Concorso Polizia di Stato 2017: tutti i candidati riconvocati. Ecco la novità

Diego Denora - Forze armate

Tutti i candidati per il concorso della Polizia di stato 2017 sono stati riconvocati. Ecco tutte le novità ed i requisiti per accedere.

Concorso Polizia di Stato 2017: tutti i candidati riconvocati. Ecco la novità

Il concorso per la Polizia di Stato 2017 riparte: tutti i candidati riconvocati per sostenere di nuovo le prove di accesso. La Procura di Napoli continua ad indagare sugli illeciti e sulle anomalie dei precedenti: qualcosa non torna.

I candidati al precedente concorso della Polizia di Stato dovranno ripetere la prova: il corpo sta già programmando e organizzando strutture e date. Nei primi dieci giorni di marzo, all’interno della scuola della Guardia di Finanza di L’Aquila, sarà ripetuta la prima prova scritta.

Il concorso per l’ingressso nella Polizia di Stato 2017 era stato annullato, in quanto erano emersi dati allarmanti sugli esiti, dati che confermavano la fuoriuscita di soluzioni e aiuti, che permettessero ai partecipanti fortunati di totalizzare risultati ineccepibili. Vediamo in cosa consiste il concorso.

Concorso Polizia di Stato 2017: tutti i candidati riconvocati

Il concorso della Polizia di Stato 2017 sarà strutturato esattamente come il precedente, si avrà quindi una prova scritta sotto forma di questionario a risposta multipla: gli argomenti dipendono ovviamente dal tipo di ruolo scelto.

I candidati al concorso Polizia di Stato 2017 che supereranno la prova dovranno affrontare i test di efficienza fisica, che cambieranno a seconda del genere del candidato nei limiti: si tratta di una prova di corsa, salto e sollevamento alla sbarra.

I riconvocati, inoltre, dovranno passare per gli accertamenti psico-fisici e successivamente per una valutazione dei titoli, che potrà aumentare il punteggio alla fine della prova di accesso.

Tutti i candidati riconvocati al concorso per la Polizia di Stato 2017

I candidati al concorso Polizia di Stato 2017, colpevoli di aver fatto annullare la prova, hanno beneficiato certamente di vantaggi e aiuti dall’esterno. Gran parte di loro, infatti, proviene dalla stessa zona della Campania, esattamente dalla stessa provincia.

La Polizia di Stato, come da prassi, non si era occupata della compilazione del test, poiché questo compito spetta a società appaltate dal Ministero degli Interni. Non è un caso che anche la società in questione avesse sede proprio in Campania, in provincia di Caserta.

I riconvocati, a questo punto, subiranno un trattamento diverso, poiché l’attenzione sarà tutta puntata sullo svolgimento del concorso: non sfuggiranno punteggi sospetti, considerando che proprio quello è stato l’indizio per l’annullamento.