Contratto statali 2017: novità rinnovo su permessi legge 104

Daniele Di Giovenale - Pubblica Amministrazione

Contratto statali: dagli ultimi incontri con i sindacati spuntano novità su legge 104 per permessi retribuiti. Ecco le notizie su preavviso di 3 giorni.

Contratto statali 2017: novità rinnovo su permessi legge 104

Tra le notizie dall’Aran per il rinnovo contatto statali una delle novità in considerazione, insieme bonus 85 euro e dopo le visite fiscali Inps, è una nuova regolamentazione sulla legge 104. La norma prevede un preavviso per dipendenti pubblici di 3 giorni per fruire dei permessi retribuiti.

Le novità segnalate dall’ultimo incontro sindacati con l’Aran, l’agenzia che è incaricata di gestire il rinnovo del contratto per conto dell’esecutivo, non sono ancora legge. Vediamo nel dettaglio le proposte sulla legge 104/92 per permessi retribuiti.

Contratto statali: novità rinnovo per legge 104

Tra le ultime notizie sul rinnovo contratto statali, spunta una nuova regolamentazione per i permessi retribuiti per la legge 104. L’ipotesi è giunta dall’Aran e prevede un preavviso di 3 giorni per poter fruire delle agevolazioni sull’assistenza di parenti o per donazioni del sangue.

La tempistica sui 3 gironi per permesso da legge 104 interverrebbero sulla regolamentazione attuale, che prevede unicamente la presenza di un congruo anticipo per le richieste.

Tra le notizie diffuse nella giornata di ieri in merito al rinnovo del contratto della pubblica amministrazione ci sarebbe anche la possibilità di ridurre il periodo di preavviso di 3 giorni per legge 104 per una serie particolari di casistiche. In particolare, sarebbe inclusa anche la specificazione di una deroga al termine previsto in casi di “comprovata urgenza o necessità”.

Contratto statali: legge 104 e programmazione mensile

Ulteriore possibilità ventilata dalle ultime novità per il rinnovo del contratto statali anche una programmazione mensile dei permessi per legge 104/92. Il nuovo meccanismo, ancora a livello di proposta, avrebbe come obbiettivo quello di una migliore le prestazioni delle pubbliche amministrazioni, provvedendo così ad una migliore organizzazione del personale e dell’offerta.

Le novità sul contratto statali erano già state oggetto di alcune notizie dal governo dei mesi scorsi in tema di permessi per legge 104. Le indiscrezioni di ieri non fanno altro che confermare l’orientamento dell’esecutivo sui permessi retribuiti in materia di pubblico impiego.

Non resta che stare ad osservare le prossime novità in tema di rinnovo del contratto statali, dal momento che, lo ricordiamo, le notizie sui permessi per legge 104 sono ad oggi tutti da confermare.