IMU seconda casa 2017: quando si paga?

Quando si paga l'IMU 2017 sulla seconda casa?

IMU seconda casa 2017: quando si paga?

Per l’anno in corso le scadenze dell’Imu seconda casa non si discostano dalle due consuete. Il primo appuntamento è fissato infatti a giugno con l’acconto a cui farà seguito quello del saldo previsto per dicembre.

Ricordiamo inoltre che l’Imu deve essere corrisposto per le seconde case mentre non è più dovuto il suo pagamento per le abitazioni principali, ad esclusione per gli immobili definiti di lusso e rientranti nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

Ecco quindi tutte le scadenze per il 2017 entro le quali si deve aver provveduto al pagamento dell’Imu per la seconda casa. In aggiunta indicheremo anche quali sono le modalità con le quali si può procedere al versamento dell’Imposta Municipale Unica.

IMU seconda casa 2017: quando si paga?

L’Imu per il 2017 dovrà essere versato entro le scadenze consuete di ogni anno. Sono due le date importanti e da tenere a mente per il suo pagamento, una a giugno e la successiva a dicembre. La prima si riferisce all’acconto del tributo, mentre quella che si situa sul finire dell’anno riguarderà il saldo per la seconda rata della tassa.

La prima scadenza con cui si dovrà fare i conti con l’Imu per il 2017 è il 16 giugno. Entro questa data dovrà essere stato effettuato il versamento dell’acconto sia dell’Imposta Municipale Unica, sia della Tasi.

Il secondo giorno da non dimenticare per il 2017 in relazione al pagamento dell’Imu è il 16 dicembre. Per quella data si deve aver completato tutti gli adempimenti riguardanti la tassa, dal momento che entro il 16 dovrà essere stato corrisposto il saldo per l’Imu.

Ti potrebbe interessare anche -> Chi paga l’IMU 2017?

Scadenze IMU seconda casa 2017

16 giugno Scadenza acconto Imu
16 dicembre Scadenza saldo Imu

Ecco una tabella riassuntiva riguardo le scadenze per l’Imu che sono da rispettare sia per la seconda casa che per tutti gli immobili vincolati al pagamento della tassa. Come già ricordato le date elencate coincidono con quelle richieste per il pagamento della Tasi 2017.

IMU seconda casa 2017: come si effettua il pagamento?

L’Imu, per seconda casa e non, può essere pagato principalmente in due modalità distinte. In primo luogo ci si può avvalere del modello F24, che tra le possibilità permette di corrispondere la somma tramite versamento diretto.

In alternativa si potrà procedere anche al pagamento on-line tramite il servizio "F24 Web" attivato dall’Agenzia delle Entrate oppure per mezzo di un intermediario abilitato come un Caf o un consulente fiscale.

Il pagamento dell’Imu potrà avvenire anche per mezzo di un bollettino postale. In questo caso il numero di conto corrente a cui indirizzare l’importo è lo stesso su tutto il territorio nazionale: 1008857615.

I dati da riportare sul bollettino sono gli stessi del modello F24. In entrambi i casi sarà necessario segnalare, oltre all’importo richiesto per l’Imu 2017, il codice relativo al comune e il numero di immobili per i quali si intende pagare la tassa. Per tutti e due i documenti è importante anche indicare se il versamento è stato corrisposto per il saldo i per l’acconto.