Bonus mamma domani 2017, domanda all’Inps da oggi: ecco come fare

Bonus mamma domani 2017, da oggi è possibile inviare domanda all'Inps per avere diritto all'incentivo sui nuovi nati. Ecco tutti i requisiti del premio alla nascita e come farne richiesta.

Bonus mamma domani 2017, domanda all'Inps da oggi: ecco come fare

Bonus mamma domani 2017: dal 4 maggio è stata abilitata la procedura per fare domanda per il premio alla nascita. Ne hanno diritto tutte le donne che sono in gravidanza, hanno dato alla luce o hanno adottato un bambino. In questo articolo indicheremo in dettaglio i requisiti necessari per fare domanda all’Inps.

Il bonus mamma domani è stato previsto dalla Legge di Bilancio 2017 e prevede il pagamento di 800 euro ogni nato per eventi successivi al 1° gennaio di questo anno. La domanda per il premio alla nascita può essere inviata sul sito dell’Inps, via telefono o presso enti autorizzati.

Ecco tutte le informazioni su come presentare domanda e sui requisiti per poter richiedere il bonus mamma domani 2017.

Bonus mamma domani 2017: importo, istruzioni per la domanda di premio alla nascita

Da oggi è possibile fare domanda all’Inps per richiedere il bonus mamma domani 2017. Conosciuto anche con il nome di ‘premio alla nascita’, l’incentivo prevede una tantum di 800 euro per le donne in gravidanza o da poco madri.

L’importo del bonus mamma è legato al numero di figli nati e/o adottati: per ogni evento infatti si potrà presentare una domanda e avere diritto a 800 euro. Come chiarisce infatti la circolare n.73/2017 dell’Inps, per uno stesso bambino è possibile richiedere un solo premio alla nascita.

Perciò chi ha raggiunto l’ottavo mese di gravidanza e si è visto riconosciuta la domanda dall’Inps non avrà diritto ad un ulteriore bonus mamma al momento della nascita. Stesso discorso vale anche per chi è risultato in affidamento preadottivo e successivamente sia stato adottato.

In caso di parti plurimi si potrà ricevere l’importo del bonus mamma al compimento del 7° mese di gravidanza più le ulteriori integrazioni al momento della nascita in considerazione del numero dei nuovi nati.

Bonus mamma domani 2017, domanda all’Inps da oggi. I requisiti del premio alla nascita

Rientrano nei requisiti richiesti per la domanda del bonus mamma tutte le donne che dopo il 1° gennaio 2017 siano in una delle seguenti situazioni:

  • siano giunte all’inizio dell’ottavo mese di gravidanza;
  • abbiano dato alla luce un bambino;
  • abbiano adottato un minore con sentenza definitiva (ai sensi della legge 184/1983);
  • siano stati oggetto di affidamento preadottivo nazionale o internazionale.

La domanda Inps per il bonus mamma sarà inoltre riconosciuto unicamente per chi è in possesso di uno dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o comunitaria,
  • residenza in Italia,
  • status di rifugiato politico,
  • permesso di soggiorno UE per lunghi periodi,
  • carta di soggiorno per familiari di cittadini UE.

Bonus mamma domani 2017, modalità di pagamento e presentazione della domanda Inps

La domanda Inps per il bonus mamma domani 2017 può essere inviata unicamente per via telematica secondo le modalità previste dall’Istituto. Una delle possibilità per poter fare richiesta del premio alla nascita è quindi quella di collegarsi sul sito dell’Inps e accedere con il proprio PIN dispositivo alla sezione ‘domanda di prestazioni a sostegno del reddito’.

In alternativa è possibile fare domanda per il bonus mamma tramite numero verde per fissi (803.164) o per rete mobile con pagamento in base alla propria tariffa (06164.164). Per l’invio della richiesta del premio alla nascita sono ulteriormente abilitati gli enti di patronato.

Il pagamento relativo alla domanda bonus mamma avverrà in un’unica soluzione per ogni evento e non sarà quindi suddiviso in rate. L’erogazione dell’importo corrispondente potrà essere scelto dalla richiedente.

Il versamento della somma per il premio alla nascita può essere disposto tramite: bonifico domiciliato, accredito su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con IBAN. In tutti i casi il mezzo di pagamento deve essere intestato al richiedente.