Finanziamenti a fondo perduto: cosa sono e come funzionano

Redazione - Incentivi alle imprese

Finanziamenti a fondo perduto erogano fondi per imprese senza obbligo di restituzione. Ecco una guida su cosa sono e come funzionano gli incentivi.

Finanziamenti a fondo perduto: cosa sono e come funzionano

I finanziamenti a fondo perduto offrono buone possibilità di crescita per imprese e aziende: cerchiamo di far luce su cosa sono questi contributi. Se le indicazioni specifiche su come funzionano verranno di volta in volta reperite sulla base delle notizie fornite sul singolo incentivo alle imprese, è possibile delineare alcune caratteristiche utili a chi vuole fare domanda per i finanziamenti.

Le somme erogate a fondo perduto non impongono la restituzione e sono spesso finalizzate a scopi precisi come autoimprenditorialità giovanile o femminile, autoimpiego, innovazione in particolari settori. Le opportunità sono di frequente poco sfruttate, in parte per mancanza di adeguata pubblicizzazione, in parte per la mancata conoscenza su come funzionano e cosa sono i finanziamenti a fondo perduto.

Vediamo le caratteristiche principale dei finanziamenti a fondo perduto su cosa sono e come funzionano in linea generale.

Finanziamenti a fondo perduto cosa sono e come funzionano

I finanziamenti a fondo perduto sono degli investimenti, forniti solitamente da fonti istituzionali o da pubbliche amministrazioni, a sostegno di particolari forme di imprenditorialità. Se questo è cosa sono in generale i contributi a fondo perduto, bisogna considerare come questi non prevedono alcuna restituzione o tassi di interesse. Sono quindi delle tipologie di ‘donazioni’ controllate volte a favorire alcune forme di impresa.

Spesso però questi finanziamenti possono essere ibridati da altri tipi di sostegno. Come funzionano i finanziamenti a fondo perduto in questo caso? Le tipologia possono essere varie ma spesso la restante parte della somma è soggetti ad altre forme di agevolazioni, come prestiti con bassi tassi di interesse.

Gli investimenti in questione possono essere erogati da vari soggetti. Per esempio, si può accedere a finanziamenti a fondo perduto con bandi europei o tramite fondi gestiti dalle regioni italiane (per esempio Sicilia, Campania, Lazio, ecc..), comuni, da Invitalia per il territorio nazionale.

Valida alternativa al crowdfunding, i beneficiari dei finanziamenti a fondo perduto possono essere vari. Si va da incentivi per l’imprenditoria giovanile o femminile, per l’agricoltura, a favore di alcuni territori specifici, per i disoccupati.

Finanziamenti a fondo perduto: come funzionano nel dettaglio

Nella stragrande maggioranza dei casi a dettare regola su come funzionano i finanziamenti a fondo perduto intervengono i bandi. Nel documento viene dettagliato cosa sono le agevolazioni di cui si può fruire, i requisiti e le modalità di presentazione della domanda.

I bandi finanziamenti a fondo perduto possono avere un termine o essere costantemente attivi. Proprio in quanto di solito si tratta di incentivi mirati a favorire alcuni settori o categorie, a volte è richiesta una rendicontazione delle spese affrontate.

Sottolineando che molto dipende da come funziona uno specifico finanziamento, è possibile che vengano disposte verifiche per controllare l’effettivo utilizzo delle somme concesse. A volte infatti la loro concessione è vincolata ad alcuni parametri e il mancato rispetto delle indicazioni del soggetto erogatore può comportare anche l’annullamento del contributo.

I prestiti a fondo perduto possono essere presi in considerazione per imprese ancora da far nascere, sia per quelle già avviate. Tutto sta nel prestare attenzione ai requisiti richiesti per gli incentivi a cui si è interessati.

Proprio al fine di acquisire informazioni su cosa sono le caratteristiche dell’azienda che ha intenzione di accedere ai contributi a fondo perduto, spesso alla domanda deve essere allegato un business plan. Il documento dovrà sinteticamente indicare come funziona e come è strutturato il progetto che ci si accinge a sostenere con i finanziamenti concessi.

Poter beneficiare di finanziamenti a fondo perduto è quindi un’ottima opportunità di incentivo alle imprese. Unico neo: i tempi spesso lunghi di approvazione.