Calcolo età pensionabile

Redazione - Pensioni

Calcolo età pensionabile: consultando la busta arancione dell'Inps è possibile sapere quando si andrà in pensione. Ecco quali sono i requisiti anagrafici e contributivi richiesti e le novità per l'accesso alla pensione anticipata e di vecchiaia.

Calcolo età pensionabile

Calcolo età pensionabile: accedendo al sito Inps e consultando la propria busta arancione è possibile calcolare l’età in cui si avrà diritto alla pensione di vecchiaia. Per calcolare l’età pensionabile bisogna prendere come primo riferimento i requisiti anagrafici e contributivi Inps necessari.

I lavoratori dipendenti pubblici e privati e i lavoratori autonomi che risultano iscritti alla Gestione separata Inps possono conoscere la propria età pensionabile online: la busta arancione è il prospetto messo a disposizione dall’Inps online che permette di calcolare l’età in cui si andrà in pensione sulla base del montante contributivo maturato.

Oltre al calcolo dell’età pensionabile è possibile stimare anche l’importo dell’assegno pensionistico di cui si ha diritto, prendendo come riferimento i contributi Inps che sono stati versati nel corso degli anni di lavoro.

Sono due le forme di pensione in vigore dopo la riforma Fornero del 2015. Consultando la busta arancione sul sito Inps sarà possibile conoscere l’età pensionabile sia in riferimento ai requisiti richiesti per la pensione di vecchiaia che a quella anticipata (la pensione di anzianità).

Per conoscere l’età pensionabile è in ogni caso possibile prendere semplicemente come riferimento i contributi versati e il requisito anagrafico previsto per maturare il diritto a ricevere l’assegno previdenziale.

Di seguito una guida al calcolo età pensionabile, ai requisiti richiesti e a come effettuare la procedura sul sito Inps per consultare la busta arancione. Ricordiamo inoltre che con la Legge di Bilancio 2017 sono state introdotte importanti novità in materia di pensione anticipata che riassumeremo di seguito.

Calcolo età pensionabile

Il calcolo età pensionabile si basa su molteplici fattori, tra cui il totale dei contributi versati, l’età anagrafica e il tipo di lavoro svolto.

Con la riforma Fornero del 2011 del sistema previdenziale vengono individuate due tipologie di pensione: la pensione di vecchiaia e la pensione anticipata, che sostituisce quella di anzianità.

Per aver accesso a ciascuno di questi trattamenti previdenziali bisognerà rispettare specifici requisiti, modificati inoltre dall’ultima riforma inserita in Legge di Bilancio 2017, con la quale sono state introdotte misure sperimentale di pensione anticipata, tra cui l’Ape e la sua versione sociale.

Proprio per questo l’Inps ha inviato tra il 2016 e il 2017 la busta arancione a molti lavoratori prossimi alla pensione per il calcolo età pensionabile, sia ai fini della pensione anticipata che di vecchiaia.

In linea di massima, nonostante le regole specifiche a seconda dei casi, per il calcolo età pensionabile Inps vengono presi come riferimento nel 2017 i seguenti requisiti:

  • requisito anagrafico, ovvero età richiesta per il diritto all’assegno di pensione
  • requisito contributivo, contributi versati nel corso della carriera lavorativa.

I requisiti per determinare l’età pensionabile attualmente in vigore prevedono che per l’accesso alla pensione di vecchiaia il lavoratore maturi almeno 66 anni e 7 mesi d’età e 20 anni di contributi, che si riducono a 65 anni e 7 mesi le lavoratrici dipendenti del settore privato e 66 anni ed 1 mese le autonome e le iscritte alla gestione separata. Per la pensione anticipata sono richiesti 41 anni e 10 mesi di contributi, 42 anni e 10 mesi per gli uomini, a prescindere dall’età anagrafica.

Ecco una tabella di sintesi dell’età pensionabile Inps attualmente in vigore.

Tipologia di prestazione InpsRequisito anagraficoRequisito contributivo
Pensione di vecchiaia 66 anni e 7 mesi - 65 anni e 7 mesi lavoratrici settore privato - 66 anni e 1 mese autonome gestione separata Inps 20 anni di contributi
Pensione anticipata - 41 anni e 10 mesi (donne) - 42 anni e 10 mesi (uomini)

Come abbiamo già affermato per il calcolo esatto dell’eta pensionabile vengono presi come riferimento ulteriori fattori riferiti alla condizione specifica di ogni lavoratore iscritto all’Inps. La busta arancione può essere consultata online e di seguito illustreremo la procedura da seguire per sapere quando andare in pensione e l’ammontare dell’assegno previdenziale.

Calcolo età pensionabile online sul sito Inps

Il calcolo dell’età pensionabile online può essere effettuato accedendo alla propria area riservata sul portale dell’Inps.

Per effettuare il calcolo di quando andare in pensione è necessario essere in possesso del Pin dispositivo personale, delle credenziali SPID o della Carta Nazionale dei Servizi.

Accedendo al sito Inps e alla sezione “La mia pensione” è possibile consultare la busta arancione, che consente di verificare l’importo dei contributi versati, conoscere l’età pensionabile e sapere quando maturerà il diritto alla pensione di vecchiaia o anticipata, simulare l’importo della pensione a prescindere dall’andamento dell’inflazione e ottenere una stima del rapporto fra la prima rata di pensione e l’ultimo stipendio.

Attraverso il sito Inps il calcolo dell’età pensionabile sarà personalizzato sulla base della propria storia lavorativa e contributiva. Si tratta di uno strumento fondamentale per tutti i lavoratori prossimi alla pensione che vorranno accedere alla pensione anticipata, all’Ape o all’Ape Sociale e alle ulteriori misure inserite dal Governo nella riforma 2017.

Tutti i dettagli sulle novità in materia di pensioni 2017 e sui vari aggiornamenti tematici sono disponibili nella rubrica pensioni di informazione fiscale.it