Bonus assunzioni Sud 2017: ecco la circolare INPS 41/2017

Francesco Oliva - Leggi e prassi

Bonus assunzioni Sud 2017: finalmente l'INPS ha pubblicato la circolare operativa. Ecco cosa afferma la circolare numero 41 del 1° marzo 2017.

Bonus assunzioni Sud 2017: ecco la circolare INPS 41/2017

Con “soli” due mesi di ritardo l’INPS ha finalmente pubblicato la circolare attuativa del bonus assunzioni Sud 2017.

C’era molta attesa tra datori di lavoro e - soprattutto - lavoratori in merito alla pubblicazione della circolare INPS numero 41/2017. Per quale motivo? Semplicemente perché senza questa circolare mancavano le procedure formali ed operative (telematiche) utili proprio per le assunzioni con l’incentivo del bonus assunzioni Sud 2017.

Ecco quindi la circolare INPS numero 41/2017 relativa al bonus assunzioni Sud 2017 con tutte le informazioni utili ai datori di lavoro ed ai lavoratori che possono accedere al beneficio, agli ambiti territoriali di applicazione del bonus e tanto altro.

Bonus assunzioni Sud 2017: circolare INPS numero 41/2017. Datori di lavoro che possono accedere al beneficio

Chi sono i datori di lavoro che possono beneficiare del bonus Sud 2017?

Il bonus assunzioni Sud 2017 può essere riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati che assumono personale senza esservi tenuti, a prescindere dalla circostanza che siano imprenditori.

Il decreto direttoriale, nel disciplinare l’incentivo, fissa il principio generale per cui non è possibile riconoscere l’agevolazione nei casi in cui il datore di lavoro non è libero di scegliere chi assumere. Ciò al fine di riaffermare quanto già previsto dall’art. 31 del decreto legislativo n. 150/2015, laddove si prevede che le agevolazioni non spettano nel caso in cui l’assunzione scaturisca da un obbligo di natura legale o contrattuale.

Bonus assunzioni Sud 2017: circolare INPS numero 41/2017. Lavoratori che possono accedere al beneficio

Quali sono le categorie di lavoratori che possono essere assunti fruendo del bonus assunzioni Sud 2017?

Il bonus assunzioni Sud 2017 spetta per l’assunzione di persone disoccupate ai sensi dell’articolo 19 del d. lgs. n. 150/2015:

sono considerati disoccupati i soggetti privi di impiego che dichiarano, in forma telematica, al sistema informativo unitario delle politiche del lavoro di cui all’articolo 13 del medesimo decreto, la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il centro per l’impiego

Bonus assunzioni Sud 2017 giovani under 24
Per i giovani che, al momento dell’assunzione, abbiano un’età compresa tra i 16 e i 24 anni - intesi come 24 anni e 364 giorni -, lo stato di disoccupazione rappresenta l’unico requisito soggettivo richiesto ai fini dell’accesso al beneficio.

Bonus assunzioni Sud 2017 giovani over 24
I lavoratori con almeno 25 anni di età, invece, al momento dell’assunzione incentivata, oltre a essere disoccupati, devono risultare privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, ai sensi del Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 20 marzo 2013.

A questo proposito, la circolare INPS specifica che “è privo di impiego regolarmente retribuito chi, nei sei mesi precedenti l’assunzione agevolata, non ha prestato attività lavorativa riconducibile ad un rapporto di lavoro subordinato della durata di almeno sei mesi ovvero chi ha svolto attività di lavoro autonomo o parasubordinato dalla quale derivi un reddito inferiore al reddito annuale minimo escluso da imposizione”.

La nozione di impiego regolarmente retribuito deve essere, quindi, riferita non tanto alla condizione di regolarità contributiva del rapporto, quanto alla rilevanza del lavoro sotto il profilo della durata (per il lavoro subordinato) o della remunerazione (per il lavoro autonomo).

Circolare INPS numero 41/2017 Bonus Sud

Ecco il file pdf della circolare INPS 41/2017 sul bonus Sud:

PDF - 4.6 Mb
Bonus Sud 2017: ecco la circolare INPS 41/2017
Circolare INPS Bonus Sud 2017: clicca sull’icona per eseguire il download della circolare INPS 41/2017.