Come diventare medico di famiglia?

Redazione - Medici

Come diventare medico di famiglia? La scelta comporta circa 10 anni tra laurea in Medicina, esame di Stato e specializzazione. Ecco come studiare da medico di base.

Come diventare medico di famiglia?

Vi state chiedendo come diventare medico di famiglia? La scelta della professione permette di avere accesso ad un ambiente molto stimolante. Arrivare ad iscriversi alla graduatoria della Asl e poter lavorare e percepire uno stipendio da medico di base non è facile, ma neppure impossibile.

Il percorso per diventare medico di famiglia è lungo e prevede il conseguimento della laurea. Successivamente si dovrà seguire il corso di specializzazione in Medicina Generale. Chiamato anche medico di base, curante o di fiducia, il periodo di formazione può una decina di anni.

State soppesando la scelta del medico di base come professione nella vita? Ecco tutte le informazioni per diventarlo.

Come diventare medico di famiglia? Laurea in medicina e abilitazione

Il percorso per diventare medico di famiglia è in gran parte identico a quello per diventare medico, dal momento che dovrà conseguire l’abilitazione. Il primo passo quindi, è quello di iscriversi ad un corso di laurea in Medicina e Chirurgia.

Il test di ammissione all’Università è composto di 60 domande su materie come chimica, matematica, biologia, logica, fisica e cultura generale. Dopo aver superato questo primo ostacolo, inizia lo studio per il futuro medico di famiglia. Scelta l’Università, il periodo da trascorrere tra libri, lezioni e esami è di 6 anni. In questo periodo si acquisiranno le nozioni necessarie per il lavoro del medico.

Al termine del corso di studi si conseguirà la laurea in Medicina e Chirurgia. Il titolo è una tappa indispensabile per diventare medico di famiglia. Ma lo studio non è finito; a questo punto si dovrà superare l’esame di abilitazione alla professione. La prova è suddivisa in due parti: tirocinio di 3 mesi e Esame di Stato.

Diventare medico di famiglia: specializzazione

Una volta superato l’esame di Stato si può essere iscritti all’Ordine dei Medici e Chirurghi. Ciò significa che si è sì medici, ma non ancora di base. La scelta a questo punto dovrà riguardare il corso di specializzazione in Medicina Generale.

Il periodo di formazione dura 3 anni, ma si potrà cominciare a guadagnare già uno stipendio. Per il futuro medico di base a questo punto sono passati almeno 9 anni dall’iscrizione all’Università.

Dopo aver guadagnato un diploma di specializzazione in Medicina Generale, è il momento di rivolgersi alle Asl. Terminato il ciclo di formazione, occorrerà iscriversi alle graduatorie che consentiranno di diventare medico di famiglia. Neanche ora il percorso è finito. Si dovrà provvedere infatti a salire nelle liste mediante l’acquisizione di esperienza nella professione.

Sarà utile a tal fine effettuare sostituzioni di medici di base per brevi periodi. Alla fine però si arriverà a diventare medici di famiglia. Il percorso non è di certo breve, ma sarà di certo affascinante per chi ha compiuto la scelta del medico di base come lavoro e professione.