiscali 25 novembre 2016: elenchi Intrasat

Fissato al 25 novembre l’adempimento relativo alla comunicazione degli elenchi Intrasat relativi al mese di ottobre 2016.

Si ricorda a tal proposito che la data di scadenza per la presentazione degli elenchi mensili Intrasat è fissata al 25 del mese successivo al periodo di riferimento.
Per gli elenchi trimestrali Intrastat la scadenza è fissata al 25 del secondo mese successivo al trimestre considerato.

Scadenze fiscali 30 novembre 2016: secondo acconto Irpef, Ires e Irap

Le scadenze fiscali del mese di novembre si concludono con il pagamento del secondo acconto 2016 delle imposte sui redditi: Irpef, Ires e Irap.

L’adempimento fiscale riguarda il secondo acconto Irpef, ivi comprese le addizionali comunali e regionali, l’Ires e l’Irap. Il termine ultimo di scadenza del pagamento delle imposte riguarda sia i contribuenti tenuti al pagamento della seconda rata che quelli tenuti al pagamento in un’unica soluzione.

I contribuenti devono utilizzare il modello F24 ai fini di Irpef, Ires e Irap 2016, compilato con l’indicazione dei seguenti codici tributo:

  • 4034 – Irpef
  • 4045 – Imposta sul valore degli immobili situati all’estero (Ivie)
  • 4048 – Imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero dalle persone fisiche (Ivafe)
  • 2002 – Ires
  • 3813 – Irap