Cassa commercialisti: no alla rottamazione delle nostre cartelle

Cassa commercialisti: no alla rottamazione delle nostre cartelle

Giuseppe Guarasci - Commercialisti ed esperti contabili

La cassa Dottori Commercialisti dice no alla rottamazione delle cartelle: “lo Stato rischia di compromettere il nostro bilancio”. Pronta la diffida ad Equitalia.

Niente rottamazione delle cartelle Equitalia per la cassa commercialisti, anzi è già pronta la diffida ad Equitalia. Sono queste le dichiarazioni di Walter Anedda, presidente della Cassa Commercialisti, che questa mattina ha rilasciato una lunga ed interessante intervista che si può leggere in versione integrale sul Sole 24 Ore di oggi.

Il neo presidente della Cassa Commercialisti non accetta l’ipotesi che la rottamazione delle cartelle esattoriali possa riguardare anche i debiti dei propri iscritti.

Ecco perché la Cassa Commercialisti non accetterà la rottamazione delle cartelle Equitalia per i debiti dei propri iscritti. Due le ragioni fondamentali.

Potrebbe interessarti anche:
Commercialisti: arriva il nuovo regolamento della Cassa. Ecco le novità

Rottamazione cartelle Equitalia: no della Cassa Commercialisti

Il presidente della Cassa Commercialisti si è dichiarato pronto a diffidare Equitalia.

No alla rottamazione delle cartelle per i debiti che gli iscritti hanno nei confronti della Cassa Commercialisti. Le ragioni sono fondamentalmente due.

No della Cassa Commercialisti alla rottamazione delle cartelle: danni sul bilancio
La prima ragione del no della Cassa Commercialisti alla rottamazione delle cartelle Equitalia è da ricercare nei danni al bilancio della Cassa stessa.
Secondo il presidente Anedda, infatti, lo Stato non può arrogarsi il diritto di condizionare le entrate previste nel bilancio di un ente che garantisce la previdenza dei professionisti.

No della Cassa Commercialisti alla rottamazione delle cartelle: la normativa non è chiara
La seconda ragione del no della Cassa Commercialisti alla rottamazione dei Equitalia va ricercata nella poca chiarezza della normativa. Avete capito bene, la poca chiarezza della normativa! Ora, che il nostro legislatore fiscale non fosse un campione di chiarezza questo era noto. Ma certamente fa specie sentirlo certificare dai professionisti, soprattutto da coloro che queste norme le devono applicare.

Secondo il presidente della Cassa Commercialisti il Decreto Legge 193/2016 non è chiaro in diversi punti, soprattutto con riferimento alla parte relativa agli enti privati.

Si evidenzia, in ogni caso, come il no della Cassa Commercialisti segua quello recentemente annunciato della Cassa Avvocati.

Rottamazione delle cartelle Equitalia: le prossime scadenze

Prossima scadenza importante per la rottamazione delle cartelle Equitalia è rappresentato dal termine del 28 febbraio 2017. Entro questa data, infatti, Equitalia dovrà inviare ai contribuenti un’informativa dettagliata con tutti i carichi pendenti che le sono stati affidati al 31 dicembre 2016.

Il termine della presentazione del modulo DA1 - il modulo di adesione agevolata - è il prossimo 31 marzo 2017.

Iscriviti alla nostra newsletter


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03