Modello 730 precompilato 2017: scadenze e detrazioni dall’Agenzia delle Entrate

Daniele Di Giovenale - Modello 730

Modello 730 precompilato 2017: aumentano le informazioni che sono già inserite nel modulo da inviare all'Agenzia delle Entrate. Ecco scadenze, detrazioni e novità per l'anno in corso.

Modello 730 precompilato 2017: scadenze e detrazioni dall'Agenzia delle Entrate

Il modello 730 precompilato 2017 potrà essere inviato all’Agenzia delle Entrate già a partire dal 18 aprile. La scadenza ultima per la comunicazione è fissata per il 23 luglio e sono molte le detrazioni di cui è possibile godere sull’anno di imposta 2016.

Si estende il numero di dati già inseriti all’interno del modello 730 precompilato 2017. La quantità di informazioni in possesso dell’Agenzia delle Entrate che saranno già inserite nella dichiarazione dei redditi ammontano a 800 milioni e comprendono alcune new entry su spese sanitarie, veterinarie, farmaceutiche e di riqualificazione energetica.

Cerchiamo di fare il punto sul modello 730 precompilato 2017 sia in relazione alle scadenze per quest’anno, sia per gli sgravi e le novità dall’Agenzia delle Entrate.

Modello 730 precompilato 2017, scadenza e tempistiche per l’invio

Dal 18 aprile 2017 è possibile inviare il modello 730 precompilato tramite la piattaforma predisposta dall’Agenzia delle Entrate. La data inizialmente indicata, quella del 15 aprile, è stata infatti rinviata di alcuni giorni a causa delle festività pasquali.

Il vantaggio principale della precompilata è quello di avere a disposizione un modello preformato già pronto per l’invio che non necessita di interventi da parte del contribuente o degli intermediari autorizzati. A chi sceglierà questa opzione inoltre non saranno richiesti ulteriori controlli, mentre saranno effettuati in ogni caso su Caf e professionisti abilitati.

Tra i limiti del modello 730 precompilato 2017 c’è la poca elasticità del documento che al momento non permette di effettuare integrazioni da parte del contribuente. Chi ha interesse a modificare i dati presenti nel modello 730 dovrà attendere fino al 2 maggio, data a partire dalla quale sarà abilitato l’invio del modulo con modifiche.

La data ultima per consegnare il modello 730, precompilato o meno, è fissata per il 23 luglio 2017. Per i Caf e commercialisti invece la scadenza stabilita è quella del 7 luglio.

L’Agenzia delle Entrate ha reso noto che l’ultima data utile per l’invio potrà essere spostata al 23 luglio per gli intermediari che entro il 7 dello stesso mese avranno provveduto ad inviare almeno l’80% delle dichiarazioni.

Modello 730 precompilato: detrazioni per il 2017

Sono molti gli sgravi di cui si può avere diritto previa compilazione del modello 730. Molte le novità a partire da quest’anno, tra le quali si possono indicare le detrazioni sull’acquisto di mobili, sul mutuo relativo alla prima casa oltre ai premi di produttività aziendale e agli incentivi relativi al bonus ‘Dopo di noi’.

Un capitolo che riscuote grande interesse sul modello 730 in materia di deduzioni è quello relativo alle spese scolastiche. In quest’ambito sarà possibile richiedere, tra gli altri, sgravi per gite scolastiche, pre- e post-scuola, mensa, corsi di inglese.

Non tutte le spese elencate figurano già all’interno del modello 730 precompilato. È quindi necessario verificare anticipatamente quanti e quali vantaggi possono essere fruiti utilizzando il modulo già predisposto dall’Agenzia delle Entrate.

Modello 730 precompilato 2017, i nuovi dati inseriti dall’Agenzia delle Entrate

Nel modello 703 precompilato 2071 sono presenti solo alcuni dati precedentemente comunicati all’Agenzia delle Entrate. Nell’elenco rientrano:

  • le informazioni provenienti dalla Certificazione Unica comunicata all’Agenzia delle Entrate da parte dei sostituti d’imposta;
  • alcuni dati riscontrabili nella dichiarazione dei redditi dell’anno precedente come crediti d’imposta, detrazioni che possono essere ripartite su più annualità, informazioni relative a terreni o fabbricati;
  • dati inclusi all’interno dell’Anagrafe tributaria come informazioni su immobili o su pagamenti effettuati con il modello F24;
  • oneri soggetti a detrazione o deduzione comunicati all’Agenzia delle Entrate.

L’obiettivi segnato dal modello 730 precompilato è quello di una dichiarazione dei redditi completamente automatizzata per la quale in contribuente non dovrà effettuare alcun calcolo o integrazione. In vista di questo traguardo finale per il 2017 sono state inserite informazioni aggiuntive rispetto all’anno precedente.

Tra i nuovi dati che saranno già presenti all’interno del documento fornito dall’Agenzia delle Entrate si segnalano le spese sostenute per farmaci e per le prestazioni sanitarie di ottici, psicologi, infermieri, ostetriche, tecnici di radiologia.

Saranno già presenti all’interno del modello 730 precompilato anche le spese veterinarie oltre a quelle per interventi di riqualificazione segnalate dagli amministratori di condominio.